iPad Pro si rinnova: nuovo design, Face ID e USB-C

Un nuovo iPad Pro, con nuovo design, Face ID e USB-C. Confermati quasi in toto i rumor degli scorsi giorni. In arrivo dal 7 novembre.

speciale iPad Pro si rinnova: nuovo design, Face ID e USB-C
Articolo a cura di

Una riprogettazione a lungo attesa, finalmente arrivata e destinata a far felici quasi tutti. Possiamo definire così le tantissime novità introdotte da Apple con la nuova generazione di iPad Pro, che finalmente si rinnova e si mette al pari degli iPhone XS. È stato un keynote molto interessante, quello tenuto dal colosso di Cupertino nella splendida cornice di New York il 30 ottobre, che ha visto una partecipazione molto calorosa del pubblico, come raramente si era visto negli ultimi tempi.
Un evento andato ben oltre la normale presentazione dei nuovi prodotti (oltre ad iPad è stato svelato anche il nuovo MacBook Air e il Mac mini), perché Apple ha riconosciuto a pieno titolo le potenzialità del proprio tablet, certificando il lavoro effettuato negli ultimi tempi. iPad ormai non è più un semplice tablet, ma è a tutti gli effetti un computer.
In soccorso delle dichiarazioni di Cook arrivano i dati, che mostrano come l'iPad sia diventato il computer più popolare al mondo, con 44,2 milioni di unità vendute a livello mondiale nello scorso anno, un numero che supera i volumi di aziende come HP, Lenovo, Dell e Asus nello stesso settore. Solo HP, con 36,9 milioni di unità, è in grado di avvicinarsi.

I nuovi iPad Pro: finalmente Face ID e USB-C

Apple ha confermato in toto i rumor emersi nelle scorse settimane, che solo in qualche punto si sino dimostrati imprecisi. E se non vi è traccia dell'iPad mini, di cui aveva parlato Ming-Chi Kuo, sul mercato arrivano due nuovi modelli di iPad Pro: da 11 e 12,9 pollici, entrambi con lo schermo Liquid Retina Display LCD.
Il primo ha le stesse dimensioni del precedente modello da 10,5 pollici, mentre il secondo include lo stesso display dell'attuale 12,9 in una scocca molto più piccola. iPad Pro da 11 pollici offre uno schermo con risoluzione da 2388x1688 pixel e una densità di 264ppi, racchiuso in uno chassis da 247,6x178,5x5,99 millimetri, spalmato su un peso di 468 grammi per la variante WiFi Only e 468 grammi per quella con supporto LTE.
La variante da 12,9 pollici invece ha una risoluzione di 2732x2048 pixel con la stessa densità, ma a fronte di dimensioni più elevate: in questo caso le misure sono di 280,6x214,9x5,9 millimetri, con un peso di 631 grammi per il modello WiFi e 633 grammi per quello WiFi + Cellular.
Scompare, come previsto, il tasto Home, una prima assoluta nella storia del tablet. La scelta è stata dettata dall'esigenza di estendere le dimensioni dello schermo in verticale senza aumentare lo spazio occupato dal tablet.
Il tutto ha permesso ai progettisti di ridurre le cornici su tutti e quattro i lati, ma anche di integrare il sistema di riconoscimento facciale Face ID che, contrariamente a quanto affermato da alcuni, funziona sia in verticale che in orizzontale e consente di sbloccare il tablet ed effettuare acquisti in rete tramite Apple Pay. Tornando a parlare dello schermo, entrambi i modelli condividono la tecnologia ProMotion, che garantisce prestazioni fluide in fase di visione dei contenuti, migliorata anche dal nuovo sistema audio con quattro altoparlanti.
La rimozione del tasto Home ha anche portato a una completa riprogettazione dell'interfaccia utente, che proprio come accaduto su iPhone si basa esclusivamente sulle gesture. Apple ha anche esteso le funzioni di produttività: il nuovo iPad Pro introduce nuove feature di drag and drop e di multitasking a cui si può accedere semplicemente effettuando uno swipe - durante il keynote ci è stato fatto vedere come sia possibile affiancare due applicazione e spostare elementi tra di esse.

