I migliori smartphone Android tra i 300 e i 500 euro, Febbraio 2020

Samsung ha portato una ventata di novità per quanto riguarda la fascia di prezzo del mercato Android compresa tra i 300 e i 500 euro.

speciale I migliori smartphone Android tra i 300 e i 500 euro, Febbraio 2020
Articolo a cura di

Il mese che tutti gli appassionati di smartphone stavano aspettando è finalmente arrivato. Siamo a febbraio e, tra gli eventi di aziende del calibro di Samsung e Xiaomi e l'edizione 2020 del Mobile World Congress di Barcellona (Coronavirus permettendo), sicuramente arriveranno delle importanti novità. Tuttavia, ora è il momento di concentrarsi su quanto accaduto nelle ultime settimane nel mondo degli smartphone Android tra i 300 e i 500 euro. Ebbene, l'arrivo dei nuovi dispositivi di Samsung, Galaxy A71 e Galaxy A51, ha portato una ventata d'aria fresca. Andiamo dunque a vedere quali sono i migliori smartphone in questa fascia a febbraio 2020, ricordandovi che i prezzi presi in considerazione sono unicamente quelli presenti su Amazon Italia o sui siti ufficiali dei produttori.

Samsung Galaxy A71

La principale novità in questa fascia di prezzo è sicuramente l'arrivo di Samsung Galaxy A71. Stiamo parlando di uno smartphone annunciato a gennaio 2020 che sta convincendo critica e pubblico. Si tratta infatti di un dispositivo solido sotto molti punti di vista. I suoi principali punti di forza sono la buona autonomia, l'ottimo comparto connettività (NFC, jack audio da 3,5 mm per le cuffie e triplo slot Dual SIM + microSD sono al loro posto) e il reparto fotografico che non delude le aspettative. Le pecche sono invece da ricercarsi nelle prestazioni non esattamente esaltanti, anche se in linea con la media della fascia di prezzo, e in qualche sbavatura relativa ai sensori di sblocco. Un altro aspetto che potrebbe far storcere il naso a qualcuno è il prezzo, visto che quest'ultimo è aumentato rispetto alla precedente generazione. Samsung Galaxy A71 viene venduto a un prezzo consigliato di 479,90 euro, anche se in realtà si può già trovare a 415 euro su Amazon Italia tramite rivenditori (variante 6/128GB).

Realme X2 Pro

Realme X2 Pro è uno smartphone che ha convinto praticamente tutti. D'altronde, stiamo parlando di un dispositivo particolarmente difficile da criticare, dato che dispone di un ottimo rapporto qualità/prezzo e di caratteristiche tecniche che potrebbero appartenere a una fascia più elevata. Per tutti i dettagli del caso, vi consigliamo di consultare la nostra recensione di Realme X2 Pro.
Lo smartphone dà il meglio di se nelle prestazioni superiori alla media (grazie anche al SoC Snapdragon 855+), nell'ottimo schermo con refresh rate di 90Hz, nella ricarica rapida da ben 50W, nell'autonomia che non delude le aspettative, nell'ottima solidità costruttiva e nel buon comparto fotografico.
Tutto è al suo posto anche per quanto riguarda il reparto connettività, tra NFC, jack da 3,5 mm per le cuffie e porta USB Type-C. Le uniche pecche sono invece da ricercarsi in una ColorOS non perfetta, nella memoria interna non espandibile e nel peso non proprio contenuto. In ogni caso, Realme X2 Pro è uno smartphone che convince, grazie anche al suo prezzo di 405 euro su Amazon Italia (modello 8/128GB).

OPPO Reno2

Arrivato nel nostro Paese nella seconda metà del 2019, OPPO Reno2 è uno smartphone di classe, in grado di riprendere quanto di buono fatto dalla precedente generazione e portarlo a un livello successivo. L'azienda cinese ha fatto tutto questo senza andare a toccare il prezzo, con critica e pubblico che sembrano aver apprezzato. Per tutti i dettagli del caso sullo smartphone, vi consigliamo di dare un'occhiata alla nostra recensione di OPPO Reno2. I principali punti di forza del dispositivo sono l'ottimo schermo, la buona autonomia, la cura nei dettagli in termini di design, l'ottima solidità costruttiva e il comparto fotografico in grado di rivaleggiare anche con smartphone di fascia più alta. A tal proposito, potete trovare maggiori informazioni nel nostro test approfondito sulle fotocamere, in cui abbiamo confrontato Reno2 con uno dei migliori cameraphone presenti sul mercato.
Non stiamo però parlando di uno smartphone perfetto: le dimensioni non sono delle più contenute e troviamo anche qui la solita ColorOS, che per alcuni è ancora da rivedere sotto diversi punti di vista. Per il resto, il dispositivo possiede un comparto connettività completo: NFC, jack da 3,5 mm per le cuffie e porta USB Type-C sono al loro posto. OPPO Reno2 viene attualmente venduto a un prezzo di 449 euro tramite i canali ufficiali (variante 8/256GB).

