Il 2020 di Apple tra iPhone SE 2 ed iPhone 11: cosa aspettarsi

Cosa presenterà Apple nel 2020? Si parla di quattro modelli di iPhone, ma anche di Apple Watch 6 e le nuove AirPods.

speciale Il 2020 di Apple tra iPhone SE 2 ed iPhone 11: cosa aspettarsi
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Il 2020 di Apple si preannuncia scoppiettante, soprattutto dal fronte degli iPhone. Secondo le ultime indiscrezioni, infatti, le Mela Morsicata potrebbe lanciare sul mercato ben cinque modelli di smartphone, tra cui l'attesissimo iPhone SE 2 che dovrebbe debuttare già nel corso dei prossimi mesi.
Sono previste novità anche dal fronte iPad Pro, anch'esso in rampa di lancio nella prima metà dell'anno, mentre Apple Watch ed AirPods non lasciano presagire grosse rivoluzioni ma solo il consolidamento di quanto fatto negli scorsi anni.

iPhone 12

Anche quest'anno, il punto cardine dell'intera lineup di Apple sarà iPhone. Dopo l'iPhone 11 dello scorso anno, che ha portato al debutto della terza lente fotografica sui modelli della gamma Pro e ad alcuni miglioramenti alla batteria, Apple potrebbe davvero cambiare tutto e portare nei negozi dei modelli freschi non solo a livello di specifiche tecniche, ma anche di design.
In molti continuano a sostenere che il 2020 segnerà l'addio al Face ID: il sistema di riconoscimento facciale potrebbe davvero essere abbandonato, a favore di un Touch ID integrato direttamente sotto lo schermo, con conseguente eliminazione del tanto odiato e discusso notch, ma al momento siamo ancora nel campo delle ipotesi.
La cosa che appare certa, su cui sono allineati i principali analisti di mercato, è che gli iPhone 2020 porteranno tante novità.
Partiamo dal design: ci si aspetta una nuova scocca in vetro non unibody ma divisa da cornici in acciaio inossidabile come quelle di iPhone 4. La scelta del vetro posteriore è ovvia e garantirà il supporto al sistema di ricarica wireless.
É prevista anche l'espansione degli schermi OLED su tutta la lineup, come ampiamente previsto già qualche anno fa.
Le voci di corridoio parlano di iPhone da 6.7, 6.1 e 5.4 pollici. I primi due rappresenteranno i modelli di fascia alta, mentre quello più piccolo dovrebbe differenziarsi non solo per le dimensioni, ma anche per la fotocamera posteriore a doppio obiettivo, rispetto ai tre degli altri. Il 2020 però segnerà anche il debutto del 5G sugli iPhone: Apple ha infatti preferito temporeggiare nel 2019 (come fatto anche con il 4G tempo fa) per motivazioni legate alla produzione ma anche alla diffusione del nuovo standard di comunicazione.

iPhone SE 2

Nel corso della prima parte del 2020 potrebbe debuttare l'atteso iPhone SE 2. Gli analisti ipotizzano un prezzo di 399 Dollari e parlano di una scocca simile ad iPhone 8. Per molti però potrebbe anche chiamarsi iPhone 9, per colmare il gap che si è venuto a creare tra l'ottava generazione degli smartphone Apple ed iPhone X. iPhone SE 2 dovrebbe sfoggiare un display LCD da 4,7 pollici, mentre sotto la scocca probabilmente troverà spazio il processore A13 presente su iPhone 11 ed 11 Pro. É prevista anche la presenza di 3 gigabyte di RAM e del Touch ID, al posto del Face ID.
La fotocamera posteriore invece dovrebbe essere a singolo obiettivo, per mantenere bassi i costi di produzione, mentre quella frontale sarà la "classica" FaceTime HD. Per quanto riguarda le opzioni di memoria, si parla di 64 e 128 gigabyte.

