Speciale iOS 7.1

Il sistema operativo mobile di Apple si aggiorna, apportando inedite e interessanti feature. Ma è tutto oro quel che luccica?

speciale iOS 7.1
Articolo a cura di

Dopo una lunga fase beta, Apple ha finalmente rilasciato l'atteso aggiornamento per il sistema operativo mobile, iOS 7.1. L'update è disponibile dal 10 Marzo per gli iPhone 4, 4s, 5, 5s e 5c, oltre che per gli iPod Touch di quinta generazione ed i modelli di iPad successivi alla seconda edizione. Il sistema operativo di Apple aggiunge, ad ogni nuovo aggiornamento, nuove e interessanti funzioni in grado di rendere l'approccio ancor più semplice ed user friendly, offrendo una nuova gamma di opportunità a chi non si accontenta. L'OS non manca di far parlare anche questa volta - soprattutto grazie a delle politiche più aperte che mai - con tanta attenzione alle numerose richieste degli utenti. Dopo qualche giorno di prova, possiamo ritenerci davvero soddisfatti del lavoro svolto dal colosso di Cupertino. Ecco le principali caratteristiche del nuovo update disponibile.

CarPlay e Siri

Prima di passare alle novità “minori”, analizziamo le nuove funzioni da poco implementate. La più importante è senza dubbio CarPlay. Questo tool permette agli iPhone di collegarsi con il sistema di infotainment che sarà presente nelle Volvo XC90 SUV, Mercedes-Benz C-Class e Ferrari FF, ed in alcuni nuovi modelli di vetture che saranno disponibili nel corso dell'anno. Grazie a questa interfaccia gli utenti potranno accedere al telefono, messaggi, alle mappe di Apple - che secondo alcuni rumour potrebbero essere migliorate notevolmente in iOS 8 - ed alla musica . Oltre a ciò, CarPlay supporta anche alcune applicazioni di terze parti, che potranno essere controllate tramite il display touchscreen presente nelle automobili oppure grazie ad appositi comandi al volante. Nonostante le enormi potenzialità che ha questo servizio, molti analisti ed osservatori di mercato hanno espresso le loro preoccupazioni in quanto il sistema potrebbe distrarre i conducenti durante la guida, aumentando quindi il rischio di incidenti o sinistri stradali. Ricordiamo che CarPlay è disponibile solo su iPhone 5s, iPhone 5c ed iPhone 5.
Nonostante le ottime valutazioni ricevute, Apple ha continuato l'opera di miglioramento di Siri. Grazie alle novità introdotte con iOS 7.1 infatti, ora sarà più facile interagire con il software: gli ingegneri hanno azzerato i tempi morti grazie alla funzione “Push To Talk”, che è a suo modo rivoluzionaria per il settore. Tenendo premuto il pulsante Home, Siri ascolterà gli input delle persone e solo una volta rilasciato inizierà la ricerca. In questo modo la fruizione dei risultati sarà più istantanea e veloce. Oltre a ciò, Apple ha anche aggiunto le voci maschili per diverse lingue, tra cui figurano il cinese mandarino, l'inglese britannico, l'inglese australiano ed il giapponese.

L'altra faccia della medaglia: Touch ID dimentica le impronte digitali

Nel changelog ufficiale diffuso da Apple, si parla anche di “miglioramenti apportati al sensore Touch ID” che, come noto, è stato introdotto nell'iPhone 5s e permette di effettuare acquisti da App Store e sbloccare il cellulare utilizzando le impronte digitali. A seguito dell'installazione di iOS 7.1 però, molti utenti hanno segnalato dei problemi abbastanza gravi con lo scanner fingerprint. Il servizio clienti di Apple è stato letteralmente assediato da molte segnalazioni che lamentavano un problema particolare. Sembra infatti che Touch ID dimentichi improvvisamente le impronte degli utenti. Alcuni hanno trovato una soluzione “momentanea”: basta andare nel menù dedicato, cancellare tutte le impronte e aggiungerle nuovamente seguendo le indicazioni presenti sullo schermo. Alcune fonti vicine ad Apple però si dicono certe del fatto che nel giro di qualche settimana la società potrebbe rilasciare un nuovo aggiornamento volto proprio a correggere questo problema.

