I migliori smartphone Android tra i 300 e i 500 euro, Gennaio 2020

Le prime settimane del 2020 hanno portato qualche nuovo annuncio e delle interessanti promozioni: andiamo a scoprire tutto insieme!

speciale I migliori smartphone Android tra i 300 e i 500 euro, Gennaio 2020
Articolo a cura di

Le prime settimane del 2020 non hanno portato grandi novità per quanto riguarda gli smartphone lanciati sul mercato (e quelli che sono arrivati non hanno convinto particolarmente), ma c'è stato il CES 2020 (Consumer Electronic Show) di Las Vegas e quindi abbiamo qualche annuncio di prossimo arrivo, come la gamma di dispositivi Galaxy A di Samsung. Ci sono inoltre state delle interessanti variazioni di prezzo su Amazon Italia. Andiamo così a vedere insieme quali sono i migliori smartphone Android tra i 300 e i 500 euro a gennaio 2020!

Realme X2 Pro

Definito da molti come il "piatto forte" del portfolio dell'azienda, Realme X2 Pro è un dispositivo che ha convinto critica e pubblico sin da subito. Si tratta di uno smartphone particolarmente difficile da criticare, visto l'ottimo rapporto qualità/prezzo. Per maggiori informazioni sulle specifiche tecniche, vi consigliamo di dare un'occhiata alla nostra notizia dedicata a Realme X2 Pro (la recensione verrà pubblicata a breve).
I principali punti di forza dello smartphone sono le prestazioni superiori alla media (il processore è uno Snapdragon 855+), l'ottimo schermo con refresh rate di 90Hz, la ricarica rapida da ben 50W, l'autonomia granitica, l'ottima solidità costruttiva e il buon comparto fotografico.
Tutto è al suo posto anche per quanto riguarda il reparto connettività, tra NFC, jack da 3,5 mm per le cuffie e porta USB Type-C. Realme X2 Pro non è però perfetto: la ColorOS è ancora da migliorare in diversi aspetti, la memoria interna non è espandibile e mancano le classiche due caratteristiche: impermeabilità e ricarica wireless. In ogni caso, si può decisamente chiudere un occhio di fronte a un prezzo di 399 euro sul sito ufficiale (variante 6/64GB).

OPPO Reno2

Approdato nel nostro Paese nella seconda metà del 2019, OPPO Reno2 è uno smartphone che riprende quanto di buono fatto dalla precedente generazione e lo porta a un livello successivo. Questo senza andare a ritoccare il prezzo, aspetto positivo che ha sicuramente fatto piacere agli utenti. Per tutte le informazioni sul dispositivo, vi invitiamo a consultare la nostra recensione di OPPO Reno2. Lo smartphone dà il meglio di sé nell'ottimo schermo, la grande autonomia, nel design della backcover, nell'ottima solidità costruttiva e nel comparto fotografico in grado di offrire scatti di qualità superiore alla media. Da questo punto di vista, vi consigliamo di consultare anche il nostro test approfondito sulle fotocamere, in cui abbiamo messo in comparazione il dispositivo con uno dei migliori cameraphone presenti sul mercato.

Gli aspetti più "criticati" dello smartphone sono invece le dimensioni, non esattamente contenute, e la solita ColorOS, che per alcuni utenti rappresenta ancora un punto dolente. Passando oltre, OPPO Reno2 dispone di un comparto connettività completo: NFC, jack da 3,5 mm per le cuffie e porta USB Type-C sono al loro posto. Non sono invece presenti ricarica wireless e impermeabilità. Il dispositivo viene attualmente venduto a un prezzo di 479 euro su Amazon Italia tramite rivenditori (variante 8/128GB).

LG G8s ThinQ

LG G8s ThinQ è uno smartphone con una storia che vale la pena di essere raccontata. Arrivato in Italia a giugno 2019 e inseritosi nella fascia top di gamma con un prezzo di lancio di 769 euro, il dispositivo non è stato accolto molto bene da pubblico e critica, come potete vedere nella nostra recensione di LG G8s ThinQ. Tuttavia, con il passare dei mesi il calo di prezzo è iniziato a farsi consistente, con lo smartphone arrivato a costare meno di 500 euro tramite i rivenditori ufficiali (modello 6/128GB, online si può trovare anche a cifre inferiori).
Tenete in considerazione il fatto che stiamo pur sempre parlando di un device originariamente pensato per competere con i top di gamma del 2019. Certo la sua caratteristica peculiare, ovvero i controlli tramite "imposizione delle mani" (che sono comunque disattivabili), non ha garantito molto successo a LG G8s ThinQ, ma grazie al consistente calo di prezzo ora lo smartphone assume molto più senso.

