Speciale Guida agli OS - Windows Phone 7

Scopri se Windows Phone 7 è il sistema operativo che fa per te

speciale Guida agli OS - Windows Phone 7
Articolo a cura di

Questa è la seconda di una serie di guide approfondimento con cui Everyeye fa il punto sui più importanti sistemi operativi del settore mobile. L'intento è quello di permettere ai lettori di orientarsi nel mondo degli smartphone, selezionando, ancora prima del modello, l'operating sistem più adatto alle proprie esigenze. Del resto, l'OS gestisce di fatto tutte le funzionalità dello smartphone, e da lui dipendono tutte le possibilità di personalizzazione. Scegliere saggiamente è dunque d'importanza fondamentale per avere un'esperienza utente che copra tutte le nostre necessità.

Oggi everyeye si occupa di Windows Phone 7. Per quanto questo sistema opeartivo non sia ancora in diretta competizione con iOS e Android, almeno stando ai dati di vendita attuali, esso assume un'importanza fondamentale nel panorama degli OS mobile a causa dell’azienda che lo sviluppa, Microsoft.
Ci renderemo conto durante l’articolo di come questo sistema operativo ancora acerbo possa rappresentare una pietra miliare della futura storia degli smartphone.

La filosofia Microsoft “Be what’s next”...

La frase “Sii adesso quello che ci sarà dopo” rispecchia molto bene la filosofia che l’azienda ha abbracciato negli ultimi mesi. Si può dire che con il lancio contemporaneo di Kinect per console, Internet Explorer 9 nei browser e Windows Phone 7 nel settore smartphone, Microsoft stia dimostrando di volere coraggiosamente rivoluzionare la propria offerta e proporre qualcosa di completamente nuovo sul mercato.
Per quanto sia apprezzabile la nuova linea guida di Microsoft non si può però dire che essa abbia rappresentato lo standard comportamentale della casa fondata da Bill Gates negli ultimi 10 anni. Si può anzi dire che gran parte del successo di iPhone Apple lo debba proprio alla mancanza di attenzione dedicata da Microsoft al proprio sistema operativo mobile prima della completa rivoluzione di WM7. Le versioni precedenti di Windows Mobile sono state probabilmente tra gli OS più criticati nella storia dei sistemi operativi non solo del settore mobile, ma in assoluto. Soggette continuamente a rallentamenti e reboot casuali, dotate di scarsa intuitività e legate a doppio filo all’utilizzo di un pennino, rappresentavano uno dei maggiori ostacoli alla diffusione su larga scala degli smartphone, restando relegate a un pubblico di pochi appassionati.

...The empire strikes back!

In effetti possiamo dire che Microsoft abbia saputo finalmente dare un doveroso taglio con il passato, smettendo di continuare a cercare di consolidare semplicemente lo strapotere del suo sistema operativo, e cercando finalmente di riconquistare i cuori dei suoi antichi fan. Windows Phone 7 ha davvero poco in comune con le versioni precedenti: è scritto su un diverso kernel, non supporta le applicazioni dei sistemi operativi precedenti, ha un'interfaccia completamente ridisegnata e soprattutto un approccio con l’utente completamente rivisto.
Windows Phone 7 non è semplicemente una versione depotenziata del fratello maggiore Windows 7: è un sistema operativo completamente nuovo, pensato per adeguarsi alle esigenze del moderno utente di smartphone. Si può dire che Microsoft abbia cercato un compromesso tra l’estrema libertà di Android e l’estrema chiusura di iPhone: per quanto Microsoft non abbia scelto di vendere come Apple anche l’Hardware dei propri telefoni, ma di cedere, come è da sempre nel suo stile, in licenza il suo sistema operativo, essa ha creato allo stesso tempo un sistema che per la sua chiusura ricorda molto iOS.
Microsoft ha scelto infatti di permettere l’installazione del suo sistema operativo solo su device che presentassero delle caratteristiche tecniche minime abbastanza elevate, per cercare di evitare che il suo sistema subisse rallentamenti o presentasse prestazioni al di sotto delle aspettative. Ha inoltre impedito quasi ogni tipo di personalizzazione, così che ogni dispositivo WM7 riceva aggiornamenti in tempo reale, abbattendo così il pesante limite della frammentazione. Come vedremo però, a differenza di iOS, WM7 viene venduto su device dai form factor più svariati, permettendo all’utente di scegliere tra telefoni dallo schermo più o meno grande, con o senza qwerty e via discorrendo.

