I migliori smartphone Android top di gamma, Febbraio 2020

Le ultime settimane sono state particolarmente "infuocate" in campo smartphone: cerchiamo di fare ordine su tutto.

speciale I migliori smartphone Android top di gamma, Febbraio 2020
Articolo a cura di

Tra l'annullamento del Mobile World Congress per via del Coronavirus, rinnovate tensioni in casa Huawei per quanto riguarda il ban subito dagli Stati Uniti d'America, aziende come Essential che non riescono a portare avanti la propria attività e chi più ne ha più ne metta, in questi primi mesi del 2020 risulta quasi difficile concentrarsi sui nuovi arrivi in campo smartphone. Tuttavia, per fortuna, le ultime settimane hanno anche portato delle notizie positive, dal lancio sul mercato della gamma Samsung Galaxy S20 e di Galaxy Z Flip all'annuncio di Xiaomi Mi 10. Andiamo, dunque, a fare ordine in questo marasma, cercando di ragionare su quali siano i migliori smartphone Android top di gamma a febbraio 2020. Vi ricordiamo che i prezzi presi in considerazione sono unicamente quelli presenti su Amazon Italia o sui siti ufficiali dei produttori.

Samsung Galaxy Note 10+

Arrivato nel nostro Paese nella seconda metà del 2019, Samsung Galaxy Note 10+ è ritenuto da molti uno degli smartphone più convincenti prodotti dall'azienda sudcoreana negli ultimi anni, chiaramente in attesa dell'arrivo sul mercato della gamma Galaxy S20. I punti di forza del dispositivo sono l'ottimo display, il comparto fotografico che non delude le aspettative, la buona autonomia e la qualità costruttiva. Per maggiori informazioni, vi consigliamo di consultare la nostra recensione di Samsung Galaxy Note 10+.
Definito a più riprese come uno smartphone completo e versatile, il dispositivo ha però anche alcune pecche, come la mancanza del jack audio per le cuffie e il dover scegliere tra Dual SIM e memoria espandibile. Per il resto, il comparto connettività è completo: NFC, Bluetooth 5.0, 4G LTE, porta USB Type-C 3.1, ricarica wireless e Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/ax sono al loro posto. Samsung Galaxy Note 10+ viene attualmente venduto a circa 910 euro su Amazon Italia tramite rivenditori (modello 12/256GB).

OnePlus 7T Pro

Approdato in Italia negli ultimi mesi del 2019, OnePlus 7T Pro è uno smartphone convincente. Certo, una parte degli appassionati ha avuto da ridire in merito al salto generazionale non troppo marcato rispetto al precedente modello, ma stiamo comunque parlando di uno smartphone che partiva già da un'ottima base e che la migliora in alcuni aspetti. Per tutti i dettagli del caso, vi invitiamo a dare un'occhiata alla nostra recensione di OnePlus 7T Pro.
Lo smartphone dà il meglio di sé nelle ottime prestazioni, nello schermo superiore alla media, nel completo software, nel buon comparto fotografico, nell'ottima solidità costruttiva, nel display con refresh rate di 90 Hz e nella ricarica rapida Warp Charge, che permette di ricaricare il dispositivo al 70% in circa 30 minuti.

Il dispositivo ha però anche alcune pecche, dall'autonomia non esattamente delle migliori alla mancanza del jack per le cuffie e della ricarica wireless, passando per la memoria non espandibile.
Il comparto connettivà è invece piuttosto completo: ci sono Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0, USB Type-C 3.1 e NFC.
OnePlus 7T Pro si trova a 759 euro sul sito ufficiale (modello 8/256GB). In ogni caso, a nostro modo di vedere, quest'anno vale la pena tenere particolarmente in considerazione la OnePlus 7T Pro McLaren Edition, che si può acquistare a 859 euro sul sito ufficiale (variante 12/256GB).

ROG Phone 2

Se state cercando uno smartphone che punta particolarmente sulla forza bruta, allora dovete rivolgere il vostro sguardo verso ASUS ROG Phone 2. Stiamo infatti parlando di un dispositivo che si è distinto nel settore gaming, dato che ha convinto particolarmente coloro che sono soliti giocare in mobilità. D'altronde, la società taiwanese ha affinato tutti gli aspetti più "criticati" del predecessore, realizzando uno smartphone convincente sotto molti punti di vista. Per maggiori informazioni, vi consigliamo di leggere la nostra recensione di ROG Phone 2.
I principali punti di forza del dispositivo sono le prestazioni superiori alla media, le funzionalità lato gaming (come gli Air Trigger), l'ottima autonomia (batteria da 6000 mAh) e lo schermo con refresh rate di 120 Hz. Come avrete intuito, ROG Phone 2 potrebbe quindi in realtà essere adatto anche a chi non punta esclusivamente al gaming.

