Huawei P20: nuovi indizi sulla tripla cam e tutti i rumor a un giorno dal lancio

Huawei P20 e tutte le sue varianti saranno presentate domani a Parigi, nel frattempo sono emerse conferme sulle feature della tripla fotocamera.

speciale Huawei P20: nuovi indizi sulla tripla cam e tutti i rumor a un giorno dal lancio
Articolo a cura di

Domani sarà un grande giorno per Huawei. Il nuovo top di gamma della casa cinese, e tutte le sue varianti, saranno infatti svelate a Parigi, in una presentazione molto attesa dalla stampa e dal pubblico. In tutto dovrebbero essere tre i modelli in arrivo, più probabilmente un quarto sviluppato in collaborazione con Porsche Design, per una lineup che dovrebbe abbracciare un ampio range di mercato a livello di prezzi. Alla base della gamma ci sarà P20 Lite, già arrivato nei negozi italiani, a cui seguono le varianti P20 e P20 Pro. Tre smartphone dal design all'apparenza simile ma molto diversi, a cominciare dal comparto fotografico, che si preannuncia pieno di novità.

Nuovi indizi sulla tripla fotocamera

Solo con la presentazione di Parigi, a cui saremo presenti, si conosceranno tutti i dettagli sui nuovi smartphone, nel frattempo però Huawei non ha mancato di fornirci qualche indizio sulle funzioni della tripla fotocamera. Ma andiamo con ordine e partiamo dal P20 Standard (le specifiche ufficiali del P20 Lite sono già note), di cui sono già disponibili le presunte specifiche tecniche. La scocca dovrebbe essere in metallo con back cover in vetro e certificazione IP67. Sul davanti, lo schermo borderless occupa tutta la superficie frontale, ad esclusione del bordo basso, dove è collocato il lettore di impronte digitali, e del notch nella parte alta. Il lettore di impronte collocato in questa posizione è certamente comodo, mentre il notch è un elemento che vedremo sempre più spesso negli smartphone Android, meglio farsi l'abitudine. Il nuovo device dovrebbe essere dotato di un sistema di riconoscimento facciale per lo sblocco, da vedere però se dotato di sensori dedicati o se eseguito via software. Il display potrebbe avere una diagonale da 5.8" e utilizzare un pannello LCD con risoluzione 2240x1080 pixel e aspect ratio 18:9.
Sul retro non troviamo la tripla fotocamera, esclusiva a quanto pare solo per la variante Pro, ma una dual cam con ottiche Leica, formata da un sensore da 20 Megapixel monocromatico e da uno da 12 Megapixel RGB. Pieno supporto dovrebbe essere dato ai video in 4K e allo slow motion fino a 960 fps in 720p. Interessante notare come la cam frontale dovrebbe essere da ben 24 Megapixel ed essere particolarmente performante in scarse condizioni di luminosità.
Il processore scelto sarà invece il Kirin 970, lo stesso Octa Core visto sul Mate 10 Pro. Considerati certi i 4 GB di RAM e i 128 GB di memoria interna non espandibile, mentre la batteria dovrebbe essere da 3400 mAh, ricaricabile via wireless. Il prezzo, trapelato anche da ePrice, dovrebbe essere di 679€.
Il top di gamma P20 Pro invece presenta specifiche più spinte, a partire dal display, con pannello OLED da 6.1" con risoluzione di 2240x1080 pixel, anche questo dotato di notch nella parte alta e di lettore di impronte digitali nel bordo inferiore. Il SoC dovrebbe essere sempre il Kirin 970, ma questa volta in coppia con 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.
Differenza importante rispetto alla variante standard sarà il comparto fotografico, dotato di tre fotocamere con caratteristiche distinte. La presenza della tripla cam era ormai certa, ma Huawei ha dato conferma delle sue funzionalità nel fine settimana grazie a un kit stampa giunto in redazione, di cui trovate un'immagine qui sotto.

Il pack, composto da tre parti, non fa altro che confermare i rumor delle ultime settimane. La prima parte parla di "Un nuovo rinascimento della fotografia", sottolineando le caratteristiche uniche, secondo la casa cinese, di questi sensori. La "A" e la "I" in rosso invece indicano l'utilizzo dell'intelligenza artificiale nel software della cam, che abbiamo già apprezzo nel Mate 10 Pro ma che qui potrebbe essere ulteriormente sviluppata. La seconda parte del pack vede invece la scritta "Dal buio alla luce" indicando un focus marcato sugli scatti in scarse condizioni di luminosità, mentre l'ultima parte del pack contiene un cannocchiale, segno evidente della presenza di uno zoom senza perdita di qualità più potente del solito.
Questi indizi indicano le caratteristiche principali del triplo sensore del P20 Pro, ma non danno purtroppo riscontri sulle specifiche, per le quali dobbiamo affidarci ai rumor. Secondo quanto trapelato da WinFuture, sembra che uno dei tre sensori potrà scattare foto da 40 Megapixel native, senza interpolazione o altri escamotage software. Un altro sensore invece sarà utilizzato come teleobbiettivo 3x, per uno zoom totale di 5x ottenuto combinando gli scatti di questo sensore con quello principale da 40 Megapixel. L'ultimo sensore dovrebbe invece essere dedicato alle immagini in bianco e nero.

Le tre ottiche dovrebbero avere un'apertura diversa le une dalla altre, da f/1.6 a f/2.4: combinando i risultati ottenuti dalle diverse cam si dovrebbero ottenere risultati potenzialmente ottimi in scarse condizioni di luminosità, ma questo è ancora tutto da scoprire. Non manca anche qui la possibilità di girare video in 4K e slow motion da 960 fps a 720p, mentre la batteria dovrebbe essere da 4000 mAh. Il prezzo in questo caso potrebbe toccare quota 899€, ma è ancora tutto da confermare. Sia P20 che P20 Pro montano di serie Android Oreo 8.1 con interfaccia EMUI 8.1. A questo punto non resta altro da fare che attendere domani, quando i due smartphone saranno presentati ufficialmente.