I 5 migliori smartphone dell'anno sotto i 200 euro, Everyeye Awards

È arrivato il momento di decretare i 5 migliori smartphone del 2019 per quanto riguarda la fascia di prezzo sotto i 200 euro.

speciale I 5 migliori smartphone dell'anno sotto i 200 euro, Everyeye Awards
Articolo a cura di

Dicembre 2019 è arrivato ed è giunto il momento di tirare le conclusioni in merito all'anno appena trascorso. Per questi Everyeye Awards, partiamo ovviamente dai dispositivi appartenenti alla fascia di prezzo sotto i 200 euro. Quali saranno gli smartphone che hanno convinto la nostra giuria? Tra sorprese dell'ultimo momento e cali di prezzo, i colpi di scena non sono mancati. Tutto sommato possiamo dire che sono stati dodici mesi positivi per il mercato dei dispositivi mobili, ma vediamo insieme quali sono stati gli smartphone che hanno segnato il 2019. Vi ricordiamo che i prezzi tenuti in considerazione sono unicamente quelli di Amazon Italia e dei siti ufficiali dei produttori.

Realme 5 Pro

Realme è sicuramente l'azienda "sorpresa" dell'anno. La società cinese non ha praticamente sbagliato un colpo e ogni smartphone che ha lanciato si è rivelato un prodotto valido. Per quanto riguarda la fascia di prezzo sotto i 200 euro, fino all'ultimo momento sembrava che Realme 3 Pro potesse vincere il premio. Invece, con un lancio avvenuto l'8 novembre 2019, l'azienda cinese ha immesso sul mercato Realme 5 Pro, successore del succitato smartphone. Per maggiori dettagli, vi invitiamo a consultare la nostra notizia dedicata a Realme 5 Pro.
Il dispositivo ha convinto critica e pubblico sin da subito, tanto da venire etichettato come "best buy" da praticamente chiunque lo abbia provato. I maggiori punti di forza sono da ricercarsi nelle prestazioni superiori alla media, nell'autonomia granitica, nella buona solidità costruttiva e nel comparto fotografico che rientra tra i migliori di questa fascia di prezzo. Il display è invece nella media.

Le principali pecche sono invece il sistema operativo ColorOS, che secondo molti ha un'interfaccia grafica da rivedere, e il design non dei più convincenti. Il comparto connettività è completo: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5, jack audio da 3,5 mm per le cuffie e porta USB Type-C. Viene però a mancare l'NFC. Tuttavia, sono sicuramente pochi i dispositivi che riescono a tenere testa a questo Realme 5 Pro, che viene venduto a un prezzo di 189 euro sul sito ufficiale dell'azienda (modello 4/128GB). Fino al 2 dicembre 2019 con l'acquisto dello smartphone potete portarvi a casa anche le Realme Buds 2 in omaggio.

Redmi 8A

Lanciato a inizio novembre 2019, Redmi 8A è lo smartphone più economico presente in questa classifica, visto che si può acquistare a un prezzo di 99 euro su Amazon Italia tramite rivenditori (modello 2/32GB). Si tratta di un costo piuttosto ridotto, che sicuramente permette agli utenti meno esigenti di portarsi a casa uno smartphone in grado di svolgere tranquillamente le classiche attività quotidiane.
In ogni caso, nonostante il nome simile, Redmi 8 si differenzia molto da Redmi Note 8. Infatti, lo smartphone punta particolarmente sull'autonomia, visto che monta una batteria da ben 5000 mAh (contro quella da 4000 mAh di Redmi Note 8).

Questa è la caratteristica peculiare del dispositivo, ma lo smartphone ha anche altri punti di forza, come il triplo slot (Dual nanoSIM + microSD fino a 512GB), un comparto connettività tutto sommato completo (jack per le cuffie, USB Type-C, 4G LTE, viene però a mancare l'NFC) e una dual camera superiore alla media della fascia di prezzo. I principali lati negativi sono da ricercarsi nelle prestazioni non ottimali e nel display con risoluzione HD+, ma sono cose ovvie e risultano piccolezze dinanzi a un prezzo del genere. Insomma, sicuramente Redmi 8A è una buona scelta per chi ha un budget limitato. Per maggiori dettagli, vi rimandiamo alla nostra notizia dedicata a Redmi 8A.

