Galaxy S9, Zenfone 5, Nokia 8, Xperia XZ2: qual è il miglior smartphone del MWC?

Con la fine del Mobile World Congress 2018, tiriamo le somme sui principali prodotti presentati, dal Galaxy S9 al Nokia 8.

speciale Galaxy S9, Zenfone 5, Nokia 8, Xperia XZ2: qual è il miglior smartphone del MWC?
Articolo a cura di

Il Mobile World Congress 2018 ha chiuso i battenti, confermando molte delle sensazioni che abbiamo avuto fin da inizio anno. Questo sarà un anno di consolidamento più che di innovazione per il settore, che nel 2017 ha presentato novità interessanti come gli schermi borderless e l'autenticazione tramite riconoscimento facciale. Nel 2018, non sembra esserci spazio per sconvolgimenti, e la dimostrazione sono i device presentati nel corso della fiera, che non spiccano certo per un alto livello di innovazione. Nonostante questo, i nuovi prodotti rimangono comunque interessanti, soprattutto per chi lo scorso anno non ha aggiornato il proprio smartphone.

Borderless per tutti, o quasi

Il Samsung Galaxy S9 era lo smartphone più atteso della fiera catalana. Il top di gamma per il 2018 arriva dopo il successo sfolgorante del suo predecessore, che ha venduto milioni di unità lo scorso anno. Rispetto a questo le novità sono però poche, per un dispositivo che si configura come un'upgrade indirizzato principalmente ai possessori di S7. Da qui il salto è netto, mentre rispetto a S8 le differenze sono minori. Il design è molto simile, al netto di un vetro sulla backcover più spesso e resistente e del lettore di impronte digitali, collocato sempre sul retro ma sotto al sensore fotografico, in posizione decisamente più naturale. Proprio la fotocamera sembra essere il punto forte del device, che ha scalato la classica DxOMark raggiungendo al prima posizione per qualità fotografica. Il sensore da 12 Megapixel ad apertura variabile promette scatti ancora più luminosi di notte e immagini più dettagliate di giorno, mentre la variante Plus, rispetto allo scorso anno, guadagna una seconda fotocamera che funziona da teleobbiettivo.
Rinnovato anche l'hardware interno, basato ora sul potente processore Exynos 9810, che tuttavia rimane dietro all'A11 Bionic di Apple in termini prettamente velocistici. I 4 GB di RAM visti su S8 rimangono, è solo la variante Plus a poter contare su 6 GB, mentre un'altra novità sono gli speaker stereo con tecnologia Dolby Atmos. Samsung Galaxy S9 arriverà questo mese con un prezzo di 899€ per la variante base e di 999€ per quella Plus.

Grande interesse ha destato la conferenza Asus, che ha lanciato ben quattro nuovi smartphone, tra cui il top di gamma Zenfone 5Z, che ha stupito tutti per il suo design. Da un lato, i richiami ad Apple sono più che espliciti, con il notch ben in evidenza nella parte alta del display e il sensore fotografico verticale al posteriore (due Sony IMX363 da 12 Megapixel e aprtura F/1.8). Una scelta che ha portato a un colpo d'occhio notevole, ma che non permette ad Asus di distinguersi con un proprio stile purtroppo.
A livello tecnico, Zenfone 5Z offre il meglio su piazza, grazie al processore Snapdragon 845, mentre la RAM e la memoria interna variano a seconda della versione, con 4/6/8 GB della prima e fino a 256 GB per la seconda. Durante la presentazione è stata data grande enfasi alla IA integrata nel dispositivo, la cui influenza andrà però verificata nella pratica. Interessante però il prezzo della proposta Asus, che arriverà a giugno a partire da 479€.

Nokia invece ha scelto un approccio diverso, puntando meno sull'effetto borderless ma proponendo un design originale. Nokia 8 Sirocco infatti presenta un display dual edge, uno soluzione adottata ancora oggi da Samsung su S9, mentre il bordo inferiore e superiore mostrano una cornice più pronunciata rispetto agli standard del 2018, ma che non sfigura affatto.
Anche in questo caso troviamo lo Snapdragon 845, con 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna, mentre la dual cam posteriore è da 12 Megapixel. Particolare il sistema operativo, Android One, in una versione totalmente stock: Nokia ha sposato da tempo un approccio molto leggero per il suo OS, di fatto privo di personalizzazione, una scelta che riteniamo corretta e che porterà benefici al brand. Nokia 8 Sirocco arriverà ad aprile con un prezzo di 799€.

