Il nuovo iPad 2018 potrebbe annientare gli iPad Pro: è il tablet perfetto?

Il nuovo iPad 2018 costa soltanto 359 euro e offre potenza, affidabilità e autonomia, inoltre supporta Apple Pencil. A cosa serve, a oggi, la serie Pro?

INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Quante volte avete sentito dire "senza Steve Jobs la Apple non è più la stessa"? Una frase sicuramente "fatta", dal significato quasi irrilevante, poiché ogni azienda cambia col tempo e con i tempi, è fisiologico. In fondo però potrebbe nascondere una certa verità concettuale: Jobs era un uomo dalle idee chiare, dispotico, che amava avere a listino pochi prodotti e ancor meno varianti. Sotto di lui difficilmente avremmo visto un iPhone 8 dallo stesso design di iPhone 6 e un iPhone X totalmente differente nella medesima line-up. La mela morsicata di Tim Cook è certamente più varia, più "democratica" se vogliamo, più attenta e flessibile ai gusti del pubblico, anche se questo ha portato non poca confusione nel listino attuale. Una confusione confermata ancora una volta dal nuovo iPad 2018 presentato appena ieri a Chicago, che come un fulmine a ciel sereno potrebbe togliere ogni senso di esistere alle varianti Pro. Procediamo per gradi però, facciamo un piccolo passo indietro e torniamo a un anno fa.

Consumer e Prosumer

Nel 2017 Apple ha rilanciato i suoi iPad non solo grazie a iOS 11, anche per merito di una line-up di prodotti chiara e definita. Da una parte il semplice iPad base, dal design un po' riciclato, un processore adatto al 90% degli utilizzi, schermo da 9.7 pollici e un prezzo aggressivo che partiva da 409 euro in Italia; dall'altra un nuovo iPad Pro da 10.5 pollici con schermo ultra definito, cornici ottimizzate, compatibilità con la Apple Pencil e il velocissimo chip A10X Fusion (con lui anche un modello da 12 pollici aggiornato nell'hardware). Un utente casual, fino a ieri, non avrebbe fatto fatica a scegliere uno dei due prodotti, l'iPad base ovviamente, con i professionisti e i disegnatori proiettati per natura verso i Pro. iPad 2018 invece confonde completamente le carte in tavola, riprendendo nel design il modello 2017 ma portando ottime novità a livello hardware: adesso anche questo modello entry level supporta a pieno le potenzialità della Apple Pencil, inoltre sotto la scocca batte un ottimo chip A10 Fusion, lo stesso di iPhone 7 e 7 Plus, pronto ad affrontare gli anni a venire senza troppi problemi. Come non bastasse, la società di Cupertino ha ulteriormente tagliato il prezzo, scendendo dai già ottimi 409 euro a 359.

iPad killer

Una mossa che guarda ovviamente al mercato educativo, alle scuole, Apple ha infatti intenzione di stringere accordi diretti con gli istituti e offrire a docenti e studenti servizi aggiuntivi, rendendo l'iPad il compagno di studi migliore che si possa desiderare. Le app della suite iWork, che da ieri sera offrono funzioni aggiuntive per la Apple Pencil, confermano ulteriormente questa volontà di conquistare il cuore degli alunni di tutto il mondo. iPad 2018 però è allo stesso tempo un normalissimo iPad, accessibile a tutti, con tutte le funzioni classiche e in più la possibilità di utilizzare una penna digitale (che sia di Apple o di Logitech, che ha lanciato la più economica Crayon, poco importa).

La domanda dunque arriva in modo spontaneo: che senso ha, a oggi, acquistare un iPad Pro? Parliamo di prodotti che sì, offrono una potenza di calcolo maggiore e un design più curato, più "al passo coi tempi", ma quanti utenti (pro e non) hanno bisogno davvero di queste caratteristiche? Fino a 24 ore fa restava l'esclusività di utilizzare la Apple Pencil, ora del tutto decaduta, inoltre fra il modello da 10.5 pollici (che costa 739 euro) e il nuovo iPad 2018 ci sono ben 380 euro di differenza. In pratica potremmo acquistare due iPad 2018 (per un totale di 718 euro) e spendere comunque meno rispetto a un solo iPad Pro da 10.5. L'attuale line-up dunque non ha più le differenze nette dello scorso anno e molti utenti "pro" potrebbero accontentarsi tranquillamente di prendere un iPad 2018 e una Apple Pencil, sacrificando poco o nulla a livello di esperienza.
Tutto questo discorso potrebbe essere ovviamente sconfessato da Apple nel caso in cui venga presentato un nuovo modello Pro con novità sconvolgenti (FaceID? Cornici ulteriormente ridotte?), al momento però non abbiamo alcuna notizia in merito. Resta soltanto da tener d'occhio questo nuovo iPad, che ha tutta l'aria di essere il tablet di Cupertino "migliore di sempre" in relazione alla qualità e al prezzo. In poche parole, il tablet - almeno per ora - perfetto?