Modifiche all'interfaccia grafica

Trattandosi di un update importante, Apple ha anche apportato delle piccole ma significative modifiche al design dell'interfaccia grafica, che probabilmente saranno riprese anche nel prossimo aggiornamento. Andiamo però in ordine ed iniziamo dalla schermata di sblocco che, come noto, ci porta al menù in cui sono presenti tutte le applicazioni. Gli utenti più attenti noteranno che la scritta “scorri per sbloccare” è nettamente più luminosa rispetto a prima. I designer hanno aumentato l'effetto “lucido” per renderla più visibile e non farla confondere con lo sfondo. Andando nella Home Screen notiamo subito un altro cambiamento: è stata modificata la tonalità del verde presente nelle icone delle applicazioni Telefono e Messaggi, che insieme a quella di FaceTime sono ora più scure.
Ci spostiamo nei Messaggi, proviamo a comporne uno ed ecco l'altra novità: lo sfondo della tastiera è più cupo, mentre il colore dei tasti è rimasto praticamente lo stesso. Una novità la troviamo anche nel calendario. Nella parte superiore nella schermata, dove è presente il tasto per cercare ed aggiungere un nuovo evento, è stata aggiunta un'opzione che divide lo schermo in due parti: in quella superiore sarà presente la classica griglia o lista, a seconda della visualizzazione scelta, mentre in basso gli eventi in programma per il giorno selezionato. In questo modo sarà più semplice consultare l'agenda. Tale funzione era già presente in iOS 6 ma Apple, non si sa per quale motivo, aveva scelto di rimuoverla a seguito del lancio della settima versione del sistema operativo.
Non capiamo, invece, la scelta di ridurre le dimensioni dei pulsanti per riagganciare durante le chiamate: da ora infatti non sarà più presente il classico rettangolo, ma un cerchio posizionato nella parte bassa del display. Lo stesso vale anche per l'applicazione telefono ed i tasti di risposta alle chiamate, anch'essi sostituiti.
Infine segnaliamo che l'app Fotocamera per iPhone 5s ora abilita automaticamente l'HDR quando si è in modalità foto.

Impostazioni e Prestazioni

Tante novità in arrivo anche nel menù delle impostazioni, oggi ancor più personalizzabile grazie a iOS 7.1. Tramite la sezione accessibilità e grazie alle nuove opzioni, è ora possibile aumentare il contrasto dei colori, ridurre il bianco, le trasparenze e modificare persino l'aspetto dei pulsanti.
Torniamo ancora sul Touch ID, perché tutti i possessori di un iPhone 5s d'ora in poi non dovranno più spulciare le varie sezioni del menù per accedere alle impostazioni del sensore dedito alla lettura delle impronte digitali, dato che Apple ha spostato il pannello dedicato allo scanner nella prima schermata delle Impostazioni, alla voce “Sfondi e Luminosità”.
La versione di iOS 7.1 da noi testata è quella rilasciata per l'iPhone 5, smartphone su cui il nuovo OS di Apple girava già discretamente, mentre sul fronte tablet abbiamo avuto occasione di saggiare le potenzialità del nuovo aggiornamento sulla prima versione di iPad Mini. Già dai primi istanti si notano le differenze a livello di fluidità e prestazioni: il multitasking appare più reattivo, così come lo sblocco del dispositivo, che sembra essere stato velocizzato. Pareri molto positivi sono arrivati anche dai possessori di iPhone 4, che a quanto pare stanno vivendo una sorta di “seconda giovinezza” del proprio terminale, in quanto iOS 7.1 sembra aver reso il cellulare finalmente utilizzabile, dopo i rallentamenti riscontrati a seguito dell'installazione della precedente build. Purtroppo per loro, però, Apple non ha introdotto, Siri, AirDrop e nemmeno 3D Flyover nella funzionalità Mappe.

iOS Con iOS 7.1 Apple coglie nel segno e dimostra di saper ascoltare gli utenti. L'incremento delle prestazioni dei dispositivi e le tante nuove impostazioni di personalizzazione sono un buon segnale per il futuro. Doveroso anche citare nelle conclusioni l'ottimo lavoro fatto con gli iPhone 4, che come specificato nell'articolo sembrano essere davvero rinati, mentre non riscontriamo grosse migliorie a livello di gestioni dei consumi che, dalle prime analisi, ci sembrano addirittura peggiorati. Rimanete sintonizzati sulle nostre pagine per tutti gli aggiornamenti sui device di Apple e su iOS.