Grafica da paura: cinque giochi che sono già al livello successivo

Ecco quali sono, secondo noi, i giochi che hanno già espresso il potenziale maggiore dell'hardware di questa generazione.

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Negli ultimi anni, al netto delle latenze legate alle transizioni tecnologiche sia su PC che su console, abbiamo avuto modo di mettere le mani su titoli più o meno esaltanti sia sul fronte ludico che grafico. In questo contesto, in particolare, ci occuperemo di quelli che sono riusciti a esprimere il massimo del potenziale grafico in termini di credibilità, realismo ed effetti. Ecco quindi i titoli che più di tutti, a nostro avvisto, hanno saputo lasciare un segno sul fronte puramente visivo nel recente passato.

    Cyberpunk 2077

    Giusto in tempo per il rollout di Phantom Liberty e dell'aggiornamento alla patch 2.0, uno dei titoli di maggior rilievo quando si parla di grafica è certamente Cyberpunk 2077, giunto ormai alla sua quasi totale redenzione dopo un lancio a dir poco complicato.
    Il titolo di CD Projekt Red è oggi il gioco più sofisticato sul fronte dell'illuminazione in tempo reale, tanto da vantare anche un profilo Overdrive con path tracing (il "vero" ray tracing), con molti più rimbalzi e un comportamento di luci e riflessi ancora più realistico.
    Inoltre, contestualmente all'aggiornamento 2.0, è arrivata anche l'implementazione della tecnologia Ray Reconstruction di NVIDIA come parte del pacchetto DLSS 3.5, che va a sostituire i vecchi denoiser evolvendone il funzionamento e l'efficacia, con un discreto impatto anche sulle prestazioni (in positivo).

    Oggi Cyberpunk 2077 è un gioco rinato, forte di un assetto grafico ancora più incredibile rispetto a quanto mostrato al lancio. Un tripudio di neon, fuoco e fumo che riescono a immergerci ancora di più all'interno delle suggestive atmosfere di Phantom Liberty.
    Per poter godere del massimo della proposta di Cyberpunk, purtroppo, le specifiche sono piuttosto elevate, ma già con una RTX 4070 e Frame Generation attivo è possibile ottenere un discreto e stabile frame rate a 1440p.

    The Callisto Protocol

    Non tutte le ciambelle escono col buco e, al di là del caso Cyberpunk 2077, anche il lancio The Callisto Protocol non è stato esente da critiche. Tuttavia, proprio come il titolo dello studio polacco, anche il gioco dei ragazzi di Striking Distance ha lasciato il segno per via di un impatto visivo eccezionale.
    In questo caso, più che le luci, comunque di primissimo ordine, a "risplendere" sono i volti, la credibile espressività dei personaggi condita con un lavoro certosino sugli elementi che li compongono, dalla pelle con le sue imperfezioni alla peluria facciale e ai capelli.

    Anche a livello ambientale la grafica è curata nel minimo dettaglio e, accendendo l'illuminazione in tempo reale, la sua resa è letteralmente "spaccamascella".
    A pesare sono senza dubbio le specifiche tecniche, ma anche un'ottimizzazione non delle migliori, soprattutto nelle fasi iniziali del ciclo vitale di Callisto Protocol.
    A ogni modo, si tratta sicuramente di uno dei titoli visivamente più belli mai prodotti con Unreal Engine 4.

    Microsoft Flight Simulator

    A quasi tre lustri di distanza dalla sua ultima iterazione, nel 2020 Microsoft ha lanciato il nuovo Flight Simulator, una produzione che dopo tre anni continua a fare scuola in termini di impatto visivo e spessore tecnico.
    Si tratta di un titolo brillante, che porta il genere dei simulatori di volo a nuove vette di realismo sia sul fronte visivo visivo che su quello ludico, complice una gestione magistrale della fisica. A rendere ancora più ricchi i panorami mozzafiato - realizzati in un sapiente mix tra immagini satellitari e fotogrammetria - ci pensa l'illuminazione in Ray Tracing, ma anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un titolo che per forza di cose richiede un hardware decisamente potente.

    Va da sé che gli utenti dell'ecosistema di Xbox possono aggirare questa necessità grazie al servizio Cloud incluso nel Game Pass. Se avete anche un abbonamento Ultimate su GeForce NOW potrete godere di un'esperienza impareggiabile con le prestazioni della RTX 4080, poiché il titolo di Asobo sfrutta il DLSS 3 di NVIDIA per migliorare la fluidità su PC e godere di un'esperienza di simulazione unica nel suo genere per qualità e spessore.

    Horizon Forbidden West

    Se finora ci siamo concentrati principalmente su luci e grafica in sé, i ragazzi di Guerrilla hanno scelto di puntare in maniera più netta sui personaggi, sulla loro caratterizzazione e sulla eccezionale espressività che li contraddistingue, segnando di fatto un nuovo standard per l'intera industria.

    Pur trattandosi di un titolo cross-gen, Horizon Forbidden West non lesina neanche in impatto scenico, grazie a un lavoro artistico d'eccezione e alla straordinaria pregevolezza degli asset creati dagli sviluppatori, sia in termini di texture che di modelli poligonali.
    Molto interessante anche la gestione del meteo, realistico sia nella resa delle condizioni atmosferiche che del comportamento delle nuvole.

    The Last of Us Parte 1 Remake

    Restiamo nella comfort zone di PlayStation, anche se in questo caso si tratta di un titolo giunto finalmente anche su PC e Steam Deck.
    The Last of Us Parte 1, il Remake del titolo originale dei ragazzi di Naughty Dog è una delle migliori produzioni dello studio sul piano della resa visiva, con un'espressività dei personaggi che anche in questo caso si attesta tra le migliori sulla piazza, con la complicità di un sistema di subsurface scattering avanzato che rende i particolari della pelle ancora più credibili.
    L'impianto di illuminazione, inoltre, rimane tra i migliori tra i migliori ad oggi disponibili senza l'utilizzo di ray tracing, mentre gli effetti volumetrici, fuoco e fumo sono realistici e di altissimo livello.

    Ci sarebbero molti altri titoli da elencare e tra questi, senza dubbio, una menzione la meriterebbero anche Ratchet & Clank: Rift Apart, God of War Ragnarok e il remake effettuato con RTX Remix di Portal, che ha portato anche in questo caso il path tracing su PC.
    Ma adesso tocca a voi: quali sono i titoli degli ultimi anni che avete maggiormente apprezzato in termini puramente grafici? Fatecelo sapere nei commenti.