Huawei Mate 20 Pro: tripla fotocamera, SoC a 7 nm e batteria da 4200 mAh?

A ottobre potremmo vedere dal vivo il nuovo Huawei Mate 20 Pro, che porterà molte novità, tra cui il primo SoC a 7 nm al mondo per smartphone.

speciale Huawei Mate 20 Pro: tripla fotocamera, SoC a 7 nm e batteria da 4200 mAh?
Articolo a cura di

Huawei ci ha abituato ad upgrade costanti nel corso del tempo. Ogni anno, gli aggiornamenti più importanti all'hardware dei suoi smartphone vengono suddivisi equamente tra la gamma Mate e quella P. Sul Mate, di norma, vengono lanciati i nuovi processori, mentre sul P vengono implementati i miglioramenti al comparto fotografico.
Anche quest'anno, a quanto pare, andrà così. Se sul P20 Pro la casa cinese ha puntato tutto sulla tripla fotocamera, sul Mate 20 Pro potremmo vedere all'opera il nuovo SoC Kirin 980, che potrebbe essere il primo ad arrivare sul mercato con un processo produttivo a 7 nm (Apple permettendo), molto importante in un'ottica prestazioni-consumi.

Non solo Kirin

I rumor sul Mate 20 Pro vanno tutti in direzione della presenza del nuovo SoC Kirin 980, punta di diamante del rooster di tecnologie Huawei. Ancora non è ufficiale, per quello bisognerà attendere l'IFA di Berlino alla fine di agosto, ma intanto alcune delle sue caratteristiche si conoscono già. A quanto pare, il Kirin 980 sfrutta un processo produttivo a 7 nm e integra 8 Core, di cui 4 Cortex A76 e 4 Cortex A55, capaci di un clock massimo di 2.8 GHz. La GPU è una Mali-G72, che dovrebbe avere al suo interno il doppio dei Core disponibili sull'attuale Kirin 970. Interessante è la possibile presenza di una NPU (Neural Process Unit) di seconda generazione; resta però da capire quali novità pratiche porterà con sé, ancora tutte da scoprire.
I miglioramenti non riguardano solo il processore però, perché sembra che Huawei voglia dotare il suo top di gamma delle migliori tecnologie oggi disponibili, a cominciare dallo schermo. Il display AMOLED è confermato, ma crescono le dimensioni e la risoluzione. La diagonale dovrebbe passare da 6 a 6.25 pollici, mentre sembra certo l'abbandono della risoluzione Full HD+ in favore di una più elevata. Alcuni rumor affermano anche che la variante Pro del Mate 20 possa avere un enorme display da 6.9", ma sembra piuttosto improbabile, vista la scarsa maneggevolezza che ne deriverebbe. Presente ovviamente il Notch, mentre molto dubbi riguardano la posizione del lettore di impronte digitali. Escluso che venga collocato frontalmente, anche per lasciare spazio allo schermo, Huawei potrebbe decidere di installarlo sotto al display, come nel Mate RS Porsche Design. In alternativa, Mate 20 Pro potrebbe puntare anche su uno sblocco biometrico tramite la cam frontale, ma non ci sono notizie su particolari tecnologie in sviluppo in questo senso.

Secondo i rumor, la RAM dovrebbe essere da 6-8 GB, mentre la memoria interna sarà disponibile nei tagli da 128 o 512 GB. Nessuna informazione è trapelata invece sul comparto fotografico, ma non ci aspettiamo rivoluzioni rispetto alla tripla fotocamera di P20 Pro, solo qualche miglioramento. Miglioramento che potrebbe arrivare anche per la batteria, già ottima su Mate 10 Pro, che potrebbe salire da 4000 a 4200 mAh. Se questo sarà confermato, l'ottimizzazione del processo produttivo della CPU potrebbe dare un ulteriore boost all'autonomia, che raggiunge già ora i due giorni pieni sull'attuale modello. Le premesse per la realizzazione di un ottimo top di gamma ci sono tutte quindi, appuntamento ad ottobre per capire davvero come sarà il prossimo Mate 20 Pro.