INTEL

Intel i5, i7 e i9 di decima generazione: un processore per ogni giocatore

La decima generazione di processori Intel Core è in grado di soddisfare le esigenze più disparate. Scopriamo le CPU più indicate per ogni tipo di gioco.

speciale Intel i5, i7 e i9 di decima generazione: un processore per ogni giocatore
Articolo a cura di

A discapito di quanto sostenuto da una parte dell'utenza, la componente fondamentale nonché il punto di partenza per l'assemblaggio di un buon PC da gaming è la CPU. Il processore infatti condiziona la scelta della scheda madre, definisce la tipologia di RAM da utilizzare e permette alla scheda video di esprimere tutta la propria potenza evitando i fastidiosi e problematici "colli di bottiglia".
Nonostante l'avvento di chip equipaggiati con più core, la maggior parte delle applicazioni e dei videogiochi disponibili oggi sul mercato basano il proprio funzionamento sulle performance in single core: per questo motivo una frequenza di clock sostenuta è spesso sinonimo di prestazioni elevate.
L'attuale gamma di microprocessori desktop Intel Core di decima generazione, nome in codice Comet Lake-S, rispecchia pienamente questa considerazione e punta tutto sull'efficienza dei core ad alta frequenza, grazie all'ulteriore affinamento del processo produttivo a 14 nanometri che ha reso possibile il raggiungimento di cicli di clock elevatissimi a fronte di latenze più basse, caratteristiche in grado di soddisfare le esigenze anche dei videogiocatori competitivi. Andiamo allora ad analizzare l'offerta del colosso californiano cercando di individuare i modelli più indicati per ogni genere videoludico.

Frequenze al servizio del gaming

La gamma Intel Core i5, i7 e i9 di decima generazione offre un ventaglio di prodotti in grado di coprire i più variegati ambiti di applicazione, con un focus particolare sul mondo del gaming. Tra i modelli più indicati per giocare senza compromessi spicca il nuovo Intel Core i9-10900K, ammiraglia della famiglia Comet Lake-S, definito dalla stessa azienda come "il processore più veloce del mondo". Equipaggiato con 10 core e 20 thread, questa CPU può vantare una frequenza base di 3.7 GHz che in boost arriva al picco record di 5.3 GHz grazie al prezioso supporto di tre algoritmi specifici: il Turbo Boost Technology 2.0, il Turbo Boost Max Technology 3.0 e il Thermal Velocity Boost. Tra le migliore proposte di fascia alta troviamo poi l'Intel Core i7-10700K, un processore dotato di 8 core e 16 thread con frequenza base di 3.8 GHz e un boost di 5.10 GHz, caratteristiche in grado di sostenere qualsiasi carico di lavoro senza problemi di sorta.

Nella fascia medio-alta troviamo invece l'Intel Core i5-10600K, un chip accompagnato da 6 core e 12 thread per frequenze operative che partono dai 4.1 GHz per arrivare fino a 4.8 GHz. Nella fascia media si fa notare per il rapporto qualità/prezzo il processore Intel Core i5-10400, che anche in questo caso si presenta con 6 core e 12 thread, una frequenza di base 2.90 GHz con boost fino a 4.30 GHz.

I processori Intel Core di decima generazione offrono il supporto alla tecnologia di Hyper Threading su tutti i core con la possibilità di disattivare tale funzionalità per ogni singolo core in base alle proprie esigenze. Grazie all'introduzione del Thin Die STIM Intel è riuscita a migliorare lo spessore del die aumentando la capacità di dissipazione con la conseguente riduzione delle temperature. Da tenere a mente infine che la gamma Come Lake-S necessita del nuovo socket LGA1200 nelle varie declinazioni offerte dai chipset Z490, H470, H410, B460 e Q470.

Una lettera ti cambia la vita

I vari modelli di processori Intel, a parità di nomenclatura, si presentano con dotazioni e caratteristiche differenti. Per distinguerli facilmente la società ha introdotto da tempo l'utilizzo di sigle specifiche come F, K e KF che vanno ad indicare le peculiarità fondamentali del chip. La sigla F indica la semplice assenza della GPU integrata: per assemblare un PC con questi modelli è quindi necessario l'accompagnamento di una scheda grafica dedicata.

La lettera K indica invece che la CPU è dotata di moltiplicatore sbloccato e insieme ad una scheda madre compatibile consente la gestione completa delle frequenze di clock: in poche parole questi processori sono stati pensati per facilitare l'overclock. Di conseguenza la presenza della coppia KF indica i processori abilitati all'overclock ma privi della iGPU. Infine, i processori che non presentano alcuna lettera finale sono modelli standard, con moltiplicatore bloccato e che non offrono quindi il supporto per l'overclock.