In ogni caso, non mancano alcune pecche: ad esempio, sono assenti l'impermeabilità, la ricarica wireless e la memoria espandibile. Tuttavia, il comparto connettività è tutto sommato completo: porta USB Type-C 3.1, NFC, jack audio per le cuffie, Bluetooth 5.0 e Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/ad sono al loro posto. ROG Phone 2 viene attualmente venduto a un prezzo di 699 euro sul sito ufficiale (modello 8/128GB). Per maggiori informazioni, vi invitiamo a dare un'occhiata anche alla nostra pagina dedicata a ROG Phone 2, in cui potete trovare approfondimenti su ogni singolo aspetto dello smartphone.

Google Pixel 4 XL

Se state cercando uno smartphone diverso dal solito, in grado di offrire un buon supporto a livello software e delle funzionalità innovative, Google Pixel 4 XL potrebbe fare per voi. Arrivato in Italia negli ultimi mesi del 2019, lo smartphone ha convinto gli appassionati grazie alla classica "Google Experience", che in questo caso trova la sua forza in funzionalità come l'astrofotografia, il Motion Sense, il Live Caption e la trascrizione istantanea da audio a testo. Stiamo parlando di possibilità che rappresentano una potenziale rivoluzione per alcuni utenti e sicuramente Google ha dimostrato di tenere molto a queste feature esclusive, visto che ne sono in arrivo altre attraverso la prossima major release Android 11. A tal proposito, l'azienda californiana ha già annunciato che il supporto lato software andrà avanti almeno fino a ottobre 2022 per Google Pixel 4 XL. Per tutti i dettagli del caso sul dispositivo, vi rimandiamo alla nostra recensione di Google Pixel 4 XL.

Lo smartphone dà il meglio di sé nell'ottima qualità costruttiva, nell'ottimizzazione software, nelle prestazioni al top, nel comparto fotografico d'eccezione e nell'ottimo schermo con refresh rate di 90 Hz.
I principali punti dolenti si trovano invece nella mancanza del jack audio per le cuffie, nella memoria interna non espandibile, nell'autonomia solamente nella media, nell'assenza delle cuffie in confezione e nel fatto che per sfruttare il Dual SIM bisogna passare per una eSIM (anche se quest'ultimo aspetto potrebbe essere visto come positivo da una certa tipologia d'utenza).
Per il resto, il comparto connettivà è completo: troviamo Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5, USB Type-C 3.1, ricarica wireless e NFC. Pixel 4 XL viene attualmente venduto a un prezzo di 899 euro sul Google Store (modello 6/64GB).

Menzione speciale: Smartphone pieghevoli

Siamo ormai entrati, anche in Italia, nell'era dei pieghevoli, vista l'uscita nel nostro Paese di Samsung Galaxy Fold, Motorola RAZR e Galaxy Z Flip. Stiamo parlando di un mercato a parte, che rientra di fatto nei top di gamma per via del prezzo, ma che dispone di caratteristiche differenti e va quindi contestualizzato a parte. Il primo smartphone di questo tipo arrivato in Italia è Samsung Galaxy Fold, che è stato lanciato il 16 dicembre 2019 e viene venduto a 2050 euro sul sito ufficiale (variante 12/512GB). La critica lo ha definito a più riprese come un "apripista", pur evidenziandone le limitazioni. Per maggiori informazioni su questo dispositivo, vi rimandiamo alla nostra prova di Galaxy Fold.

Il secondo dispositivo pieghevole approdato nel nostro Paese è stato Motorola RAZR, disponibile ufficialmente in Italia da inizio febbraio. Al momento, lo smartphone viene venduto in esclusiva a 1599,90 euro tramite TIM (modello 6/128GB). C'è da dire, però, che in linea generale non ci sono molte scorte e che il dispositivo dovrebbe arrivare sul mercato libero a marzo. In ogni caso, stiamo parlando di uno smartphone che supporta unicamente l'eSIM (quindi niente SIM fisiche) ed è anche per questo motivo che attualmente viene venduto "appoggiandosi" al succitato operatore telefonico.

Per il resto, i primi pareri della critica sono arrivati e non sono molto positivi. In particolare, a "scricchiolare" sono autonomia, fotocamera, qualità costruttiva e prestazioni. In linea generale, Motorola RAZR è stato descritto come un dispositivo che paga la gioventù di questa tecnologia. Al momento, è probabilmente il pieghevole meno convincente. Per maggiori dettagli sullo smartphone, vi rimandiamo alla nostra prova di Motorola RAZR.

Infine, troviamo Samsung Galaxy Z Flip, smartphone pieghevole disponibile nel nostro Paese dal 14 febbraio a un prezzo di 1520 euro sul sito ufficiale (modello 8/256GB). Stiamo parlando di un dispositivo che riprende per certi versi il form factor di Motorola RAZR, ma che dispone di un comparto hardware da vero top di gamma e implementa soluzioni interessanti, come un piccolo schermo esterno che serve per visualizzare informazioni di base, dall'ora alle notifiche relative alle chiamate. Per tutti i dettagli del caso sul dispositivo, vi rimandiamo al nostro primo contatto con Galaxy Z Flip. Lo smartphone non è ancora stato testato nel dettaglio dalla critica, ma possiamo dirvi sin da ora che si tratta sicuramente di una soluzione interessante, sempre tenendo bene a mente il fatto che ci vorrà un po' di tempo prima che i prezzi si vadano ad allineare a quelli del "mercato standard" e che questa tecnologia riesca a fare realmente breccia a livello consumer.

