I nuovi TV QLED di Samsung in arrivo nel 2019, 4K, HDR+ e iTunes per tutti

Samsung ha svelato la nuova gamma di TV QLED in arrivo nel corso del 2019, tutti 4K con HDR+ e dotati di Apple AirPLay 2 e iTunes.

speciale I nuovi TV QLED di Samsung in arrivo nel 2019, 4K, HDR+ e iTunes per tutti
Articolo a cura di

Samsung punta tutto sulla tecnologia LCD e sui Quantum Dot. La posizione della casa coreana non è cambiata rispetto allo scorso anno, del resto per realizzare un TV OLED oggi bisognerebbe rivolgersi ai pannelli di LG, e vista la rivalità tra le due aziende si tratta di un'ipotesi da non prendere nemmeno in considerazione. In compenso grazie a Samsung gli schermi LCD stanno migliorando di anno in anno, soprattutto nei modelli di fascia alta, dove la presenza della retroilluminazione Full Led consente una gestione decisamente migliore delle aree di illuminazione del pannello, aumentando la precisione e l'intensità delle zone più scure, come nel caso del Q9F del 2018, dotato di un local dimming da oltre 500 zone.
Tornando ai modelli 2019 le novità saranno anche software, vista l'apertura di mostrata da Apple durante nell'ultimo periodo, che permette di portare su Tizen diverse tecnologie prima esclusive per i dispositivi della mela.

Tanti modelli per tutte le tasche

Samsung lancerà tre differenti gamme di TV, ognuna di esse con caratteristiche tecniche, o estetiche, particolari. Quelli di cui parleremo in questo articolo sono i modelli previsti per il mercato americano, ma quelli che arriveranno in Europa non saranno molto diversi. Partiamo dalla gamma più importante e qualitativa, dotata di tecnologia Quantum Dot. Troviamo in tutto quattro varianti, le Q90R, Q80R, Q70R e Q60R. Tutte utilizzano pannelli VA e supportano lo standard di trasmissione wireless AirPlay 2 di Apple, mentre il sistema operativo Tizen integra ora iTunes. Le specifiche tecniche complete non sono ancora disponibili, ma già ora si può fare una panoramica delle caratteristiche dei singoli modelli.
Partiamo dal top di gamma Q90R, diretta evoluzione del Q9F visto lo scorso anno. Questo televisore utilizza una retroilluminazione Full Led molto sofisticata, dotata di local dimming con oltre 400 zone indipendenti, il numero preciso purtroppo non è disponibile. All'interno è installato un processore di immagine Quantum Processor 4K, derivato da quello impiegato nei TV 8K, che utilizza l'IA per effettuare l'upscaling dei contenuti a risoluzione inferiore rispetto a quella nativa. Altra novità è la tecnologia Ultra Viewing Angle, che attraverso una migliore gestione della luce emessa dai LED aumenta gli angoli di visuale, punto debole dei modelli 2018. Samsung Q90R arriverà nei tagli da 65, 75 e 82 pollici.

Appena sotto troviamo il Q80R, che mantiene buona parte delle specifiche viste nel top di gamma, tecnologia Ultra Viewing Angle compresa, ma adotta un sistema di retroilluminazione con meno zone. Scendono le dimensioni, almeno per la variante base, partendo da 55 per arrivare a 82 pollici, passando per i tagli da 65 e 75 pollici.

La lineup continua con il Q70R, anche questo Full Led ma con un numero di zone per il local dimming ulteriormente ridotto. Qui le dimensioni scendono fino ai 49 pollici, una risposta all'XG90 annunciato da Sony per questo 2019, uno dei pochi TV Full Led dalle dimensioni relativamente contenute.
Da quanto emerso finora il Q70R arriverà anche nei tagli da 55, 65, 75 e 82 pollici e non dovrebbe utilizzare la tecnologia Ultra Viewing Angle, differenziandosi così ulteriormente dai prodotti di fascia superiore.

Alla base della gamma QLED abbiamo invece il Q60R, con diagonali da 43, 49, 55, 65, 75 e 82 pollici. In questo caso viene utilizzata la retroilluminazione Edge Led per abbassare i costi produttivi e per il consumatore finale.
I modelli di punta della nuova gamma sfruttano un box esterno per le connessioni, come quello visto lo scorso anno, celando così alla vista i cavi e consentendo un'installazione pulita, non sappiamo però di preciso quali varianti lo utilizzeranno. Piena compatibilità è offerta agli standard HDR10+ e HLG, mentre la copertura dello spazio di colore DCI-P3 è del 100%.

Tutti i TV QLED utilizzano il sistema operativo Tizen, dotato di assistente vocale Bixby ma ora compatibile anche con Alexa e Google Assistant, a patto di avere uno smart speaker collegato per impartire i comandi. Interessanti le opzioni per i giocatori, troviamo infatti la funzione Real Game Enhancer, sigla utilizzata per descrivere il refresh rate adattivo, in pratica il FreeSync di AMD sotto altro nome. Disponibile anche l'Auto Game Mode, che attiva la modalità gaming del TV in modo automatico una volta avviato un gioco. Per ora non sappiamo se questi TV utilizzeranno le HDMI 2.1, ma la presenza dell'Auto Game Mode, funzione disponibile solo con il nuovo standard, lascia ben sperare.
Sempre della gamma QLED fanno parte anche i TV The Frame e Serif, modelli particolari pensati con un occhio di riguardo per il design, in arrivo con tagli dai 43 fino ai 65 pollici. Infine, nella fascia bassa, con pannelli LCD non QLED, Samsung lancerà le serie RU8000 (49, 55, 65, 75 e 82 pollici), RU7300, l'unico modello curvo rimasto a listino, con diagonali da 55 e 65 pollici, e infine RU7100, con tagli dai 43 fino a 75 pollici.
Nelle prossime settimane arriveranno maggiori informazioni anche sulle varianti che saranno lanciate in Europa, ma queste non dovrebbero essere molto differenti rispetto a quelle americane.