Gli squali più incredibili: da quello parassita a quello che vive 500 anni

Un piccolo viaggio nel mondo degli squali, alla scoperta di cinque creature che vi lasceranno sicuramente senza parole!

speciale Gli squali più incredibili: da quello parassita a quello che vive 500 anni
Articolo a cura di

Conosciuti soprattutto grazie alla loro fama (e fame), gli squali sono creature davvero fantastiche e un esempio perfetto di "ingegneria naturale" ai massimi livelli.
Tuttavia, non esiste solo il grande squalo bianco, ce ne sono tanti altri, altrettanto spettacolari ma meno famosi. In tutto ci sono 465 specie differenti di squali, ognuno con il proprio habitat e con caratteristiche distintive. Oggi vi racconteremo di cinque di loro.

Il sovrano dei mari, il Grande Squalo Bianco

Partiamo subito con lo squalo più famoso dei mari: il grande squalo bianco. Si può trovare nelle acque superficiali costiere di tutti i principali oceani e gli esemplari più grandi sono generalmente femminine, che crescono fino a 6,1 metri di lunghezza e 1.905-2.268 chilogrammi di peso. La loro incredibile forma aerodinamica e le loro potenti code li spingono attraverso l'acqua a oltre 60 chilometri all'ora e hanno una bocca dotata di una serie di 300 denti, affilati e triangolari, disposti in un massimo di sette file. Non è l'unica caratteristica incredibile che li contraddistingue: i grandi squali bianchi hanno un olfatto così forte da poter rilevare una colonia di foche a tre chilometri di distanza e sono in grado di percepire una goccia di sangue in 100 litri d'acqua. Pensate che siano invincibili? Non proprio.

Purtroppo sono gravemente minacciati dalle attività umane. La caccia illegale, insieme alla pesca eccessiva, hanno fatto sì che oggi i grandi squali bianchi siano una specie vulnerabile e presente nella Lista Rossa dell'Unione internazionale per la conservazione della natura.
Mentre si registrano solo 10 attacchi all'anno verso gli esseri umani, circa 100 milioni di queste creature vengono uccise dagli umani ogni anno.

Il parassita, lo Squalo tagliatore

Lo squalo tagliatore è un parassita, il che significa che si nutre di animali più grandi, senza ucciderli. Usa i suoi denti superiori per attaccarsi alla pelle di uno squalo molto più grande, un pesce ossuto o un mammifero marino. I suoi denti inferiori, invece, vengono utilizzati per estrarre un pezzo di carne delle dimensioni della sua bocca. Diverse specie - tra cui tonno rosso, grandi squali bianchi , delfini e altri grandi predatori - sono stati osservati con una o più cicatrici causate da questi squali. Come tutti gli squali, anche il tagliatore perde diverse serie di denti nel corso della loro vita. Questo processo assicura che abbiano sempre denti affilati e sani, in grado di nutrirsi secondo la loro strategia preferita. A differenza di altre specie, tuttavia, gli squali tagliatori ingoiano di proposito i denti che perdono.
Alcuni ritengono che sia il risultato della loro vita una zone d'acqua povere di nutrienti. Ingoiando i denti, relativamente grandi, possono essere in grado di riciclare il calcio e altri materiali importanti per lo sviluppo di quest'ultimi. Lo squalo tagliatore è uno dei più interessanti dell'oceano e non cresce mai più di 50 cm. Potere ai piccoli.

Il centenario, lo Squalo della Groenlandia

Dopo averlo conosciuto, diventerà il vostro squalo preferito e supererà anche lo squalo bianco. Partiamo con ordine: il suo nome è una garanzia, poiché lo squalo è originario delle acque vicine alle coste della Groenlandia e dell'Islanda, nel Nordatlantico, e si spinge più a nord di qualsiasi altra specie. Le sue dimensioni sono paragonabili a quelle dello squalo bianco e gli esemplari più grandi misurano 6,4 metri (fino a raggiungere i 7,3 metri) di lunghezza e pesano 1000 kg; la sua carne è velenosa, a causa della presenza di una tossina, l'ossido di trimetilammina. Infine, questa creatura è il vertebrato più longevo al mondo: l'esemplare più anziano è stato stimato avere un'età di 512 anni. Vivendo in ambienti molto freddi, lo squalo della Groenlandia ha velocità di nuoto e frequenza di battito della coda più basse - per le sue dimensioni - tra tutte le specie di pesci, caratteristica correlata al suo metabolismo molto lento e alla sua estrema longevità.
Nuota a 1,22 km/h, con la velocità di crociera massima che raggiunge i 2,6 km/h. Poiché questa velocità massima è solo la metà di quella di una tipica foca, i biologi non sono sicuri di come questi squali siano in grado di predare queste creature. Si ipotizza che possano tendere loro un'imboscata mentre dormono.

Il mangiatore, lo Squalo bocca grande

Lo squalo bocca grande prende il nome proprio da questa sua caratteristica. Basti pensare che in un soggetto di circa 5 metri di lunghezza, la bocca ha un diametro di circa 1,3 metri.
Questa specie è stata osservata in natura soltanto poco meno di 60 volte, non sappiamo quindi molto sul suo conto (ed è stato scoperto dagli scienziati solo nel 1976). Vivono a varie profondità, da vicino alla superficie a profondità comprese tra 5 e 1.500 metri.

Come molte specie affini alle acque profonde, gli scienziati ritengono che gli squali bocca grande si avvicinino alla superficie solo di notte e trascorrano la maggior parte della loro vita al buio. Nuotano con la bocca costantemente spalancata per filtrare le prede - solitamente placton.
L'interno delle loro bocche è ricoperto da organi che producono luce che possono essere utilizzati per attirare crostacei e altre potenziali prede. Questo squalo è l'unico membro vivente del suo genere e ci sono due membri estinti: Megachasma alisonae (vissuto durante l'Eocene) e Megachasma applegate (vissuto dall'Oligocene ai primi periodi del Miocene).

Il più grande, lo Squalo balena

Pensavate che lo squalo bianco o quello della Groenlandia fossero grandi? Non conoscete evidentemente lo squalo balena. Crescendo fino ai 12 metri di lunghezza, gli squali balena sono le specie ittiche più grandi del mondo. Nonostante le loro dimensioni, queste creature preferiscono nutrirsi di plancton (da qui - insieme alla grandezza - prende il nome di "balena"). Tuttavia, poiché cacciano aprendo semplicemente la bocca e nuotando (come lo squalo bocca grande), può capitare che al suo interno finisca qualche piccolo pesce, che sicuramente non disprezzano. Possono essere trovati in tutti i mari tropicali, sebbene siano considerati una specie minacciata e in diminuzione.
Sono completamente innocui per gli esseri umani e non è raro che alcuni fotografi e sommozzotari scattino foto incredibili insieme a queste creature. La dimensione massima degli squali balena non è nota, ma potrebbero raggiungere i 20 metri. Gli adulti si trovano spesso a nutrirsi in superficie, ma possono immergersi fino a 1000 m.