Ancora più particolare la scelta stilistica di Sony, che ha abbracciato il formato 18:9 per lo schermo ma ha lasciato le cornici intorno ad esso nel suo Xperia XZ2. Quella inferiore e quella superiore sono decisamente marcate, meno quelle laterali, comunque presenti. Piuttosto particolare anche la posizione del lettore di impronte digitali, al centro della backcover, in una posizione che non sembra il massimo in termini di ergonomia.
All'interno troviamo un hardware simile agli altri smartphone di fascia alta presentati. Lo schermo è da 5.7" con risoluzione Full HD+ e supporta lo standard HDR10, mentre il processore è uno Snapdragon 845, con 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna. Il comparto fotografico comprende un singolo sensore da 19 Megapixel con apertura f/2.0, capace di registrare anche Slow Motion in Full HD a 960 fps. Il nuovo Sony Xperia XZ2 arriverà in Italia con un prezzo, non ancora ufficiale, di circa 800€.

Qual è il migliore?

Come si può notare, le novità non sono mancate in questo Mobile World Congress, almeno a livello numerico, mentre le funzionalità inedite sono state poche e in fondo marginali. Samsung, forte del successo dello scorso anno, ha puntato a una rivisitazione dei suoi top di gamma. Qualcosa di più poteva essere fatta, ma resta il fatto che il design dei nuovi modelli rimane tra i più belli oggi disponibili. Diverso il discorso per Asus, che ha rinnovato pesantemente la gamma Zenfone, molto diversa da quella attuale. In questo processo di grande trasformazione però, la casa di Taiwan ha pescato a piene mani dalle soluzioni stilistiche di Apple e del suo iPhone X: è un peccato che Asus non abbia preso una strada più personale, visti gli investimenti fatti in questi anni nel design dei suoi prodotti, soprattutto in ambito PC. A livello hardware non manca nulla allo Zenfone 5Z, che si configura comunque come una delle novità più interessanti emerse nel corso della fiera, visto anche il suo prezzo.
Convince invece Nokia, al netto di una linea più tradizionale. Nokia 8 Sirocco e i suoi bordi curvi, insieme al resto del design e all'OS Android One, mostrano come HDM voglia seguire una strada propria all'interno del mercato della telefonia, mentre l'hardware, ancora una volta, segue quelli che sono i trend di questo 2018, con lo Snapdragon 845 installato in praticamente tutti i top di gamma. Infine Sony, che con il suo Xperia XZ2 ha scelto linee un po' anacronistiche e una posizione del lettore di impronte che riteniamo non ottimale a livello di ergonomia.

Ognuno di questi device ha i suoi pro e i suoi contro, ma dobbiamo ammettere di non essere rimasti particolarmente impressionati da quanto mostrato nel corso della fiera. A nostro avviso, a dispetto di un design derivato dalle scelte fatte da Apple con iPhone X, lo Zenfone 5Z potrà far bene quando arriverà sul mercato, anche a fronte di un prezzo di listino di 479€, non elevato per un top di gamma, peccato solo il lancio ancora lontano, previsto per giugno. Anche il Nokia 8 potrebbe far bene, visti i numeri mostrati dal brand nel corso del 2017, e possiede caratteristiche interessanti, al netto però di un costo di 799€.
Il Galaxy S9, pur non avendo innovato rispetto al precedente modello, si appresta a vendere milioni di unità al suo arrivo, e anche se le cifre difficilmente raggiungeranno quelle dell'attuale variante, sarà comunque uno dei protagonisti di questo 2018. Infine abbiamo Sony, che punta tutto su un hardware all'altezza dei concorrenti e su un comparto fotografico rinnovato e potenzialmente ottimo a livello qualitativo. Peccato per un design che non sembra spiccare dalla massa, nonostante il rinnovamento netto rispetto ai modelli del 2017. A questo punto, non resta altro che aspettare il 27 marzo e la presentazione del P20 di Huawei, per avere un quadro completo delle novità in arrivo nella prima metà dell'anno.