Instagram e abbonamenti: storie esclusive nel futuro?

Le Exclusive Stories potrebbero rappresentare il nuovo futuro per Instagram e i suoi utenti, pronti a pagare per qualcosa di nuovo.

Instagram e abbonamenti: storie esclusive nel futuro?
Articolo a cura di

Il mondo dei social sta cambiando e Instagram con lui. Sono lontani i tempi in cui si scattavano le foto, si mettevano i filtri e si pubblicavano, creando dei veri e propri album ricchi di persone, paesaggi e immagini evocative. Con il tempo Instagram ha fatto man bassa delle tendenze del web e le ha implementate nel suo sistema, trasformandosi in un contenitore di mode e tendenze.
Prima le storie, poi i Reel, poi lo Shop, tutti elementi che hanno cambiato radicalmente quella che era la filosofia iniziale della piattaforma. Ora sembra si stia preparando il terreno ad una nuova rivoluzione: l'arrivo di contenuti in esclusiva a pagamento per i sostenitori di un determinato account. Le Exclusive Stories sono dietro l'angolo.

Un segreto ben celato

La nuova funzione, che ha subito destato forti curiosità, non è mai stata annunciata ne confermata dai vertici dell'azienda, ma sembra latente e ben presente all'interno delle ultime versioni pubblicate dell'app, pronta ad essere lanciata e testata quanto prima.
A svelarlo, su Twitter, è stato lo sviluppatore software Alessandro Paluzzi, che ha scovato all'interno dell'app tutti gli indizi per capire quella che sarà la probabile direzione che Instagram prenderà in futuro.
A livello pratico le Storie Esclusive saranno del tutto simili alle normali storie su Instagram ma saranno graficamente distinte e potranno essere visualizzate solo se l'utente deciderà di iscriversi e diventare un sostenitore economico di chi le ha create. Una sorta di abbonamento - con somme probabilmente decise da chi gestisce ogni profilo - che permetterà di accedere a contenuti esclusivi e non fruibili da tutti gli altri.

Colori "esclusivi"

Le nuove storie saranno visibili in modo molto simile alle altre, come un cerchio colorato e luminoso che circonda l'immagine profilo degli utenti, ma saranno contrassegnate da un colore viola e da una sorta di stellina bianca che ne sottolineerà la diversità rispetto alle normali storie. Cliccandoci sopra si accederà alla pagina che permetterà di abbonarsi al profilo scelto e di visualizzare i contenuti: va da se che questi non saranno altrimenti accessibili e che chi pagherà non potrà ne registrarli ne fare istantanee schermo. Ancora non è chiaro in che modo verranno gestite queste sottoscrizioni, che durata avranno e se verrà data libertà ai creator di decidere quanto farle pagare.
Appare comunque scontata la volontà di Instagram di avere un minimo margine di guadagno su questi abbonamenti, magari trattenendo una parte della somma di iscrizione, in una sorta di tassazione per monetizzare al massimo la nuova funzione.

Il futuro è per gli abbonati

Per ora, occorre sottolinearlo, la nuova funzione è ben nascosta e nemmeno pronta per essere testata. Si tratta probabilmente di un primo passo dei vertici per cercare di capire in che modo strutturare la sezione, come lanciarla e in che Paesi provarla. Siamo ancora lontani da un possibile lancio e non è da escludere che questi contenuti possano finire nel dimenticatoio e non essere mai lanciati.

Quel che è certo è che i vertici dell'azienda hanno più volte dichiarato di essere pronti a pubblicare numerosi novità per il futuro, tra le quali erano previste la creazione di nuove forme di abbonamento e sottoscrizione e il lancio di nuovi contenuti a pagamento. Si tratta di formule utili per i creator, che avranno dalla loro nuove forme di guadagno e di creazione di una community più salda e della stessa piattaforma, che avrà nuove e più facili forme di monetizzazione dell'esperienza degli utenti.

Il futuro è per i fan

La nostra vita sui social sta assomigliando sempre di più a quella reale. Intere community e gruppi di persone catalizzano i loro sforzi e le loro attenzioni su altre persone, su creatori di contenuti che hanno schiere sempre più folte di fan che seguono tutte le loro mosse, commentano e condividono i loro contenuti. Alla luce di tutto questo era solo questione di tempo prima di trovare nuove forme per aumentare l'interazione e per trasformarla in qualcosa di più. La lezione di Twitch si sta rivelando molto utile, con la possibilità per gli utenti di abbonarsi e sostenere i propri streamer preferiti, creando una sorta di filo più diretto con loro rispetto a quello dei normali utenti spettatori.

Sono sempre più numerosi, inoltre, i creator che usano altre piattaforme per chiedere il sostegno economico dei fan, premiati poi con contenuti esclusivi, ricompense di vario genere e contatti diretti con chi quei contenuti li crea. Si sta cercando di ricreare una sorta di fan club 2.0, al passo coi tempi e che permetta agli appassionati di godere al meglio delle persone che amano e del loro lavoro: da sempre gli appassionati più accaniti sono disposti a pagare di più per avere quello che gli altri non possono avere, per sentirsi più vicini al "VIP" di turno: quello delle storie esclusive è la declinazione Instagram di un fenomeno di lunghissima data.

Il futuro è qui

Le tendenze degli ultimi tempi portano tutte in questa direzione verso applicazioni gratuite nella loro forma base ma con forme esclusive di abbonamento per chi vuole un'esperienza migliore. I fan dell'influencer saranno certamente predisposti a pagare per avere accesso a contenuti e messaggi che nella percezione saranno "solo per lui", esclusiva solo di chi è sostenitore più assiduo. L'illusione della vicinanza sarà fortissima e permetterà ai creatori nuove forme di interazione e maggiori guadagni. E quale modo migliore per creare maggiore intimità se non delle storie pensate solo per i veri fan? Certo, dovrebbero essere strutturate in modo diverso e più elaborato e starà all'abilità dei creator fare in modo che valga davvero la pena pagare determinate cifre per vederle.
Dovrà inoltre essere studiato anche un sistema di abbonamento equo e ben strutturato, che non sia eccessivamente caro e nemmeno ridicolmente basso, con magari i più classici sistemi di ricompensa o di premi. Siamo solo all'inizio di quello che potrebbe essere il futuro non solo di Instagram ma anche di molte altre piattaforme. Sempre più social network cercheranno di sfruttare le community che si sono create al loro interno per creare nuove e più solide forme di ritorno economico. Contenuto esclusivo è la parola d'ordine su cui tutti stanno puntando per il futuro. Vedremo dove ci porterà.