Scelta del mercato: Samsung Galaxy Note 10 Lite

Nel bel mezzo di questo marasma, è giunta l'ora di andare a vedere un dato oggettivo, ovvero quello relativo allo smartphone top di gamma (fascia superiore ai 500 euro) più acquistato su Amazon Italia in questo periodo. Ebbene, stando alla classifica dei dispositivi Bestseller, la scelta degli italiani è ricaduta su Samsung Galaxy Note 10 Lite, ovvero lo smartphone lanciato dall'azienda sudcoreana poco prima che venisse annunciata la gamma Galaxy S20.
Stiamo parlando di un dispositivo che chiaramente trova la sua caratteristica peculiare nel supporto al pennino, come da tradizione della gamma Note. I restanti principali punti di forza dello smartphone sono da ricercarsi nel buon display, nell'autonomia, nel completo comparto connettività (che include anche NFC e jack audio) e nella convincente fotocamera.
Gli aspetti più criticati di Galaxy Note 10 Lite sono la mancanza dell'impermeabilità e del supporto a DeX, le prestazioni non esattamente al top e un prezzo ritenuto da alcuni un po' troppo elevato per un modello "Lite". In ogni caso, sicuramente Galaxy Note 10 Lite può risultare un dispositivo interessante per una certa tipologia d'utenza. Lo smartphone viene venduto a un prezzo di circa 590 euro su Amazon Italia (variante 6/128GB).

Prossimi arrivi: Xiaomi Mi 10, OPPO Find X2, Samsung Galaxy S20 e questione MWC

L'edizione 2020 del Mobile World Congress (MWC) di Barcellona è stata annullata a causa del Coronavirus, ma chiaramente i produttori di smartphone sono pronti ad annunciare lo stesso i propri dispositivi, soprattutto tramite eventi trasmessi online. In particolare, Xiaomi ha già annunciato la sua gamma di smartphone Mi 10, che gode di una configurazione al top per quanto riguarda le prestazioni. Troviamo infatti un SoC Snapdragon 865, 8/12GB di RAM LPDDR5 e 128/256GB di memoria interna UFS 3.0. Insomma, sulla carta, sembra ci sia tutto ciò che il mercato ha da offrire in termini di componentistica interna. Per tutti i dettagli del caso, vi rimandiamo al nostro approfondimento su Xiaomi Mi 10. Lo smartphone al momento è stato annunciato in Cina, ma dovrebbero arrivare anche in Europa (come accaduto per le precedenti generazioni). Tuttavia, non abbiamo informazioni in merito, anche a causa della questione Coronavirus.

A tal proposito, altre aziende hanno già annunciato che, nonostante l'annullamento dell'MWC 2020, terranno comunque il proprio evento nei prossimi giorni. È il caso di Huawei, Honor, Realme, Sony e OPPO. Le prime quattro società terranno degli eventi il 24 febbraio 2020, mentre l'evento di OPPO dovrebbe tenersi il 6 marzo. Ci sono miriadi di rumor e leak in merito, ma in linea generale i dispositivi che sembrano essere più interessanti sono OPPO Find X2 e Realme X50 Pro 5G.

Il primo dovrebbe essere un top di gamma che non si fa mancare niente, mentre il secondo potrebbe essere il dispositivo giusto per abbassare il "prezzo d'ingresso" per la nuova era della connettività 5G. Per il resto, probabilmente arriveranno annunci anche da brand come Nokia e LG, ma capite bene che al momento risulta essenzialmente impossibile fare delle previsioni in merito. Insomma, sicuramente ne vedremo delle belle in campo smartphone nei prossimi giorni, nonostante la situazione non sia esattamente rosea a causa delle questioni legate al Coronavirus e alla tensioni USA/Huawei.

Nel frattempo, quel che è certo è che Samsung ha svelato la sua gamma di smartphone Galaxy S20 lo scorso 11 febbraio. Si tratta di dispositivi top di gamma naturalmente, che puntano tutto su schermi con risoluzione QHD+ e un refresh rate di 120 Hz, su ampie batterie, su un comparto fotografico che risulta al top, perlomeno sulla carta, e su una componentistica interna che punta in alto a livello prestazionale. Ci sarebbero miriadi di aspetti da analizzare su questi smartphone, ma per tutti i dettagli del caso vi rimandiamo alla nostra prova di Galaxy S20, Galaxy S20+ e Galaxy S20 Ultra.
In ogni caso, visto il recente annuncio, la critica non ha ancora avuto modo di testare come si deve questi dispositivi e non possiamo quindi ancora sbilanciarci troppo in merito. Sicuramente ci sarà modo di parlarne per bene durante le prossime settimane. Se siete interessati a questi dispositivi, i preordini sono già aperti e l'effettiva disponibilità sul mercato è prevista a partire dal 10 marzo 2020. Il prezzo di partenza per la variante base è di 929 euro, ma per tutte le informazioni vi rimandiamo alla nostra notizia dedicata alla gamma Galaxy S20.