Lo stile grafico di WM7, la Home Screen e gli Hubs

Che piaccia o meno, la linea di Windows Phone 7 rappresenta un'assoluta novità nei sistemi operativi : l’idea alla base dell’interfaccia è che il nostro schermo non contenga da solo tutto l'OS, ma che esso si estenda oltre i limiti dello schermo: per passare così da un menù all'altro dobbiamo spostarci lateralmente con il touchscreen. Questa può rappresentare una soluzione più o meno comoda, ma una volta che ci siamo abituati a essa ci permette di navigare all'interno del sistema con estrema velocità.
La home screen di Windows Phone contiene fino a un Massimo di 8 quadrati (che aumentano ovviamente se si scorre verso l’alto o verso il basso) chiamati Tiles. I Tiles sono collegamenti interattivi ad applicazioni, ed hanno la capacità di aggiornarsi in tempo reale, fungendo da utile alternativa ai Widget di Android. Scorrendo con il dito sulla Home screen lateralmente, o mettendo il telefono in landscape (ossia in orizzontale) disporremo dell’interfaccia che ci mostra le icone delle varie applicazioni del sistema operativo (per intenderci, un po' come accade sull’iPhone nella home screen), e questo ci permetterà di ritrovare più rapidamente applicazioni non inserite nei Tiles.
Tutte le applicazioni di WM7 sono divise in HUBS, grandi “aggregatori di contenuti”, che permettono di accedere a più informazioni e applicazioni correlate dallo stesso menù. Per farvi capire meglio è bene spiegare bene quanto sia buona l’integrazione di WM7 con i social network: la rubrica di WM7 presenta una perfetta integrazione con i social network, e così anche le immagini e i video. Così quando aprirete la rubrica, e entrerete nella voce di un contatto, non vedrete solo il suo numero di telefono, ma anche il suo status su Facebook e i suoi aggiornamenti su twitter. Quando aprirete la cartella delle vostre fotografie non vedrete soltanto le fotografie scattate dal vostro smartphone o caricate dal computer, ma anche quelle che avete caricato su facebook e windows live. Gli hubs permettono quindi di semplificare la vita dell’utente mettendogli sott’occhio non soltanto le informazioni a cui è abituato ad accedere offline, ma anche a tutte quelle che dovrebbe cercarsi online, saltando da un social network all’altro.
Tutta l’interfaccia di Windows Phone 7 scorre in modo estremamente fluido nativamente, mettendosi al pari anche di iOS e dei sistemi più blasonati per la loro reattività.

Office e Xbox Live

L’impronta social di WM7 la ritroviamo anche nella gestione dei documenti Office: grazie alle meraviglie del cloud computing, se disponiamo di Office 2010 potremo modificare in tempo reale i nostri documenti dal nostro smartphone. Tuttavia questa apprezzatissima innovazione si scontra con la clamorosa mancanza del copia-incolla nel sistema operativo, con le scomodità di un multitasking incompleto, e con una generale sensazione che Office per WM7 sia stato messo sul mercato troppo presto, monco di una serie di funzioni che verranno probabilmente aggiunge con update futuri.
Anche l’Hub dedicato a Xbox Live è uno di quelli da cui ci aspettiamo grandi cose. Per quanto ben realizzato e integrato con il servizio offerto da live per Xbox e PC, manca ancora di un multiplayer completo (è presente solo il multiplayer a turni). A parte questa grossa lacuna questo servizio può dirsi già perfettamente implementato, e se verrà sfruttato pienamente sarà un grosso punto di vantaggio per Microsoft rispetto agli altri sistemi operativi.

Multitasking e notifiche

Allo stato attuale, purtroppo il sistema operativo Redmond offre un multitasking estremamente limitato, che non supporta le applicazioni esterne, se non negli aggiornamenti dei Tiles. Siamo comunque ancora lontani dal resto dei sistemi operativi. Per le applicazioni di sistema è invece presente un normale multitasking con notifiche push e capacità di mettere in background le applicazioni.
Proprio per quanto riguarda le notifiche push il sistema operativo Redmond limita il numero di applicazioni che possono utilizzare questa funzione a 15. Per quanto il market di questo sistema operativo sia giovane, presentando poco più di 3000 applicazioni, è ovvio come questo sistema sia inefficiente e vada migliorato con i futuri update. Per quanto quindi il sistema di notifiche sia dotato di un interfaccia gradevole che combina la visualizzazione di Tiles alle notifiche sulla barra di stato, esso non può che venire, allo stato attuale, bocciato.

