Huawei Mate 20 Pro: sblocco facciale 3D, batteria da 4200 mAh e nuovo display?

Huawei Mate 20 Pro è recentemente stato al centro di una pioggia di leak, che ne hanno svelato essenzialmente tutte le caratteristiche.

speciale Huawei Mate 20 Pro: sblocco facciale 3D, batteria da 4200 mAh e nuovo display?
Articolo a cura di

Mancano poche settimane all'annuncio di Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro, che verranno svelati in un apposito evento che si terrà il prossimo 16 ottobre a Londra. Ebbene, come per ogni smartphone che si rispetti, anche per il top di gamma della società cinese è arrivata l'ora di fare i conti con quella che è oramai diventata una realtà consolidata: il fenomeno dei leaker, che svelano in anticipo le caratteristiche di un prodotto in uscita.
Questa pratica è incrementata esponenzialmente nel corso degli anni, arrivando a svelare tutti i dettagli degli smartphone a diverse settimane dall'annuncio ufficiale, rendendo di fatto l'evento di presentazione una pura formalità. Come accennato in apertura, ora è giunto il turno di Huawei Mate 20 Pro, del quale sono emersi molti dettagli. Facciamo il punto della situazione.

Caratteristiche tecniche, prezzo e uscita

Dopo averci fornito l'antipasto della nuova gamma con la versione Lite, Huawei sembra ora voler fare sul serio per quanto riguarda la fascia alta. Infatti, quello che si nota subito dai render, dalle foto e dai video emersi online è la volontà dell'azienda cinese di distinguere chiaramente il proprio dispositivo dalla massa. Innanzitutto, Mate 20 Pro dovrebbe disporre di un notch stile iPhone X, mentre la variante base dovrebbe utilizzare un pannello con uno screen-to-body più elevato e un notch "a goccia". Questo è un tratto distintivo abbastanza importante, visto che l'utente è in grado di scegliere la tacca che più rientra nei suoi gusti. Non solo estetica però, perchè la variante Pro, con notch più grande, dovrebbe integrare il riconoscimento facciale 3D, il cui hardware necessita di maggiore spazio per essere collocato.
Oltre a questo, la caratteristica peculiare dei due dispositivi è l'oramai certa tripla fotocamera con flash LED disposta a quadrato. Il design viene modificato in modo netto rispetto al passato, ma si tratta comunque di un elemento che fa riconoscere la nuova gamma a prima vista. Insomma, Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro si faranno distinguere.

Novità importanti anche dalle altre caratteristiche tecniche, con un recente leak che ha svelato interamente quelle legate alla variante più performante dello smartphone, ovvero la Pro. Ebbene, essa dovrebbe montare un display OLED da 6,3 pollici con risoluzione QHD+ (3120 x 1440 pixel) e cornici particolarmente ridotte, il nuovo processore Kirin 980 con processo produttivo di 7nm e 6GB di RAM. Una configurazione che dovrebbe fare faville sia in ambito quotidiano che per quanto riguarda il gaming.
Huawei ha annunciato all'IFA che il suo nuovo processore offre prestazioni migliori del 22% e allo stesso tempo consumi ridotti del 32% rispetto a un Qualcomm Snapdragon 845 durante il gioco. Recentemente, la società cinese ha fatto sapere anche che il suo SoC è più potente dell'A12 Bionic di Apple, con quest'ultimo che ha fatto registrare benchmark impressionanti. Altra caratteristica che, se confermata, farà felici gli appassionati è il sensore di impronte in-display, soluzione che consentirebbe una maggiore comodità in fase di utilizzo.

Non mancano poi una batteria che potrebbe raggiungere i 4200 mAh, e che dovrebbe garantire un'autonomia da primato, oltre a 128GB di memoria interna. Il sistema operativo sarà Android 9 Pie con personalizzazione EMUI.
Ma veniamo al comparto fotografico: si vocifera di un obiettivo frontale da 24MP, mentre la tripla fotocamera posteriore dovrebbe essere caratterizzata da sensori con apertura variabile, da f/1.7 fino a f/2.4, con lunghezza focale da 16 a 80 mm. Inoltre, lo zoom ottico dovrebbe arrivare a 5x. Non dovrebbe mancare anche la ricarica wireless. Le colorazioni disponibili saranno probabilmente Black, Blue e Twilight.
Parlando di disponibilità e prezzi, secondo gli ultimi rumor rilanciati dal noto leaker Roland Quandt, il telefono potrebbe subire qualche ritardo nell'arrivo in alcuni mercati europei. Tuttavia, Italia e Spagna dovrebbero essere fortunate, visto che si tratta di mercati di punta per la società cinese. Per quanto riguarda il prezzo, si vocifera che esso superi i 1000 euro, ma non ci sono ancora indiscrezioni precise in merito.