A ciascuno il suo processore

Quando si parla di videogiochi le componenti fondamentali in grado di fare la differenza in termini di prestazioni sono la CPU e la GPU. Spesso però si tende a considerare quest'ultima come preponderante per il raggiungimento di performance elevate: sebbene alla GPU sia demandata la gestione del comparto grafico e determini la qualità dei modelli e delle texture nonché dell'illuminazione e della post elaborazione, tutto il resto viene controllato e gestito dalla CPU. Sta al processore elaborare le meccaniche di gioco e gli input, controllare l'intelligenza artificiale e il comportamento dei vari personaggi/oggetti.
Ancora più importante, la CPU - a seconda del gioco e della tecnologia utilizzata - esegue parti più o meno importanti dei calcoli fisici. Il processore infine permette alla GPU di esprimere tutta la propria potenza: il giusto bilanciamento tra i due hardware risulta quindi fondamentale per assemblare un PC da gaming performante. Ogni genere videoludico necessita però di più o meno potenza di calcolo e Intel offre una soluzione adatta ad ogni esigenza.

FPS Tattici, Battle Royale e MOBA: i giochi competitivi, punti di riferimento per la community eSports, sacrificano spesso la qualità grafica per massimizzare l'accessibilità del grande pubblico e per favorire una resa elevata in termini di fps. Trattandosi di multiplayer, la reattività e la bassa latenza del processore possono fare la differenza tra una vittoria ed una sconfitta. In questo caso la scelta più indicata è l'Intel Core i5-10400, un processore dall'ottimo rapporto qualità prezzo in grado di garantire framerate costanti anche per le sessioni più lunghe. Rientrano in questa categoria giochi come League of Legends, Fortnite, Valorant, Counter Strike, Rainbow Six Siege.

First Person Shooter: gli sparatutto single player sono spesso caratterizzati da un'ottima qualità grafica e dalla frenesia dell'azione. Mappe sempre più vaste, un grande numero di nemici sullo schermo e gli effetti particellari spettacolari richiedono una GPU e una CPU di alto livello, specialmente se si vuole ottenere un framerate in grado di massimizzare l'esperienza. Il processore più indicato è l'Intel Core i7-10700K, un chip in grado di gestire la fisica, l'IA e restituire fps molto elevati e costanti. Rientrano in questa categoria giochi come DOOM Eternal, Call of Duty Modern Warfare, Metro Exodus.

Action RPG: anche in questo caso la qualità grafica dei moderni RPG (che siano in prima o in terza persona) tocca vette d'eccellenza, in particolare in quei titoli che fanno dell'open world la propria caratteristica fondamentale. Sebbene per questo genere il numero di elementi su schermo sia spesso superiore a qualsiasi altro gioco, i ritmi più contenuti dei combattimenti e l'impostazione spesso basata sulla storia e sulla caratterizzazione dei personaggi consentono di sacrificare qualche fps per un maggior dettaglio grafico.
Il processore consigliato è quindi l'Intel Core i5-10600K che grazie alle frequenze elevate e alla possibilità di effettuare l'overclock può sostenere agilmente qualsiasi carico di lavoro. Rientrano in questo genere giochi come The Witcher 3, Horizon Zero Dawn, Assassin's Creed Odyssey.

Streaming con tutti i giochi: lo sappiamo, è una categoria un po' troppo generica. Ma lo streaming e la creazione di contenuti sono realtà sempre più presenti nella vita dei videogiocatori. Giocare e fare live con lo stesso PC richiede però una quantità di risorse non indifferente: in questo caso è richiesta la gestione di più applicazioni, del gioco e della codifica video, il tutto nello stesso momento. Il processore Intel Core i9-10850K è in grado di sostenere una tale mole di lavoro senza il minimo problema.
Di più, il chip high-end di casa Intel può fornire un'esperienza di gioco di altissimo livello senza sacrificare la qualità generale e le prestazioni grazie alla frequenza di clock fino a 5.20 GHz: questo processore è infatti indicato per spingere al massimo ogni categoria di gioco senza compromessi di sorta.

Insomma, i nuovi processori Intel Core di decima generazione trovano la loro naturale dimensione nel gaming e sono in grado di fornire prestazioni elevate per ogni tipo di esigenza. Se volete approfondire la conoscenza delle CPU Comet Lake-S potete dare un'occhiata alle nostre configurazioni specifiche basate su processori Intel.