Huawei P Smart Z

Arrivato in Italia a metà 2019, Huawei P Smart Z è recentemente calato di prezzo, raggiungendo la fascia sotto i 200 euro, visto che viene venduto a 187 euro su Amazon Italia tramite rivenditori (variante 4/64GB). Se il prezzo originale lo faceva "scontrare" con dispositivi di altra caratura, quello odierno lo rende sicuramente molto più appetibile. Lo smartphone è quindi entrato in questa classifica in extremis, sostituendo Huawei P Smart 2019, che abbiamo consigliato fino allo scorso mese.
In ogni caso, i punti di forza del dispositivo sono sicuramente il design all-screen con fotocamera pop-up, che risulta difficile da trovare in questa fascia di prezzo, l'autonomia granitica, il completo comparto connettività (ci sono anche USB Type-C, NFC e jack audio da 3,5 mm), la buona solidità costruttiva e la solita esperienza software a cui l'azienda cinese ci ha abituato.

Per maggiori dettagli, vi invitiamo a consultare la nostra recensione di Huawei P Smart Z. Le pecche però non mancano, dalle prestazioni non esattamente esaltanti al comparto fotografico non dei migliori, passando per delle dimensioni più da phablet che da smartphone (lo schermo è da 6,59 pollici). In ogni caso, si tratta sicuramente di uno dei dispositivi più interessanti in questa fascia di prezzo, soprattutto per via del design all-screen.

Redmi Note 7

Redmi Note 7 è probabilmente lo smartphone che più ha rappresentato il 2019, perlomeno per quanto riguarda l'Italia. Questo dispositivo è stato per lungo tempo ai vertici delle classifiche di vendita, considerato da molti lo "smartphone da battere". Questo successo del resto non sorprende: l'azienda cinese è riuscita a comprendere le esigenze del pubblico, "tagliando" sulle funzionalità meno ricercate e puntando tutto su quelle richieste a grande voce dall'utenza. Per maggiori informazioni, vi consigliamo di leggere la nostra recensione di Redmi Note 7.

I maggiori punti di forza dello smartphone sono la buona solidità costruttiva e l'ottimo comparto fotografico. A livello di connettività, troviamo una porta USB Type-C e il jack audio per le cuffie, ma viene a mancare l'NFC. Quest'ultima mancanza è, insieme a qualche sbavatura lato software, tra le poche pecche del dispositivo.
Redmi Note 7 viene venduto a circa 150 euro su Amazon Italia tramite rivenditori (variante 4/64GB). Nonostante il recente arrivo di Redmi Note 8, di cui parleremo in seguito, abbiamo voluto inserire comunque lo smartphone perché Redmi Note 7 si merita sicuramente di rientrare tra i migliori dispositivi dell'anno.

Scelta del mercato: Xiaomi Redmi Note 8/Redmi Note 8T

Nel nostro Paese tramite i canali ufficiali sono arrivati solamente Redmi Note 8 Pro e Redmi Note 8T, ma gli italiani non si sono persi d'animo e recentemente hanno iniziato a comprare Redmi Note 8 "in massa". Infatti, a fine 2019, il dispositivo più venduto in questa fascia di prezzo secondo la classifica degli smartphone Bestseller di Amazon è proprio Redmi Note 8. D'altronde, la ROM è quella Global e c'è il supporto alla banda 20, quindi gli appassionati di smartphone non si sono fatti problemi ad acquistare questo modello a un prezzo di circa 160 euro su Amazon Italia tramite rivenditori (variante 4/64GB).

Redmi Note 8 è un signor smartphone: prende quanto di buono fatto dal precedessore e lo porta a un livello successivo. I principali punti di forza sono la buona solidità costruttiva, lo schermo eccezionale per la fascia di prezzo, il completo comparto software, la buona fotocamera e l'autonomia granitica.
Peccato solamente per alcune sbavature a livello software e per la mancanza dell'NFC. Sono invece presenti il jack audio da 3,5 mm e la porta USB Type-C. Insomma, coloro che lo hanno acquistato hanno fatto una buona scelta. Tuttavia, se volete uno smartphone pensato per l'Europa, secondo noi vale la pena spendere i 179 euro richiesti per Redmi Note 8T (modello 4/64GB). Stiamo infatti parlando di due dispositivi pressoché speculari, se non per il fatto che Redmi Note 8T dispone dell'NFC e presenta qualche altra piccola differenza.