Guida alle stelle più strane del nostro Universo

Esistono tanti corpi celesti all'interno del nostro Universo e molti di questi sono davvero strani... Altri, invece, sono ancora più unici e bizzarri.

speciale Guida alle stelle più strane del nostro Universo
Articolo a cura di

L'Universo è un luogo pieno di mistero, vuoto, galassie, pianeti e stelle. Quest'oggi è proprio di queste che vogliamo parlarvi, le stelle. Sappiamo che sono fondamentali, da certi punti di vista, per l'emergere della vita, così come è accaduto con la Terra.
Altre, invece, a causa della loro peculiarità non potrebbero mai ospitare della vita o, semplicemente, non hanno i mezzi necessari per farlo. Non sono solo i pianeti ad essere strani all'interno dell'Universo, anche le stelle possono esserlo. E siamo pronti a dimostrarvelo.

PSR J0002+6216, la stella più veloce

Non sappiamo dove sia diretta la stella chiamata PSR J0002+6216, ma sappiamo che si sta spostando in questa misteriosa destinazione davvero molto velocemente. L'astro, infatti, si sta muovendo alla velocità assoluta (la misura di quanto spazio si percorre in un certo tempo) di 1.130 chilometri al secondo. Quanto basta per coprire dalla Terra alla Luna in sei minuti.
Ci sono alcune di queste stelle "iperveloci" in fuga nella Via Lattea, ma poche con origini chiare come J0002. È una pulsar, un tipo di stella di neutroni in rapida rotazione: il nucleo collassato di una stella massiccia dopo che è diventata una supernova (ve ne abbiamo parlato nel dettaglio nel nostro speciale). La supernova era così potente che ha cacciato la stella e l'ha schizzata via attraverso la galassia ad altissima velocità.

HD 140283, la stella più vecchia di tutte

HD 140283 è davvero una stella molto particolare. È vecchia, incredibilmente vecchia, quasi come l'Universo stesso. HD 140283 è infatti chiamata anche "la stella Matusalemme". Sappiamo che l'universo ha circa 13,8 miliardi di anni e sulla base delle misurazioni di Hubble della sua luminosità nel 2013, HD 140283 sembrava avere circa 14,5 miliardi di anni.

C'è, però, un margine di errore di 800 milioni di anni: questo significa che, se i calcoli fossero giusti, potrebbe facilmente essere ancora la stella più vecchia del cosmo. Se l'età fosse confermata a 14,5 miliardi di anni, invece, dovremmo rivedere la nostra comprensione dell'Universo.
Con un livello di ferro inferiore di 250 volte rispetto al Sole è tra le stelle della popolazione II più vicine alla Terra ed è studiata dagli astronomi per la sua grande velocità radiale e l'età molto elevata.

KIC 8462852, l'ipotetica struttura aliena

Tutti gli appassionati sicuramente conosceranno KIC 8462852, chiamata anche Tabby's Star. Scoperta dall'astronomo Tabetha Boyajian dell'Università di Yale, il corpo celeste mostrò un comportamento davvero insolito di un aumento e abbassamento di luminosità. Le fluttuazioni non sono del tipo regolare che ci si aspetterebbe da pianeti in orbita o da una stella variabile. Questi cali della luminosità, infatti, sono apparentemente casuali, con periodi luminosi e di oscurità (fino al 22%) che durano per quantità di tempo variabili.
I ricercatori ritengono che la spiegazione più plausibile sia la presenza di una nube di comete disintegrate in orbita ellittica attorno alla stella. Il SETI Institute ha iniziato il 19 ottobre 2015 a puntare le antenne paraboliche verso la stella per ricercare emissioni radio provenienti da vita extraterrestre intelligente, ma le prime due settimane di ricerche hanno dato esito negativo. L'opzione della megastruttura aliena, più comunemente considerata una sfera di Dyson, appare poco probabile.

EPIC 204376071, l'altra stella ancora più strana

Se pensavate che KIC 8462852 fosse affascinante, aspettate di sentire parlare di EPIC 204376071. Nel 2019, gli astronomi hanno riferito di qualcosa che ha bloccato la luce di questa stella - a soli 440 anni luce di distanza - fino all'80% per un'intera giornata.
Il corpo celeste si è oscurato all'improvviso, ha raggiunto il picco dell'80 percento e poi è tornato nuovamente ad illuminarsi, più lentamente, probabilmente perché qualcosa è passato davanti all'astro.

La domanda che adesso vi starete facendo è: che cosa? La corrispondenza più vicina per la curva di luce riscontrata sarebbe da ricercare in un sistema ad anello inclinato in orbita attorno alla stella; tuttavia, sarebbe dovuto essere molto grande e il modello non si adattava perfettamente ai calcoli degli addetti ai lavori. Gli astronomi stanno effettuando più misurazioni della stella per cercare di capire se qualcosa stia orbitando attorno ad essa.

Insomma, senza dubbio si tratta di un evento davvero insolito per una stella, talmente insolito da far impallidire tutti gli eventi simili (come quello della Tabby's Star, ad esempio).

HD 101065, la stella più pesante

Questa stella è davvero incredibile. Si chiama HD 101065, o Przybylski's Star; appartiene a una classe, chiamata "stelle Ap", la cui luce pulsa molto rapidamente. Eppure la stella stessa ha una rotazione molto lenta: HD 101065 ruota solo una volta ogni 188 anni. Ciò potrebbe essere dovuto a una chimica insolita, che può essere trovata, in particolar modo, nelle stelle Ap. Tuttavia, HD 101065 ha una chimica come nessun caso mai trovato; ha basse quantità di ferro e nichel, ma elevate quantità di elementi pesanti come stronzio, cesio, uranio e neodimio. Inoltre, sembra avere un alto livello di elementi chiamati attinidi, l'unica stella in cui sono stati trovati (fino ad ora).
Questi sono gli elementi pesanti, tutti radioattivi, che nella stella hanno breve durata. Tutto questo, però, è piuttosto sconcertante, per un semplice motivo: a causa della loro breve "emivita" non dovrebbero essere riconosciuti dagli astronomi come elementi pesanti, perché dovrebbero essere ormai "deceduti" e non rintracciabili. La spiegazione migliore data finora sulla stella è che questi attinidi siano la forma decaduta di elementi super pesanti ancora sconosciuti e ricercati da tempo, che si ipotizza esistano da qualche parte là fuori nell'Universo.