Iliad: offerta, SIM, copertura, tutto sul nuovo operatore italiano

Cosa comprende l'offerta, come ottenere la SIM e le prime indicazioni sulla copertura: tutto quello che c'è da sapere su Iliad, nuovo operatore italiano.

speciale Iliad: offerta, SIM, copertura, tutto sul nuovo operatore italiano
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Iliad è un nome che nell'ultimo periodo non sta certo passando inosservato. E non poteva essere altrimenti visto che si tratta, a conti fatti, del nuovo operatore telefonico italiano. Sin dalla famosa fusione tra Wind e Tre Italia si è iniziato a parlare dell'imminente sbarco di un nuovo gestore di rete, voluto dall'antitrust per controbilanciare l'unione tra i due gruppi.
A nulla è servito il ricorso di Fastweb, che aveva tentato di appellarsi al tribunale UE per evitare l'ingresso del nuovo soggetto: il 29 maggio, data dell'evento ufficiale di presentazione a Milano, è iniziata ufficialmente l'era iliad, con le prime SIM spedite agli utenti del nostro Paese.

Offerte

Al momento, iliad propone una singola offerta tra le più aggressive e competitive che si siano mai viste sul mercato. Gli utenti hanno a disposizione chiamate ed SMS senza limiti verso tutti gli operatori; interessante anche la proposta internet, con una copertura dichiarata in 4G+ in tutta Italia. Sono garantiti 30 gigabyte di internet al mese, mentre il sistema di fatturazione è mensile, non a 28 giorni. Per coloro che viaggiano in Europa, invece, saranno presenti anche minuti ed SMS illimitati, accompagnati da 2 GB di internet, dedicati esclusivamente alla navigazione all'estero, non andando quindi a intaccare la soglia dati nazionale.

Superata questa soglia, si passa a pagare 0,00732€ per ogni MB, 7.32€ per ogni GB in pratica. Incluse anche chiamate illimitate verso 65 paesi internazionali.
Non è presente alcun vincolo, come anche costi extra. Vero punto di forza del pacchetto è il prezzo, significativamente inferiore rispetto a quello di quasi tutte le promozioni simili presenti in Italia: il costo mensile sarà bloccato per sempre a 5,99 euro. Nella promozione sono inclusi anche numerosi servizi: segreteria telefonica, mi richiami, hotspot, controllo credito residuo, piano tariffario e molto altro. Per ulteriori informazioni, vi rimandiamo al sito ufficiale dell'azienda.

Copertura e problematiche

Iliad ha aperto una pagina del proprio sito dedicata alla verifica della copertura. Da qui l'utente può accertarsi che nella propria zona sia disponibile il 2G, il 3G o il 4G+. Secondo quanto dichiarato, l'Italia è coperta in 4G+ quasi nella sua interezza. Le leggende metropolitane degli ultimi tempi sono state smentite più o meno in toto: iliad non "affitta" la rete da altri operatori, ma ha acquistato parte delle antenne rimaste in disuso dopo la fusione tra Wind e Tre Italia e prevede di espandere in futuro la sua copertura installandone di nuove. Solamente nelle località in cui la rete del nuovo operatore non è disponibile, questo si appoggerà a Wind. Nelle ultime ore stanno però emergendo altri dettagli che potrebbero creare problemi di non poco conto per gli abbonati. Sembra che la rete italiana di Iliad stia utilizzando IP francesi anche per gli utenti del nostro Paese.

Un problema apparentemente di secondo piano, ma che potrebbe avere serie conseguenze per l'utilizzo di numerosi servizi, con i contenuti di piattaforme come Netflix e Rai Play che potrebbero avere limitazioni per colpa del geoblocking. Fortunatamente, l'azienda è già corsa ai ripari, come confermato da un portavoce della compagnia: "Iliad conferma che a breve l'IP risulterà correttamente geolocalizzato in Italia per tutti i propri utenti, siamo in attesa che vengano effettuati gli aggiornamenti richiesti agli enti competenti".
Qualche criticità ulteriore arriva dalla velocità di navigazione, con i primi test che hanno rilevato risultati inferiori a quelli ottenuti da altri operatori in 4G. Stesso discorso per la latenza, che non sembra essere al top in numerose zone, ma anche qui i dati andrebbero verificati sul campo: ogni città e ogni regione potrebbe rivelare dati diversi e velocità differenti, fatto piuttosto normale per un operatore appena nato e ancora in piena fase di rodaggio.

Come richiedere la SIM e ricaricarla

La richiesta della SIM può avvenire tramite il sito ufficiale dell'azienda o utilizzando uno dei SIMBox presenti nelle maggiori città italiane (qui la lista completa). Queste ultime sono dei distributori automatici che consentono di registrarsi e identificarsi in piena autonomia, consegnando la SIM in pochi minuti. Se si sceglie la via dell'online, l'autenticazione avviene o tramite un video in cui l'utente si presenta e allega il documento o fisicamente al momento della consegna. L'attivazione ha il costo una tantum di 9,99 euro che include l'attivazione e la spedizione della SIM a casa.
Due invece le possibilità per ricaricare e pagare il proprio abbonamento: online tramite carta di credito o conto corrente e fisicamente nei punti vendita Lottomatica e Sisal. Interessante, in questo senso, la possibilità di sospendere l'abbonamento in ogni momento e senza nessun costo aggiuntivo o vincolo: l'azienda disattiverà definitivamente la SIM dopo dodici mesi di inattività.