iPhone 11: dalla tripla fotocamera allo schermo a 90Hz, gli ultimi rumor

L'ultimo trimestre non è stato dei più rosei per gli iPhone, ma a Cupertino possono comunque dormire sonni tranquilli e lavorare ai prossimi smartphone

speciale iPhone 11: dalla tripla fotocamera allo schermo a 90Hz, gli ultimi rumor
Articolo a cura di

Non è un buon periodo per iPhone a livello di vendite. I ricavi garantiti dagli smartphone della società di Cupertino hanno infatti subito un calo pari al 17% nell'ultimo trimestre fiscale, ma Apple può stare più che tranquilla. Infatti, gli iPad hanno registrato il più alto tasso di crescita da 6 anni a questa parte, inoltre i ricavi provenienti dai servizi sono in costante aumento e hanno avuto un balzo pari al 16%.
Stando a Tim Cook, CEO di Apple, i servizi hanno quindi raggiunto "il più alto tasso di crescita di sempre" e "i mesi peggiori sono passati". Insomma, a Cupertino possono dormire sonni tranquilli e continuare a progettare la prossima gamma di smartphone iPhone 11, che sarà di fondamentale importanza per capire quanto il focus dell'azienda si sposterà sul software.

iPhone 2019: si punta sul comparto fotografico?

I tanto attesi modelli 2019 degli iPhone dovrebbero essere annunciati nel mese di settembre, ma chiaramente l'interesse degli appassionati è già molto alto sin da ora e sul web sono iniziati a comparire i primi rumor e leak in merito. Stando a quanto riferito dall'analista Ming-Chi Kuo, Apple starebbe pensando di produrre degli smartphone dal design molto simile a quello degli iPhone XR, XS e XS Max, aggiornando ovviamente i componenti del dispositivo. Tuttavia, sul retro dovrebbero fare capolino una tripla fotocamera e un flash Dual LED disposti a quadrato, che dovrebbero andare a coprire la parte in alto a sinistra della scocca. Questo potrebbe verosimilmente avvenire per iPhone 11S e iPhone 11S Max, mentre iPhone 11R dovrebbe disporre solamente di due sensori posteriori da 12MP.
Interessante tuttavia il fatto che quest'ultimo smartphone potrebbe comunque disporre di uno zoom ottico 2x e di una fotocamera anteriore da 12MP. La parte posteriore degli smartphone dovrebbe essere realizzata in un unico pezzo di vetro e gli iPhone 2019 dovrebbero essere leggermente più spessi di quelli attuali.

Gli schermi dei modelli di punta utilizzeranno ancora la tecnologia OLED con tagli da 5,8 pollici in su, ma la grande novità potrebbe essere costituita da un refresh rate pari o superiore a 90 Hz, che a questo punto potrebbe essere il prossimo grande trend in campo smartphone, visto che tutto fa pensare che anche OnePlus 7 adotterà questa frequenza di aggiornamento.
Sempre parlando dello schermo, gli iPhone 2019 dovrebbero mantenere la tacca in alto, senza perseguire quindi il tanto ricercato design all-screen. A livello di autonomia, le batterie dovrebbero arrivare fino a 4000 mAh con supporto alla ricarica wireless da 15W. Diverse fonti internazionali parlano anche di un caricatore rapido finalmente incluso nella confezione. Alcune indiscrezioni descrivono un possibile passaggio dallo standard Lightning a quello USB Type-C, ma una scelta del genere da parte di Apple sembra improbabile, perlomeno nel breve periodo.

Per il resto, non ci sono in realtà molte indiscrezioni legate alle specifiche tecniche, se non il fatto che dovrebbero essere presenti il Face ID, la ricarica wireless inversa, la certificazione IP68 e la possibilità di utilizzare lo smartphone sott'acqua. Insomma, le novità sembrano esserci, ma a quanto pare Apple non cercherà di cambiare più di tanto la formula già vista con l'attuale generazione di iPhone.
Per ulteriori dettagli sulla scorsa iterazione, vi consigliamo di consultare la nostra recensione di iPhone XS.
In parole povere, da queste prime indiscrezioni, sembra che la società di Cupertino voglia "andare sul sicuro", implementando delle tecnologie già viste sul mercato, come un refresh rate più elevato e una fotocamera migliorata. Basterà questo per risollevare o mantenere stabili le vendite degli iPhone? Staremo a vedere, le cose potrebbero comunque cambiare molto nel corso dei prossimi mesi.