Gli smartphone pieghevoli più attesi del 2019, da Samsung a Xiaomi

Gli smartphone pieghevoli in arrivo nel 2019 sono molti e risultano parecchio interessanti, facciamo il punto della situazione.

speciale Gli smartphone pieghevoli più attesi del 2019, da Samsung a Xiaomi
Articolo a cura di

I dispositivi pieghevoli saranno indubbiamente una delle maggiori novità del 2019 in campo smartphone. L'interesse attorno a questo business da parte dei produttori è evidente, d'altronde potrebbe trattarsi di una di quelle rivoluzioni destinate a cambiare per sempre il modo in cui utilizziamo i dispositivi mobili, consentendoci di avere uno schermo della grandezza di un tablet sempre a portata di mano.
La comodità nell'uso quotidiano è ancora tutta da testare e il primo smartphone pieghevole giunto sul mercato, Royole FlexPai, non può certamente farci capire al meglio le potenzialità della tecnologia, visto che si tratta di un'edizione per sviluppatori realizzata con molte meno risorse rispetto ai colossi del settore. Tuttavia, i prossimi 12 mesi si prospettano molto interessanti e con numerosi dispositivi pieghevoli in arrivo. Andiamo ad analizzare insieme i più attesi dagli appassionati. I nomi che vedete in seguito sono tutti provvisori.

Samsung Galaxy F

Il primo smartphone pieghevole di Samsung, che verrà annunciato il prossimo 20 febbraio durante un apposito evento in quel di San Francisco, è sicuramente il dispositivo di questo tipo più atteso dal pubblico. La società sudcoreana ha giocato bene le sue carte, mostrando un prototipo funzionante e annunciando il display Infinity Flex durante la Samsung Developer Conference tenutasi a novembre 2018. Samsung sta tenendo il massimo riserbo in merito a Galaxy F, ma ovviamente i rumor non mancano online. Si vocifera della presenza di un ampio schermo interno da 7,3 pollici e di un pannello esterno da 4,5 pollici. Questo consentirebbe all'utente di sfruttare il dispositivo sia come "tablet" che come smartphone.
Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, i rumor descrivono un Galaxy F montante un processore octa-core Qualcomm Snapdragon 855, 12GB di RAM, fino a 1TB di memoria interna e una batteria da 4400 mAh (coppia di due batterie da 2200 mAh), anche se alcune fonti parlano addirittura di oltre 6000 mAh. Per quanto riguarda il prezzo, il primo smartphone pieghevole di Samsung dovrebbe essere venduto a un costo non inferiore ai 1400 euro.

Xiaomi Dual Flex

È bastato un video teaser di pochi secondi per far salire sul treno dell'hype gli appassionati del mondo smartphone. Xiaomi ha infatti annunciato ufficialmente l'esistenza del suo smartphone pieghevole con un breve spot pubblicato sul social network cinese Weibo. Il design del dispositivo è alquanto singolare: si piega in due punti verso l'esterno, trasformandosi in una sorta di tablet.
In molti hanno già espresso dei dubbi in merito all'effettiva resistenza alle cadute dello smartphone, in quanto quelle due porzioni di schermo che rimangono sul retro non sembrano essere poi così solide a prima vista. Tuttavia, nel succitato video compare anche Lin Bin, presidente della società cinese, che lascia intendere come gli ingegneri di Xiaomi siano già riusciti a risolvere tutti i problemi di progettazione, sia a livello di hardware che di software.
Non abbiamo ulteriori informazioni riguardanti specifiche, prezzo e data di uscita ma, stando ad alcune fonti, la società cinese potrebbe farci una sorpresa durante la prossima edizione del Mobile World Congress di Barcellona. D'altronde, Xiaomi ha recentemente annunciato che terrà un keynote il prossimo 24 febbraio.

Huawei Mate Flex

Nel corso di una recente conferenza tenutasi in Cina, Huawei ha annunciato che presenterà il suo smartphone pieghevole durante la prossima edizione del Mobile World Congress di Barcellona. La conferma è arrivata direttamente da Richard Yu, CEO della società cinese, che ha anche dichiarato che si tratterà del primo dispositivo 5G dell'azienda.
Il contesto in cui è stato dato l'annuncio è l'evento di presentazione del nuovo modem Balong 5000, che verrà utilizzato insieme al processore Kirin 980. Con ogni probabilità, dunque, lo smartphone pieghevole di Huawei monterà questi componenti.
Inoltre, stando ai precedenti rumor, dovrebbe essere presente un ampio schermo interno da 8 pollici, mentre il display esterno dovrebbe essere da 5 pollici. Entrambi i pannelli dovrebbero essere OLED e forniti dall'azienda cinese BOE, che ha recentemente mostrato dei prototipi funzionanti.

LG Flex

Anche LG sembra intenzionata a lanciare il suo primo smartphone pieghevole, visto che ha già depositato i marchi necessari. In molti pensavano che la società sudcoreana avrebbe annunciato il dispositivo durante il CES 2019, ma questo non è avvenuto. A quanto pare però, LG avrebbe realizzato uno smartphone che si piega con due schermi da 3,5 pollici affiancati, un po' come avvenuto con ZTE Axon M. Insomma, non stiamo quindi parlando di un vero e proprio dispositivo pieghevole, ma LG ha comunque depositato diversi marchi e potrebbe dunque presentare anche altri smartphone. Le motivazioni sarebbero da ricercarsi nella volontà della società sudcoreana di immettere sul mercato un dispositivo con costi simili a quelli dei top di gamma attuali, senza andare a raggiungere la fascia di prezzo ancora più alta, dove probabilmente si posizionerà la concorrenza.
Tuttavia, i due schermi non sarebbero di certo una novità per il mercato e LG dovrebbe quindi scontrarsi con il fattore innovazione. Staremo a vedere: lo smartphone dovrebbe essere annunciato già durante il MWC 2019.

OPPO Folding Phone

Un'altra delle aziende intenzionate a lanciare uno smartphone pieghevole è Oppo, che ha recentemente depositato un brevetto a tal proposito. Interessante notare come il dispositivo della società cinese disponga anche di un pennino. Un dettaglio che potrebbe significare poco per molti utenti, ma che in realtà sottolinea la volontà della società cinese di competere nella fascia alta, dove Samsung Galaxy Note 9 ha puntato molto proprio su questo aspetto.
Il dispositivo che possiamo vedere dal brevetto si piega su se stesso, mantenendo gli schermi all'esterno, e dispone di una "cerniera" posta sul retro. Non ci sono altre informazioni in merito a questo smartphone pieghevole, ma diverse fonti internazionali parlano di un possibile lancio durante la conferenza Oppo del prossimo 23 febbraio, che si terrà nel contesto dell'edizione 2019 del Mobile World Congress di Barcellona.

Altri produttori

Come accennato in precedenza, la lista di produttori che prenderà parte al business dei dispositivi pieghevoli nel 2019 è molto lunga. Oltre ai cinque succitati (che dovrebbero tutti essere annunciati a breve), ci sono altri progetti che hanno recentemente attirato l'attenzione del pubblico, anche se il loro arrivo non sembra essere molto vicino e potrebbero essere lanciati anche a fine anno. In particolare, i rumor hanno tirato spesso in ballo due particolari aziende: Motorola e Apple. La prima potrebbe lanciare sul mercato due smartphone pieghevoli: il nuovo Motorola RAZR e un altro dispositivo con diverso design. L'iPhone pieghevole sarebbe un'interessante novità per il settore, ma sembra che al momento Apple si stia limitando a studiare dei possibili design e a registrare brevetti.