I TV OLED da 48” potrebbero essere più cari del previsto, ecco perché

Al CES di Las Vegas sono stati annunciati i primi televisori OLED da 48 pollici, il cui prezzo potrebbe essere più alto del previsto.

speciale I TV OLED da 48” potrebbero essere più cari del previsto, ecco perché
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Erano in molti ad attendere l'annuncio dei nuovi televisori OLED 4K da 48 pollici. Vuoi per le dimensioni più piccole e adatte a diversi ambienti di visione, vuoi per un costo più basso, il nuovo taglio creato da LG ha il potenziale per espandere la quota di mercato OLED rispetto a quella LCD.
Alla fine sia LG che Sony hanno annunciato il loro arrivo nel corso dell'anno, ma un dettaglio importante lascia intendere che il loro prezzo potrebbe essere più alto del previsto. Il motivo è semplice: nessuno dei due brand ha creato un modello da 48 pollici entry level.

Questione di gamma

LG ha a listino quattro modelli OLED, ognuno declinato poi in varie dimensioni. Alla base dell'offerta troviamo la gamma "B", chiamata quest'anno "BX". Troviamo poi la gamma "C", rinominata per i TV in arrivo in "CX", e a seguire abbiamo la "GX" e la "ZX". Sony invece ha due tipologie di OLED in commercio; nel corso degli anni sono stati mantenuti i numeri "8" per l'entry level, chiamato quest'anno "A8", e "9" per il top di gamma.
Dai modelli base a quelli più evoluti sono di norma il processore di immagine, il comparto audio e le finiture a fare la differenza, il prezzo però può diventare decisamente più alto, in base ai casi specifici. Non è un caso quindi che LG abbiamo piazzato il suo 48 pollici nella gamma CX, quella appena al di sopra dell'entry level, e Sony invece abbia chiamato la sua variante "A9", come il suo top di gamma.
Di fatto, i nuovi OLED da 48 pollici non vengono considerati degli entry level, con tutte le conseguenze del caso sul prezzo finale. Finora sia LG che Sony non hanno diffuso i prezzi degli OLED da 48 pollici ma a giudicare dalla gamma in cui sono inseriti è possibile che la tanto sperata discesa dei prezzi per questa tecnologia sarà meno ripida di quanto ci si aspettava.

I motivi che hanno portato LG e Sony a non creare un OLED da 48 pollici entry level sono diversi. In primo luogo il costo, grazie alle offerte, avrebbe potuto scendere troppo in basso, anche al di sotto dei 900€. Va considerato poi che, arrivando a cifre simili, un televisore di questo tipo avrebbe potuto fagocitare le linee LCD, molto meno qualitative in questa fascia di prezzo ma in grado ancora oggi di fare grandi volumi di vendita.
Insomma, il mancato inserimento del taglio da 48 pollici nelle serie OLED meno costose sembra indicare una chiara strategia commerciale, volta a non far calare più di tanto i prezzi di questa tecnologia. Non possiamo averne la certezza ovviamente, solo nel corso del 2020 potremo capire davvero fino a che punto possa scendere il costo dei TV OLED.