iPad Pro segna anche l'addio definitivo al jack per le cuffie ma non solo, perché a livello di connettività sparisce anche la porta Lightning tanto cara ad Apple. La carica infatti è garantita attraverso l'ingresso USB-C, che debutta per la prima volta nella storia su un dispositivo basato su iOS.
Apple ha giustificato la scelta soffermandosi sul fatto che iPad è sempre più usato da creativi e fotografi per trasferire file ed effettuare il ritocco di fotografie, da qui la decisione di adottare un ingresso standard che non solo consenta di collegare una macchina fotografica o uno schermo (fino a 5K), ma anche di ricaricare un altro iPhone attaccando il cavo Lightning-USB C, da acquistare a parte. Che sia un presagio di ciò che vedremo il prossimo anno a Settembre con iPhone 2019?
Sotto la scocca è presente il nuovo processore A12X Bionic 8-core, affiancato da una GPU 7-core, più veloce anche di quello visto in iPhone XS. Grazie ai due chip, iPad Pro sarà in grado di fornire prestazioni in single-core più veloci del 35% e del 90% superiori per le attività multi-core, ovviamente rispetto alla precedente generazione.
Interessante a riguardo la dichiarazione di Jon Ternus sulla GPU, che permette ad iPad Pro di "offrire prestazioni grafiche simili a Xbox One S". Apple ovviamente si è soffermata anche sulla realtà aumentata, ormai divenuta centrale nel proprio ecosistema, etichettando il nuovo tablet come il miglior dispositivo per creare e vivere esperienze in AR da mobile. Interessante anche quanto mostrato da Adobe in fase di keynote, che ha presentato il nuovo Photoshop in arrivo nel 2019 su iPad. Sulla scocca posteriore figura poi una fotocamera da 12 megapixel in grado di registrare filmati in 4K a un framerate di 60 fps, mentre il chip di connettività LTE sembra essere simile a quello di iPhone XS.

Il nuovo iPad Pro sarà disponibile per l'acquisto dal prossimo 7 Novembre. Per la versione da 11 pollici si parte da 899 Euro se si sceglie il taglio da 64 GB WiFi Only, mentre la variante Cellular parte da 1.069 Euro.
Prezzi più alti per il modello da 12,9 pollici, che nelle stesse configurazioni base parte rispettivamente da 1.119 Euro per la versione WiFi e 1.289 Euro per quella con il supporto LTE. Debutta anche il modello da 1 TB, che arriva a costare 1.729 e 1.949 Euro nella configurazione solo WiFi, mentre per il modello con supporto LTE si sfondano i 2.000 euro.
Nella confezione gli utenti troveranno anche un alimentatore da 18 watt per ricaricare la batteria che, dati ufficiali alla mano, è in grado di fornire un'autonomia di 10 ore di uso continuo.

Si rinnova anche la Apple Pencil

Novità anche dal fronte Apple Pencil, che si rinnova e diventa più facile da usare. La novità più importante riguarda senza dubbio la ricarica wireless, che la rende sempre pronta all'uso, ma è interessante anche il collegamento magnetico: ogni qualvolta la si aggancia al tablet, inizierà la ricarica per essere sempre pronta a funzionare.
Inoltre, toccando iPad Pro con la matita, il tablet si attiverà immediatamente e si avvierà in automatico Note. Apple ha anche specificato che le API messe a disposizione degli sviluppatori consentiranno di abilitare nuove gesture, che porteranno all'introduzione di nuove funzioni in base all'applicazione avviata.
La matita cambia anche a livello di design, che ora è più minimalista. Sulla parte superiore è stata inserita una parte in argento, mentre il cappuccio rimovibile è ormai scomparso. Presente anche un lato piatto, che evita di farla rotolare via quando appoggiata su un tavolo, mentre il supporto ai controlli gestuali consente di attivare delle scorciatoie in base ai tap effettuati sulla superficie. Ad esempio, toccando due volte la matita nell'app Note, si passerà dalla matita alla gomma. La nuova Apple Pencil sarà anch'essa disponibile dal 7 novembre al prezzo di 135 Euro.