Gigabyte Aero 15 e 15X: CPU Coffee Lake e display borderless per i laptop gaming

Gigabyte ha aggiornato la sua gamma Aero 15 con le nuove CPU Coffee Lake, mantenendo il look unico del precedente modello.

speciale Gigabyte Aero 15 e 15X: CPU Coffee Lake e display borderless per i laptop gaming
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Il design dei portatili dedicati a giocatori non piace a tutti. Molte volte, su queste pagine, i commenti sulle linee scelte per le gaming machine non sono stati positivi, per un'utenza che ha mostrato in più occasioni il desiderio di trovare dei portatili da gioco più sobri rispetto a quelli attualmente sul mercato. La risposta a una domanda che sembra corposa arriva da Gigabyte, che con la gamma Aero sembra aver trovato il giusto compromesso estetico per esprimere allo stesso tempo potenza e semplicità. Ora, con l'aggiornamento ai processori Coffee Lake, l'offerta diventa ancora più interessante, proponendo il giusto connubio tra prestazioni e sobrietà.

Le cornici fanno la differenza

I laptop Aero 15 e 15X offrono un colpo d'occhio piuttosto strano da chiusi. La scocca nera, leggermente più spessa nella parte posteriore, non sembra appartenere a un notebook da gaming: l'unico elemento vivace è un piccolo inserto in plastica arancione sul coperchio, niente di più. É possibile applicare delle mascherine che rendono il tutto più colorato, ma sono del tutto opzionali. Sembra quasi di trovarsi di fronte a un comune portatile business, ma è una volta aperto che le sensazioni cambiano completamente. Le cornici ridotte dello schermo infatti rendono gli Aero 15 e 15X davvero accattivanti, per una soluzione stilistica che speriamo di trovare più spesso nei laptop per giocatori. In un mercato tanto competitivo come questo, è strano osservare grandi produttori come MSI o Asus non avere a listino a prodotti con display di questo tipo, nemmeno nelle fasce di prezzo più alte. Le cornici ridotte su tre lati snelliscono molto la zona dello schermo, rendendola molto più piacevole alla vista. Il display adotta inoltre le migliori tecnologie oggi disponibili, offrendo due diverse varianti da 15 pollici, una Full HD l'altra 4K, che nel primo caso raggiunge un refresh rate di 144 Hz (60 Hz nel modello 4K). Entrambe vengono calibrate di fabbrica, per cui la resa del colore dovrebbe essere eccellente.
Ovviamente, uno schermo di questo tipo conterebbe poco se non fosse supportato da prestazioni da vera gaming machine. Prestazioni che gli Aero 15 forniscono grazie alle nuove CPU di Intel e alle affidabili GPU per notebook di NVIDIA. Sotto al cofano troviamo il nuovo processore i7 8750H, basato su architettura Coffee Lake e dotato di ben 6 Core e con frequenza massima di 3.9 GHz. Questo processore spinge molto nel gaming ma anche in ambiti professionali, grazie al numero di core superiore alla media che facilitano le operazioni in multitasking. Una scelta giusta quella di utilizzare questa CPU, che unita al look sobrio del portatile lo trasforma in una vera workstation. Sul fronte GPU, Aero 15 può montare esclusivamente una NVIDIA GTX 1060 con 6 GB di memoria GDDR5, mentre il 15X arriva fino alla GTX 1070 con 8 GB di memoria.

A disposizione varie alternative per quanto riguarda le memorie, con supporto alle RAM DDR4 fino a 16 GB e per due dischi M.2 per lo stoccaggio dei dati. Complete anche le connessioni, con 3 USB 3.0 Type A, una USB 3.0 Type C, porta Thundebolt, lettore di schede di memoria, uscite HDMI 2.0 e mini DisplayPort e porta di rete. Non manca nemmeno la tastiera retroilluminata, per un portatile molto completo anche dal punto di vista hardware. Purtroppo, mancano ancora le informazioni sui prezzi e sulla disponibilità in Italia, finora molto scarsa non essendo le precedenti versioni arrivate ufficialmente nel nostro paese.