I principali lati positivi sono le prestazioni superiori alla media (Qualcomm Snapdragon 855), l'ottima solidità costruttiva (certificazione IP68 e standard MIL-STDD-810G), il completo comparto connettività (USB Type-C 3.1, jack audio per le cuffie, NFC, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0, ricarica wireless a 10W), l'ottimo comparto audio e il buon display. La principale pecca di LG G8s ThinQ è invece l'autonomia sotto alla media, ma sicuramente questo smartphone può rivelarsi un affare "inaspettato" per una certa tipologia d'utenza.

Red Magic 3S

Red Magic 3S è lo smartphone che serviva al mercato dei dispositivi da gaming. Stiamo infatti parlando di un prodotto che viene venduto a 479 euro sul sito ufficiale (modello 8/128GB) e che possiede tutti i crismi per essere veramente definito adatto ai giocatori in mobilità. Per maggiori dettagli, vi consigliamo di consultare la nostra recensione di Red Magic 3S. Lo smartphone dà il meglio di sé nelle ottime prestazioni del processore Snapdragon 855+, nell'ottimo schermo con refresh rate di 90 Hz, nelle funzionalità dedicate al gaming (LED RGB, trigger e molto altro), nell'autonomia granitica (batteria da 5000 mAh) e nella possibilità di utilizzare accessori come il Magic Adapter. Red Magic 3S non è però perfetto: ci sono alcune pecche lato software, il comparto fotografico non è esattamente dei migliori, la memoria non è espandibile e c'è qualche mancanza in termini di connettività (non c'è l'NFC). Tuttavia Red Magic 3S è uno smartphone unico in questa fascia di prezzo e può quindi risultare intrigante per chi non vuole spendere troppo per un dispositivo da gaming.

Scelta del mercato: Samsung Galaxy A80

Dopo parecchio tempo, sembra essere finito il dominio in questa fascia di prezzo della gamma Xiaomi Mi 9T. Infatti, stando alla classifica degli smartphone bestseller su Amazon Italia, lo smartphone tra i 300 e i 500 euro più acquistato nel nostro Paese in questo periodo è Samsung Galaxy A80. Si tratta in realtà di un modello un po' inaspettato, visto che la critica mondiale lo ha definito a più riprese come uno smartphone di buona qualità ma incapace di far gridare al miracolo.
Probabilmente il fascino della fotocamera rotante, in grado di scattare foto sia anteriormente che posteriormente, ha giocato il suo ruolo, oltre ovviamente alla buona reputazione di cui il brand Samsung gode ormai da parecchio tempo. Il motivo che ha convinto maggiormente gli italiani però è probabilmente l'interessante calo di prezzo, visto che ora lo smartphone si trova a circa 368 euro su Amazon Italia (variante 8/128GB, il prezzo di lancio era di 679 euro).

I punti di forza del Samsung Galaxy A80 sono da ricercarsi, oltre ovviamente che nel comparto fotografico, nell'ottimo display e nella classica esperienza utente offerta dall'azienda sudcoreana. Tuttavia le pecche non mancano, dalle prestazioni non esattamente al top al peso non proprio contenuto, passando per l'autonomia non delle migliori, per la memoria non espandibile e per la mancanza del jack audio (l'NFC e la porta USB Type-C sono comunque presenti).

Prossimo arrivo: Samsung Galaxy A51 e Galaxy A71

Annunciati nel periodo del CES 2020 di Las Vegas, Samsung Galaxy A51 e Galaxy A71 sono le nuove proposte dell'azienda sudcoreana per quanto riguarda la fascia media del mercato. Questi smartphone saranno disponibili in Italia a partire da questo mese di gennaio e verranno proposti rispettivamente a un prezzo consigliato di 379,90 euro e 479,90 euro. Le caratteristiche peculiari di questi dispositivi sono le quattro fotocamere posteriori a forma di ‘L', che comprendono anche un sensore da 5MP per le macro (piuttosto raro da trovare in generale) e il pannello anteriore con foro per la fotocamera posizionato in alto al centro. La batteria è da 4000 mAh per Galaxy A51 e da 4500 mAh per Galaxy A71, ma chiaramente ci sono anche diverse altre differenze a livello di scheda tecnica tra i due dispositivi. Per maggiori dettagli, vi rimandiamo al sito ufficiale di Samsung.