Iliad e ho.: cosa cambia tra i due operatori telefonici low cost

L'arrivo di ho., il nuovo operatore telefonico low cost di Vodafone, offre oggi una valida alternativa ad Iliad, per un'offerta che convince.

speciale Iliad e ho.: cosa cambia tra i due operatori telefonici low cost
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

L'arrivo di Iliad sul mercato italiano ha cambiato del tutto le regole del gioco. Da una situazione di relativo immobilismo, con offerte base che quasi sempre offrivano solo 4 GB di traffico dati, si è passati a piani che prevedono fino a 30 GB già per le tariffe entry level. Il mercato si è adattato velocemente ad Iliad, che ora dovrà vedersela con un nuovo concorrente, creato appositamente da Vodafone per fermare l'avanzata dell'operatore francese, che prende il nome di ho.. Le differenze tra queste due realtà ci sono e potrebbero essere importanti per molti, meglio dunque analizzare cosa cambia tra i due operatori telefonici più chiacchierati del momento.

Differenze importanti

Per mettere a confronto i due operatori non possiamo che partire dal prezzo, di 5.99€ al mese per Iliad (costo di attivazione SIM di 9.99€) e di 6.99€ per ho. (costo di attivazione di 9.99€ + 7€ per la prima ricarica). Entrambi offrono minuti ed SMS illimitati, oltre a 30 GB di internet al mese, a cui si aggiungono 2 GB dedicati alla navigazione all'estero. Le chiamate e i messaggi illimitati valgono sia in Italia che verso i paesi dell'Unione Europea, ma Iliad offre qualcosa in più in questo senso, dando la possibilità di utilizzare minuti ed SMS, senza spese aggiuntive, anche verso Stati Uniti e Canada, mentre con ho. il costo varia in base al paese extra UE che si desidera contattare (a questo link tutte le tariffe suddivise per zona). Minuti ed SMS valgono invece, per entrambi, nel caso in cui da un paese dell'Unione Europea si voglia contattare l'Italia.
Interessante la gestione de GB da parte di ho. che, al termine dei 30 GB, blocca del tutto la connessione, evitando così costi aggiuntivi, mentre Iliad addebita 90 centesimi di euro ogni 100 MB scaricati.
Entrambe le offerte puntano molto sulla trasparenza e sull'assenza di costi aggiuntivi rispetto a quelli dichiarati. Su questo fronte, ho. sembra aver svolto un buon lavoro, che si differenzia da quello fatto da Iliad per due punti: il blocco automatico dei servizi a pagamento e il ciclo dinamico di rinnovo dell'offerta. Nel primo caso, come citato anche dal sito ho., "oroscopi, suonerie ed sms bancari" sono bloccati di default, insieme ai numeri a pagamento 199, 144, 166 e 899, evitando così addebiti indesiderati sul credito telefonico. Anche Iliad offre questa possibilità, ma va attivata, via browser web, dalla pagina di configurazione del proprio abbonamento. Niente di difficile sia chiaro, ma per gli utenti meno pratici di internet questo processo potrebbe essere più problematico di quanto si pensi. Per quanto riguarda il ciclo dinamico di rinnovo, ho. offre la piena libertà agli utenti di rinnovare il proprio abbonamento in ogni momento. Al termine dei giga di navigazione ad esempio, è possibile pagare subito i 6.99€ per rinnovare l'offerta, anche a metà mese, usufruendo così di ulteriori 30 GB. Sia Iliad che ho. non pongono vincoli a trattenere i clienti, che possono disdire in ogni momento, e senza costi aggiuntivi, l'abbonamento.
Entrambi gli operatori offrono poi servizi aggiuntivi gratuiti come l'avviso di chiamata, hotspot per condividere la connessione a internet con altri dispositivi, il trasferimento di chiamata e un numero dedicato per conoscere il proprio credito. ho, in più, mette a disposizione dei propri clienti un'applicazione dedicata alla gestione del proprio piano tariffario.

Per quanto riguarda la copertura e l'attivazione dell'offerta, Iliad si appoggia oggi alla propria rete, la cui diffusione non è indicata sul portale dell'azienda, e a quella Wind-Tre: insieme, coprono gran parte del territorio italiano. ho., invece, si appoggia alla rete Vodafone, per offrire copertura in 4G e telefonica. Resta da capire se la qualità del servizio sarà la stessa di Vodafone: nelle prossime settimane, con la diffusione delle prime SIM, si scopriranno certamente altri dettagli in merito. Vantaggio importante per ho. è la presenza di 3000 punti vendita in cui poter attivare l'offerta, sottoscrivibile anche online, mentre Iliad punta sul proprio sito internet e sulle Simbox disponibili in diverse parti d'Italia (qui l'elenco completo)