IGTV (Instagram TV) disponibile anche in Italia: cos'è e come funziona

IGTV (Instagram TV) è ufficialmente disponibile anche in Italia: vediamo di cosa si tratta e come funziona il nuovo servizio.

INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di
Andrea Zanettin Andrea Zanettin segue da sempre con passione tutto ciò che riguarda la tecnologia: qualsiasi cosa abbia un chip stuzzica la sua curiosità. Sviluppa anche applicazioni per vari sistemi operativi (sia su ambiente desktop che mobile). Potete seguirlo su Instagram, Facebook e Google+.

"Gli adolescenti guardano meno la televisione". Con questo slogan Instagram annuncia la sua nuova sezione e applicazione dedicata proprio a questo target: IGTV (Instagram TV). Una mossa secondo molti mirata a contrastare YouTube, ma in realtà, almeno per il momento, le due piattaforme di streaming video presentano delle differenze piuttosto importanti. Ad esempio, sul nuovo servizio è possibile caricare solamente video, simil Stories, in verticale, la cui durata massima dei contenuti multimediali è di un'ora, ma solamente per gli influencer più popolari.
Nonostante questo, è chiaro come una piattaforma del genere possa cercare di impensierire quella di Google, visto che IGTV è anche integrata nell'applicazione base di Instagram, che tra l'altro ha appena superato il miliardo di utenti. Insomma, un bacino d'utenza enorme, che potrà usufruire di questa nuova funzionalità.

Come funziona IGTV (Instagram TV)

Come accennato in apertura, IGTV è innanzitutto una nuova sezione dell'applicazione ufficiale di Instagram. Con l'ultimo aggiornamento, infatti, è stata aggiunta un'icona in alto a destra dello schermo (di fianco a quella di Direct) che vi consentirà di accedervi semplicemente. L'app è anche disponibile sotto forma di applicazione Android e iOS. Una volta entrati su IGTV, troverete tutti i video dei profili Instagram che seguite già (anche se caricati prima dell'arrivo della nuova funzionalità), con un primo contenuto multimediale tra i vostri preferiti che si avvierà automaticamente, dandovi un "benvenuto speciale". I video vengono riprodotti esclusivamente in verticale, con un menu a scomparsa che fa capolino dalla parte inferiore dello schermo.
Tramite esso sarà possibile cercare i propri canali preferiti, crearne uno personale oppure accedere alle quattro sezioni disponibili: "Per te", "Persone che segui", "Popolari" e "Continua a guardare". La prima presenta dei contenuti che l'algoritmo, in base alle vostre attività su Instagram, pensa vi interessino maggiormente, la seconda raggruppa invece tutti i video delle persone che seguite, la terza è molto simile alle "tendenze" di YouTube e infine la quarta consente di riprendere la visione di un contenuto da dove lo avevate lasciato.

In modo simile a quanto avviene con i video "consigliati" sulla piattaforma di Google, IGTV crea per voi una sorta di playlist, iniziando a riprodurre il contenuto successivo non appena avete finito di guardare quello precedente. Quando andiamo a cercare un canale, invece, faranno capolino tutti i profili suggeriti dalla piattaforma. Non è possibile, al momento, disattivare questi consigli. Durante la visione di un contenuto, potete accedere alla sua descrizione eseguendo un tap sul nome del video, mentre tramite gli appositi pulsanti in basso a sinistra dello schermo è possibile mettere un cuoricino, commentare, inviare il tutto tramite Direct, segnalare il contenuto e copiarne il link.
Tutte queste operazioni avvengono in maniera identica rispetto a quella a cui Instagram ci ha abituati. Per riaprire il menu a comparsa, basterà utilizzare il tasto "Sfoglia", presente in basso a destra. I Content Creator possono caricare video dalla durata massima di 10 minuti, anche se è già stato annunciato che i maggiori influencer potranno arrivare anche a un'ora, mentre la durata minima è di 15 secondi.
Per quanto riguarda la risoluzione, quest'ultima può arrivare fino al 4K. Niente possibilità di cambiare la qualità di visualizzazione dei video e nessuna pubblicità, con i creatori di contenuti che non possono ancora guadagnare nulla dalla nuova piattaforma. Insomma, sembra che i piani legati a IGTV siano a lungo termine, con futuri aggiornamenti che dovranno rendere profittevole, per i creatori di contenuti, la piattaforma. Basterà questo per spodestare YouTube dal trono? Abbiamo i nostri dubbi, ma staremo a vedere.