Speciale Google ATAP

Uno sguardo all’interno di uno dei centri di ricerca e sviluppo più innovativi al mondo.

speciale Google ATAP
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

L’Advanced Technology and Projects (ATAP) group è la divisione di Google dedicata allo sviluppo di prodotti e soluzioni innovative in grado di rivoluzionare il mercato dell’elettronica di consumo. Uno dei prodotti che ha reso famosa questa costola di Big G è Project Ara, lo smartphone modulare di cui si parla tanto negli ultimi tempi.
Fondata e diretta da Regina Dugan, ex direttore della DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency), ATAP nasce nel 2012 all’interno di Motorola. All’inizio del 2014, quando Motorola viene ceduta a Lenovo, il gruppo diventa uno centri di ricerca più importanti di Google, che ne mantiene il controllo. In un'intervista al New York Times, Dugan ha descritto la sua divisione come "un piccolo e agile gruppo che non ha paura di fallire".

ATAP o DARPA?

La metodologia di lavoro di ATAP è derivata direttamente dalla DARPA ed è caratterizzata da quattro elementi fondamentali: obiettivi ambiziosi, team di sviluppo temporanei, limiti di tempo e indipendenza. La DARPA è uno dei centri di ricerca più famosi al mondo, nonché un ente governativo del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, incaricato dello sviluppo di nuove tecnologie per uso militare e civile. Internet, il Gps, i Droni, la tecnologia Stealth sono solo alcune delle più famose invenzioni sviluppate da questa agenzia.
L’organizzazione di ATAP va decisamente controcorrente rispetto ai tradizionali centri R&D (research and development) delle grandi multinazionali, a partire dagli obiettivi e i dai traguardi da raggiungere. “Costruiamo cose nuove, a volte apparentemente impossibili. I nostri progetti sono studiati per sfruttare i più recenti progressi della scienza e dell’ingegneria, per risolvere i problemi del mondo reale o creare nuove opportunità”, ha recentemente affermato la direttrice Dugan.
Tutto questo è possibile con la creazione di piccoli team dedicati allo sviluppo di singoli progetti. Gruppi di lavoro composti da ingegneri e ricercatori assunti per un periodo massimo di 2-3 anni.

Regina Dugan
Lo sviluppo di prodotti altamente complessi ed innovativi, come Project Ara, viene portato avanti grazie alla collaborazione di numerosi partner esterni, centri ricerca universitari, aziende specializzate in settori specifici o start-up.
Ad esempio per lo sviluppo del Project Tango (il tablet capace di ricostruire in tempo reale l’ambiente circostante), di cui parleremo in seguito, sono stati assunti solo una dozzina di scienziati e ingegneri, esperti in computer vision, robotica, lenti e macchine fotografiche e altro ancora. Questi poi si sono avvalsi della collaborazione di circa 40 partner esterni, tra cui varie università negli Stati Uniti e in Europa, il Jet Propulsion Laboratory della NASA e grandi compagnie come NVIDIA e Bosch.
A differenza dei fantomatici laboratori Google X, dove si sviluppano soluzioni al limite della fantascienza, che spesso diventano realtà solo dopo molti anni, in ATAP l’orizzonte temporale di sviluppo è molto più limitato, in genere 2-3 anni al massimo.

I progetti

Il team gode di una grande autonomia decisionale, potendo sviluppare le proprie idee e progetti senza l’intromissione dei vertici aziendali o del dipartimento Marketing. A seguito dell'adozione del modello DARPA, ATAP è stata in grado di sviluppare undici progetti diversi, coinvolgendo centinaia di aziende ed università provenienti da tutto il mondo.
Quattro progetti sono noti: Project Ara, Project Tango, il tatuaggio elettronico Vivalnk e l’app di animazione Spotlight Stories.
Il primo non ha bisogno di presentazioni, visto che il cellulare modulare di Google è una delle più grandi innovazioni nel campo degli smartphone degli ultimi anni.
Come già detto in precedenza, Project Tango è un tablet in grado di ricreare virtualmente l’ambiente in cui ci troviamo grazie ad un sofisticato sistema di lenti e sensori. Questa soluzione potrà essere utilizzata in vari campi: nei videogiochi, in app commerciali e di navigazione, nel campo della realtà aumentata e molto altro ancora. Project Tango è uno dei primi prodotti a lasciare la divisione ATAP. Il suo sviluppo è stato completato alla fine di gennaio. Gli sviluppatori di app interessati al progetto possono acquistarlo dal sito ufficiale ad un prezzo di 1024 dollari. Al momento non ci sono informazioni precise sul suo futuro e non si conosce la divisione di Google che porterà il tablet verso la commercializzazione.

Vivalnk è un tatuaggio digitale adesivo che permette di controllare uno smartphone. L’utilizzo è molto semplice e funziona con lo stesso principio dei tag NFC. Una volta applicato l’adesivo sulla pelle potremo far compiere al nostro smartphone diversi tipi di azioni, come lo sblocco dello schermo. Basterà avvicinare lo smartphone al tatuaggio e il nostro cellulare automaticamente si sbloccherà o avvierà la nostra app preferita. La nuova versione permetterà di misurare a distanza i nostri parametri vitali, come la temperatura corporea. È possibile acquistare il pacchetto Tattoo Eskin (10 tatuaggi temporanei) ad un prezzo di 11,99 dollari. Ogni tatuaggio ha una durata media di circa 5 giorni.
Concludiamo con l’ultimo progetto noto in sviluppo presso Google ATAP: Spotlight Stories. Si tratta di un’app, originariamente sviluppata per Motorola Moto X, che consente di interagire con una storia raccontata attraverso un film di animazione. Il progetto più recente realizzato con questa tecnologia si chiama Duet ed è stato creato in collaborazione con Glean Kean, uno dei più famosi disegnatori della Disney, autore di capolavori come Aladin, La bella e la bestia, Pocahontas e Tarzan.
Per i restanti sette progetti non sappiamo ancora nulla. Secondo il capo di ATAP alcuni di questi riguardano dispositivi acustici e indossabili.
Non ci resta che attendere il 28 maggio quando inizierà il Google I/O 2015, dove speriamo verranno svelate le prossime novità sul Project Ara e su tutti i progetti in via di sviluppo.