Alcuni rumor pubblicati dal DigiTimes però indicano il possibile lancio di due versioni di iPhone SE 2 nel 2020. Il sito affermava che un secondo modello potrebbe essere leggermente più grande rispetto ai 4,7 pollici di quello base. L'analista Ming-Chi Kuo, da sempre uno dei più affidabili sul mondo Apple, però, continua a riferire che nel 2020 la società americana lancerà quattro telefoni, un iPhone SE 2 da 4,7 pollici e tre iPhone 12, da 5,4, 6,1 e 6,7 pollici.

Apple Watch Series 6 ed AirPods

Anche nel 2020 Apple continuerà a puntare sugli indossabili, che ormai sono diventati una vera e propria gallina dalle uova d'oro. Le AirPods sono ormai un fenomeno mondiale, basta girare per le città per rendersene conto, ecco perchè probabilmente Apple intende massimizzare questo successo portando nei negozi una nuova variante delle AirPods "classiche", a cui potrebbe aggiungersi entro la fine dell'anno la seconda generazione delle AirPods Pro.

Fronte Apple Watch, nel corso del keynote autunnale è praticamente certa la presentazione della sesta generazione. A riguardo i rumor non sono tanti, ma possiamo ipotizzare un miglioramento alle prestazioni grazie ad un chip più veloce ed una migliore resistenza all'acqua. Non è da escludere l'arrivo di novità dal fronte della salute: Apple ha più volte sottolineato che con Apple Watch intende migliorare la vita delle persone, ma dopo il debutto del rilevatore del battito cardiaco ha frenato in merito alla possibile integrazione di un misuratore della glicemia, in quanto le procedure attualmente disponibili sono ancora troppo invasive.
Più probabile l'arrivo del tanto atteso e chiacchierato monitoraggio del sonno, che potrebbe diventare la novità della sesta generazione dello smartwatch.

iPad Pro

Alcune indiscrezioni emerse qualche mese fa parlavano della possibile presentazione dei nuovi iPad Pro ad inizio 2020, che andranno ad occupare lo stesso segmento di mercato dei tablet professionali presentati a fine 2018.
Gli iPad Pro di nuova generazione potrebbero includere una fotocamera 3D che dovrebbe arrivare anche sugli iPhone 12 e consentirà di catturare modelli tridimensionali e di modificarli con l'Apple Pencil, anch'essa in odore di novità grazie ad alcuni brevetti depositati di recente che parlano dell'integrazione di una lente fotografica.
Il nuovo iPadOS ha reso i tablet della società di Cupertino ancora più simili ai Macbook, nonostante gli ovvi limiti che più volte anche lo stesso Tim Cook ha voluto sottolineare.
Si parla anche di un iPad Pro da 12,9 pollici di fascia alta con display mini-LED, ma a riguardo non sono arrivate conferme ed altri rumor emersi in rete parlavano di trattative in corso tra Apple e Samsung per la fornitura di display OLED, che dovrebbero portare vantaggi significativi come neri più profondi e un contrasto migliore.

Da iOS ad iPadOs passando per macOS

A giugno, come di consueto, Apple terrà la Worldwide Developers Conference, la conferenza annuale dedicata agli sviluppatori nel corso del quale annuncerà le novità software che raggiungeranno i prodotti in autunno.
Sono attese le nuove versioni di iPadOs ed iOS 14, su cui però non sono emerse indiscrezioni. I sistemi operativi per i dispositivi touch saranno accompagnati anche da watchOS 7, che come detto poco sopra potrebbe includere la funzionalità di tracciamento del sonno, destinata a diventare esclusiva degli Apple Watch Series 6.

Novità sostanziose potrebbero arrivare invece da tvOS 14: Apple nel 2019 ha puntato molto sul comparto dell'intrattenimento domestico con il debutto di Apple TV+, ecco perchè il nuovo tvOS potrebbe portare con sé delle importanti aggiunte. Ovviamente della partita sarà anche macOS 10.16, il successore diretto di Catalina.