Applicazioni

Come abbiamo detto precedentemente, il market di Windows Phone 7 contiene poco più di 3000 applicazioni: un numero assolutamente non paragonabile con le centinaia di migliaia di applicazioni dell’appstore Apple e del market di Android. Per quanto come è stato evidenziato da alcuni analisti la crescita di questo market sia rapida, questo finisce per incidere notevolmente sulla qualità dell’esperienza utente: la mancanza di un navigatore, di un comparto giochi ricco come quello di altri sistemi, e di altre comode applicazioni che presto o tardi arriveranno, finisce per mettere in cattiva luce questo sistema rispetto non solo ad android e iOS, ma persino rispetto a sistemi come webOS e BADA.

Browser Internet

Che cosa rese grande il browser di iPhone quando il telefono venne lanciato? Tre cose: rapidità di caricamento, fluidità di navigazione all’interno della pagina, e capacità di renderizzare le pagine al meglio sullo schermo da 3.5 pollici. In queste tre cose Windows Phone 7 eccelle, probabilmente supera addirittura la fluidità e la rapidità del browser di iOS. Tuttavia negli ultimi 3 anni la tecnologia si è evoluta ed è diventato fondamentale nell’esperienza internet mobile poter sfruttare Flash, un browser con il supporto per i plugin, e HTML 5: tutte cose che purtroppo nel browser di Windows Phone mancano. Molti osserveranno che tutte queste caratteristiche verranno implementate man mano con futuri aggiornamenti, ma bisogna considerare anche che gli utenti pagano i loro telefoni adesso, e che queste caratteristiche dovrebbero quindi essere disponibili “out of the box”.

Le lacune e i punti di forza di Windows Phone 7

Schematizziamo brevemente i punti di forza e le carenze del Sistema Operativo.

Per quanto riguarda i punti di forza:
-Possibilità di scegliere l’Hardware del proprio sistema, entro una gamma di dispositivi con caratteristiche Hardware minime prestabilite
-Interfaccia innovativa e grafica pulita
-Fluidità del sistema operativo
-Sicurezza derivante dall’estrema chiusura del sistema operativo
-Presenza di un Software di managing del telefono da computer di buona qualità
-Eccellente implementazione dei social network
-Presenza nativa di Office sincronizzabile “over the air”
-Sincronizzazione Wireless dei contenuti multimediali

Per quanto riguarda le lacune:
-Impossibilità di usare SD esterne
-Povertà di applicazioni del market allo stato attuale
-Impossibilità di trasferire dati tramite bluetooth (verrà risolta in futuro con degli aggiornamenti)
-Impossibilità di usare il telefono come memoria di massa
-Assenza del “copia-incolla”
-Assenza di un vero multitasking
-Assenza di Flash, Silverlight e HTML 5 nel browser
-Assenza di un file Manager interno
-Impossibilità di usare il telefono come navigatore data la mancanza di applicazioni adatte all’uso.

Una delle altre grandi lacune è sicuramente la mancanza di un Jailbreak analogo all’iPhone, che permetta di risolvere almeno parzialmente tutti questi problemi di gioventù del sistema Redmond. Per quanto qualche passo avanti nello sblocco degli Windows Phone 7 sia stato fatto, è impossibile credere di estendere le funzioni di questi telefoni come viene fatto invece per iPhone con Cydia (il programma che, successivamente al jailbreak, permette di estendere notevolmente le funzioni del sistema).

Windows Phone A chi consigliamo dunque questo sistema operativo? Dobbiamo anzitutto ricordare che questo OS (come gli altri due presentati precedentemente) sono dedicati a coloro che facciano un uso del device completo ed esteso. Insomma se volete soltanto telefonare e mandare messaggi, probabilmente potete cercare qualche OS più semplificato. Se invece avete intenzione di sfruttare tutte le potenzialità di questi device, navigando in rete, giocando, o utilizzandoli per lavorare, allora Windows phone 7 rappresenta un'alternativa fresca ai sistemi operativi maggiori. Eppure, presenta una serie di difetti di gioventù che risulteranno particolarmente odiosi per coloro che sono abituati alle potenzialità di sistemi più “anziani” come iOS e Android. Tuttavia l’estrema reattività, la generale stabilità del sistema, la splendida interfaccia e l’aspettativa di futuri sviluppi sommate all’ottima politica di prezzi usata per alcuni device che montano questo sistema, lo rendono comunque estremamente appetibile e uno dei sicuri concorrenti per la guerra degli smartphone.