I TV Samsung in arrivo nel 2021, dal QN900 al Q60A nel segno dei Mini LED

Tra poche ore Samsung svelerà la sua nuova gamma TV, nel frattempo arrivano conferme sui modelli che saranno presentati.

speciale I TV Samsung in arrivo nel 2021, dal QN900 al Q60A nel segno dei Mini LED
Articolo a cura di

I produttori di TV più importanti del mondo stanno per svelare i modelli in arrivo nel corso dell'anno. Le due aziende che più di tutte guideranno lo sviluppo tecnologico sono Samsung ed LG, la prima pronta a mostrare al mondo la nuova generazione di televisori QLED con Mini LED il prossimo 6 gennaio, la seconda invece intenta ad affinare ulteriormente la qualità dei suoi pannelli OLED e a lanciare i modelli QNED. Il 2021 si prospetta ricco di novità, che non mancheranno di arrivare anche in casa Sony e Panasonic nei prossimi giorni.
Le informazioni sono ancora scarse ma qualcosa inizia ormai a trapelare anche in via quasi ufficiale. Direttamente dal portale di Samsung della Repubblica Ceca sono infatti emerse informazioni interessanti sulla nuova gamma TV, con l'elenco di molte delle varianti in arrivo, il cui nome sembra confermare la presenza dei Mini LED nei modelli di fascia alta.

Tanti modelli, dall'8K al 4K

Negli ultimi mesi Samsung è sembrata combattuta sulla tecnologia da usare per la nuova gamma TV 2021. In un primo momento i pannelli QD-OLED sembravano in vantaggio, ma ormai è praticamente certo che saranno i Mini LED ad equipaggiare i televisori di fascia alta. Lo scorso anno i migliori TV QLED 8K erano dotati di circa 500 zone di retroilluminazione, un numero elevato ma troppo basso per eliminare il blooming e per offrire una gestione della luce più precisa rispetto al passato. Ora, con l'introduzione dei Mini LED, Samsung potrebbe piazzare all'interno dei pannelli migliaia di piccoli LED, con cui ottimizzare al meglio il local dimming. Grazie ai Mini LED potremmo trovarci di fronte a TV con centinaia di zone indipendenti di retroilluminazione, un vantaggio enorme rispetto al passato, in grado di aumentare i picchi luminosi ma ancora di più il contrasto, fondamentale per avvicinarsi al mondo degli OLED sotto questo aspetto.
Proprio Samsung però, in questi anni, ha dimostrato che gli algoritmi di gestione delle zone di retroilluminazione sono fondamentali per una loro corretta coordinazione, sarà quindi interessante osservare il lavoro svolto dall'azienda coreana in questo ambito.

L'utilizzo dei Mini LED sembra confermato anche dai nomi trapelati direttamente da Samsung. Al vertice della gamma QLED 8K dovremmo trovare il QN900, seguito dal QN800. Passando invece ai 4K di fascia alta abbiamo QN95, QN90 e QN85, da questo punto in poi cambia la nomenclatura, con i modelli Q80A, Q70A e Q60A. Il prefisso "QN" delle varianti migliori sembra indicare il marchio "QLED Neo", registrato negli scorsi mesi da Samsung e associato proprio alla tecnologia Mini LED, almeno stando alle voci di corridoio.

Ovviamente la lista dei TV in arrivo è solo parziale per ora, mancano ancora i modelli non QLED e manca anche l'erede del Q700T 8K, ma sembra chiaro che Samsung abbiamo intenzione di utilizzare i Mini LED solo nei modelli più costosi. Insomma, tutto sembra portare ai Mini LED come tecnologia di punta per i TV Samsung del 2021, una scelta che potrebbe aumentare molto la qualità di visione, a patto che anche la componente software sia già pronta gestire un numero così elevato di zone di retroilluminazione.