Red Magic 3S

Red Magic 3S è uno smartphone pensato per chi ama il mobile gaming e non vuole spendere troppo. Stiamo infatti parlando di un dispositivo che viene venduto a 479 euro sul sito ufficiale (modello 8/128GB) e dispone di molte caratteristiche tecniche che prima del suo arrivo si potevano trovare solamente su smartphone di fascia più alta. Per maggiori informazioni, vi rimandiamo alla nostra recensione di Red Magic 3S. I principali punti di forza del dispositivo sono da ricercarsi nelle prestazioni superiori alla media della fascia di prezzo, nell'ottimo schermo con refresh rate di 90 Hz, nelle funzionalità dedicate al gaming (LED RGB, trigger e molto altro), nell'autonomia granitica (batteria da 5000 mAh) e nella possibilità di utilizzare accessori come il Magic Adapter. Ci sono però anche delle pecche: il comparto software non è esattamente dei più curati, il comparto fotografico è per certi versi deludente, la memoria non è espandibile e viene a mancare qualcosa a livello di connettività (non c'è l'NFC).

Scelta del mercato: Samsung Galaxy S10e/Xiaomi Mi 9T Pro

Per quanto riguarda lo smartphone più acquistato dagli italiani in questa fascia di prezzo, la classifica dei dispositivi Bestseller su Amazon decreta Samsung Galaxy S10e come vincitore. Tuttavia, se pensate che l'era della gamma Xiaomi Mi 9T sia finita, vi sbagliate. Infatti, poche posizioni dopo Galaxy S10e fa capolino proprio la variante Pro di Mi 9T e quindi, considerando anche da quanto tempo questo smartphone è in classifica, non possiamo fare a meno di citarlo.
Parlando di Galaxy S10e, lo smartphone, arrivato in Italia nella prima metà del 2019, è stato elogiato soprattutto per via dell'ottimo rapporto qualità/prezzo. Al momento, il dispositivo si può acquistare a circa 435 euro su Amazon Italia tramite rivenditori (variante 6/128GB). Per il resto, i principali punti di forza sono la buona solidità costruttiva, le dimensioni relativamente contenute e il comparto fotografico che non delude le aspettative. Le pecche sono invece relative all'autonomia non esattamente al top e ai sensori di sblocco non dei più veloci. Tutto è al suo posto invece in termini di comparto connettività, dal jack audio per le cuffie all'NFC, passando per la ricarica wireless.
Per quanto riguarda invece Mi 9T Pro, quest'ultimo non ha di certo bisogno di presentazioni, ma se volete ulteriori dettagli potete dare un'occhiata alla nostra recensione dello smartphone di Xiaomi.
Se avete invece intenzione di puntare a un modello ancora più aggiornato, vi ricordiamo che recentemente sono stati annunciati Galaxy S10 Lite e Galaxy Note 10 Lite (ma in questo caso si sale di fascia di prezzo).

La questione MWC 2020

Come accennato in apertura, questo mese ci saranno degli annunci piuttosto importanti. Difficile però pensare che Samsung possa presentare uno smartphone in questa fascia di prezzo, visto anche il recente lancio dei succitati Galaxy A71 e Galaxy A51. Lo stesso vale per Xiaomi, che dovrebbe andare a puntare su un costo europeo più elevato con la sua gamma Mi 10.
Tuttavia, potrebbero pensarci altre aziende a portare novità al di sotto dei 500 euro. Infatti, a fine mese ci sarà l'edizione 2020 del Mobile World Congress di Barcellona, dove società come Realme potrebbero lanciare dispositivi interessanti. In particolare, sono già emersi rumor e leak su un possibile Realme X50 Pro con processore Qualcomm Snapdragon 865, ma al momento è difficile capire come potrebbe collocarsi sul mercato.
C'è inoltre da dire che il Mobile World Congress è un po' a "rischio" a causa della questione Coronavirus, dato che aziende come LG, ASUS, ZTE ed Ericsson hanno già dato "buca" e gli organizzatori hanno già dichiarato che dovranno prendere delle misure di sicurezza elevate. Difficile quindi fare delle previsioni su quali smartphone verranno svelati a fine mese, staremo a vedere.