Galaxy S20 Ultra, P40 Pro e Find X2 Pro: qual è lo smartphone più potente?

Abbiamo messo alla prova i top di gamma di Samsung, Huawei e Oppo con due benchmark, per capire quali di questi è il più potente.

speciale Galaxy S20 Ultra, P40 Pro e Find X2 Pro: qual è lo smartphone più potente?
Articolo a cura di

I benchmark sono un mantra per la misurazione delle prestazioni su PC. Si tratta dell'unico modo per capire la reale potenza di processori e schede video, siano essi sintetici, come ad esempio 3D Mark, oppure pratici, come il frame rate nei videogiochi. Nella telefonia questo metodo di analisi è meno utilizzato, anzi spesso è fuorviante. Uno smartphone che su AnTuTu ha un punteggio di 500.000 può offrire prestazioni nella pratica simili a uno che ha 400.000 punti, almeno nell'ambito quotidiano.
I benchmark in campo mobile hanno quindi assunto sempre meno importanza nelle valutazioni dei telefoni, ma rimangono comunque l'unico modo per rilevare la vera potenza, spesso inespressa, di uno smartphone. Abbiamo quindi messo a confronto tre dei telefoni più potenti oggi disponibili, attraverso AnTuTu e 3D Mark, la cosa interessante è che ognuno utilizza una piattaforma hardware differente. Exynos per Samsung con il suo S20 Ultra, Snapdragon per Oppo e il suo Find X2 Pro e Kirin per Huawei e P40 Pro: quali di questi vincerà la sfida?

Exynos, Snapdragon e Kirin a confronto

Samsung Galaxy S20 Ultra nella sua versione americana monta lo Snapdragon 865, mentre in Europa è arrivata la variante con Exynos 990. Questo SoC, realizzato con un processo produttivo a 7 nm, sfrutta in parte dei Core con architettura proprietaria di Samsung, in parte i classici Core ARM, per un totale di otto unità di calcolo. Ci sono due Core Exynos M5 per le operazioni più complesse sul fronte computazionale, che si spongono fino a 2.73 GHz, poi due Core ARM Cortex-A76 per quelle intermedie, in grado di raggiungere i 2.50 GHz, e infine quattro Cortex-A55 per i compiti più basilari, con frequenza di 1.80 GHz, mentre la GPU è una Mali-G77. A bordo del Galaxy S20 Ultra sono installati 12 GB di RAM LPDD5.

Lo smartphone di Samsung ha raggiunto i 526818 punti su AnTuTu, mentre nel test Sling Shot Extreme è arrivato a 6716 con OpenGL e 6171 con Vulkan.

Huawei P40 Pro invece sfrutta un SoC Kirin 990 a 7 nm, il primo a integrare al suo interno un modem 5G (gli altri ne utilizzano uno esterno al SoC).

La configurazione è basata ancora una volta su otto Core complessivi, due Cortex-A76 a 2.86 GHz, due Cortex-A76 a 2.36 GHz e quattro Cortex-A55 da 1.95 GHz, con una GPU Mali-G76.

Lo smartphone della casa cinese ha registrato 498066 punti su AnTuTu mentre su 3D Mark si è fermato a 6057 con OpenGL e 5631 con Vulkan.
Infine c'è Oppo Find X2 Pro, che ospita al suo interno uno Snapdragon 865 di Qualcomm a 7 nm, attualmente il processore più potente prodotto dalla casa americana.

Anche questo è un Octa Core composto da un Core Cortex-A77 da 2.84 GHz, altri tre identici ma con clock di 2.4 GHz e infine quattro Cortex-A55 a 1.8 GHz, con GPU Adreno 650. Anche in questo caso ci sono 12 GB di RAM LPDDR5 sotto al cofano.

Visto il processore montato su questo smartphone non stupisce che il Find X2 Pro abbia raggiunto numeri superiori ai concorrenti, toccando quota 610278 su AnTuTu e 7076 (OpenGL) e 6455 (Vulkan) su 3D Mark.
La piattaforma di Qualcomm è la più potente oggi disponibile, probabilmente anche troppo per quello che giochi e applicazioni hanno da offrire. Nella pratica il surplus di potenza non è evidente nell'uso quotidiano, tutti e tre gli smartphone sono fluidi e molto reattivi e funzionano molto bene in ogni contesto d'uso.
Prestazioni migliori non danno sempre vantaggi, basta guardare al P40 Pro, che pur avendo punteggi inferiori è lo smartphone con la migliore autonomia tra quelli messi a confronto, ed è anche quello che ha consumato di meno durate la prova. Ad ogni modo, Oppo Find X2 Pro si è dimostrato il top di gamma con la maggior forza bruta tra quelli usciti nell'ultimo periodo, peccato che dovremmo aspettare ancora prima di poterlo vedere in Italia.