Huawei Mate 30: tutto sui prossimi smartphone, dal prezzo ad HarmonyOS

Quest'anno la gamma di smartphone Huawei Mate 30 potrebbe portare parecchie novità, da HarmonyOS fino alla "fotocamera circolare".

speciale Huawei Mate 30: tutto sui prossimi smartphone, dal prezzo ad HarmonyOS
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Sembra proprio che sarà un settembre infuocato quello che ci aspetta. Infatti, oltre alla presentazione dei nuovi iPhone, ci dovrebbe essere anche l'evento di annuncio della nuova gamma di smartphone Huawei Mate 30. Stando a diverse fonti internazionali, il grande giorno scelto dalla società cinese sarebbe il prossimo 19 settembre 2019. Le novità potrebbero essere più importanti del previsto, visto anche il recente annuncio di HarmonyOS, il sistema operativo proprietario di Huawei. Secondo molti, l'azienda cinese non perderà quest'occasione e la sfrutterà per lanciare il primo smartphone montante il nuovo OS. Probabilmente si tratterà di una sorta di "soft launch": HarmonyOS potrebbe essere utilizzato solamente in Cina dalla gamma Mate 30 oppure Huawei potrebbe testare il sistema operativo nella fascia bassa con Mate 30 Lite. Insomma, difficilmente i top di gamma di quest'anno faranno questo importante passo, viste anche le recenti dichiarazioni dell'azienda. Andiamo a vedere nel dettaglio le possibili novità che verranno introdotte dalla gamma Mate 30.

Caratteristiche tecniche, prezzo e uscita

Un primo aspetto da tenere in considerazione è che lo scorso anno la gamma Mate 20 è stata annunciata il 16 ottobre e che in questo periodo avevamo già in mano la versione Lite di Huawei Mate 20. Nonostante quest'anno l'evento di annuncio sembri essere stato anticipato, non sappiamo ancora nulla su Huawei Mate 30 Lite (anche se potrebbe essere annunciato a fine mese durante l'IFA di Berlino). Forse sarà una semplice coincidenza, ma questo potrebbe realmente significare che la società cinese ha in mano una sorpresa (ovvero l'adozione di HarmonyOS). Insomma, paradossalmente quest'anno potrebbe essere la variante inferiore di Mate 30 a catalizzare l'attenzione del pubblico. D'altronde, sono recentemente trapelate online alcune foto di questo dispositivo che sembrano confermare la presenza di una quadrupla fotocamera disposta a quadrato (forse alcune lenti verranno riprese da Huawei Mate 20), di un sensore di impronte digitali classico posto sul retro e di un foro per la fotocamera in alto a sinistra nella parte anteriore. Si parla inoltre di una scheda tecnica di tutto rispetto: un display da 6,26 pollici con risoluzione Full HD+, un processore HiSilicon Kirin 810, 6/8GB di RAM, 128/256GB di memoria e batteria da 3900 mAh. Insomma, capite bene che se il prezzo si manterrà vicino a quello del predecessore, ovvero circa 400 euro, potremmo trovarci dinanzi a un vero best buy.

Passando alla fascia alta del mercato, quello che si nota subito dai render, dalle foto e dai video emersi online è la volontà dell'azienda cinese di distinguere chiaramente il proprio dispositivo dalla massa. Infatti, Mate 30 Pro dovrebbe disporre di una tripla fotocamera posteriore da 40MP + 40MP + 8MP + flash Dual LED disposti in modo circolare sul retro del dispositivo. La vera novità sarebbe però da ricercare nella lente Cine-Lens, pensata per la registrazione di video in tutte le condizioni (anche in movimento) e per garantire un'alta qualità per quanto riguarda la messa a fuoco, la gestione della luce, l'apertura e tutte le funzionalità legate al comparto fotografico. Nella parte anteriore, non dovrebbero mancare un notch stile iPhone X e un lettore di impronte digitali in-display. Come potete vedere dai render che accompagnano l'articolo, questo è un tratto distintivo abbastanza importante, visto che la backcover di Mate 30 Pro si fa certamente notare (in positivo o in negativo, a seconda dei gusti). Non solo estetica però, perchè la variante Pro dovrebbe adottare anche un processore Kirin 990, che dovrebbe portare un buon aumento in termini di prestazioni e consumi. Alcune fonti parlando invece di un processore Kirin 985 con processo produttivo a 7nm, affiancato da un chip Balong 5000 per il supporto alla connettività 5G.
Oltre a questo, non dovrebbero mancare un display AMOLED da 6,7 pollici con refresh rate da 90Hz, fino a 12GB di RAM, fino a 1TB di memoria interna UFS 3.0, una batteria da 4500 mAh con supporto alla ricarica rapida da 55W e una fotocamera anteriore da 32MP. Insomma, la variante Pro di Huawei Mate 30 dovrebbe essere un "mostro di potenza", stando alle indiscrezioni trapelate online. Probabilmente, il sistema operativo sarà Android Q con personalizzazione EMUI 10.

Anche la variante base Huawei Mate 30 dovrebbe rimanere utilizzare il robottino verde, ma in questo caso chiaramente si scende in termini di specifiche. Il dispositivo dovrebbe infatti montare un processore Kirin 985, affiancato da 6/8GB di RAM e 128/256/512GB di memoria interna. Stando a diverse fonti internazionali, la batteria sarebbe da 4000 mAh, mentre la fotocamera anteriore da 32MP e la quadrupla fotocamera dovrebbero rimanere anche nella variante base. Tuttavia, qui dovrebbe mancare la lente Cine-Lens. Si vocifera inoltre che il modello base di Mate 30 potrebbe disporre di un notch "a goccia", in modo da differenziarsi dal modello Pro in termini di design. D'altronde, questo è già avvenuto lo scorso anno con Mate 20 e Mate 20 Pro. Per quanto riguarda i prezzi, i rumor parlano di 1099 euro per il modello Pro, di circa 800 euro per il modello base e di circa 400 euro per Mate 30 Lite. Staremo a vedere, il 19 settembre 2019 non è poi così lontano.