iPhone 12, il prepotente ritorno dei leak: 5G, 120 Hz e dimensioni compatte

Il 2020 potrebbe essere un anno molto importante per Apple e i suoi iPhone, tra il supporto al 5G e schermi con refresh rate di 120 Hz.

speciale iPhone 12, il prepotente ritorno dei leak: 5G, 120 Hz e dimensioni compatte
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Gli appassionati del mondo smartphone discutono da anni in merito all'effettiva innovazione portata dai nuovi iPhone, che vengono puntualmente annunciati nel mese di settembre. Le ultime settimane sono state piene zeppe di rumor e leak legati ad iPhone 12, uno smartphone importante per molti motivi. Innanzitutto, siamo in una situazione di emergenza che non sta certamente facendo bene alle vendite e al settore in generale.
Inoltre, tutto fa pensare che questo sarà l'anno del grande salto per Apple, che potrebbe implementare il supporto al 5G sui suoi dispositivi, proprio come sta accadendo sempre più nel mondo Android.
Si vocifera inoltre che l'azienda di Cupertino stia seriamente tenendo in considerazione la possibilità di installare un display da 120 Hz nei modelli di punta. Insomma, potrebbe realmente essere un anno di importanti cambiamenti: andiamo ad analizzare rumor e leak insieme.

iPhone 12, Apple deciderà di fare all-in?

Partiamo da una premessa: mancano ancora quattro mesi a settembre (mese in cui vengono solitamente presentati gli iPhone) e questo significa che i rumor e leak apparsi online sono ancora un po' "confusi". Ad esempio, alcune fonti descrivono che l'attuale situazione legata al COVID-19 non avrà impatti sulle tempistiche di lancio di iPhone 12, mentre secondo altre l'arrivo degli smartphone sul mercato potrebbe slittare a dicembre 2020 oppure inizio 2021. Insomma, il 2020 è un anno particolare per tanti motivi e probabilmente anche la stessa Apple sta ancora decidendo come muoversi.

La gamma iPhone 12 dovrebbe essere composta da quattro modelli: iPhone 12 (5,4 pollici), iPhone 12 Max (6,1 pollici, il nome non è ancora del tutto chiaro), iPhone 12 Pro (6,1 pollici) e iPhone 12 Pro Max (6,7 pollici). Si vocifera che la variante Pro disponga di un display a 120 Hz (Pro Motion).
Dai leaker sono arrivate conferme anche per quanto riguarda il processore Apple A14 Bionic: sono praticamente tutti d'accordo sul supporto al 5G sub-6 GHz. Altre novità dovrebbero riguardare la memoria RAM (Apple avrebbe deciso di portarla da 4GB a 6GB per le varianti Pro e Pro Max) e la possibile presenza dello scanner LiDAR, pensato per migliorare i contenuti in realtà aumentata. Lo abbiamo già visto sugli iPad Pro annunciati a inizio 2020 e dovrebbe essere implementato sui due modelli più costosi di iPhone 12.

Un rumor molto interessante descrive la possibilità che la variante "base" di iPhone 12, ovvero quella da 5,4 pollici, possa disporre di un design più "all-screen" del solito. Questo consentirebbe ad Apple di realizzare uno smartphone dalle dimensioni simili a quelle dell'iPhone 5 lanciato nel 2012 (123,8 x 58,6 x 7,6 mm), "togliendo" però le grandi cornici, magari riducendo le dimensioni del notch e puntando su un Face ID migliorato (che potrebbe essere in grado di sbloccare lo smartphone da più angolazioni) piuttosto che sul Touch ID.

Gli altri dispositivi della gamma iPhone 12 dovrebbero invece disporre di dimensioni più simili a quelle a cui ci ha abituato il mercato odierno. Per il resto, dovremmo avere qualche novità in termini di autonomia (ad esempio, iPhone 12 Pro dovrebbe avere una batteria da 4400 mAh, iPhone 11 Pro ne ha una da 3046 mAh) e delle funzionalità pensate per migliorare gli scatti del comparto fotografico (soprattutto di notte). A tal proposito, dovrebbe essere presente un sensore principale da 64MP. Lato software ci sarà iOS 14, che potrebbe finalmente portare con sé dei widget veramente personalizzabili.

Per quanto riguarda i prezzi, secondo le ultime indiscrezioni la società di Cupertino avrebbe deciso di non farli aumentare troppo, nonostante l'implementazione del 5G e delle nuove tecnologie. Infatti, il modello da 5,4 pollici dovrebbe costare 649 dollari nella sua variante da 128GB di memoria interna e 749 dollari in quella da 256GB, mentre iPhone 12 "base" da 6,1 pollici potrebbe essere venduto a 749 dollari (128GB) e 849 dollari (256GB).
Passando all'altro modello da 6,1 pollici, ovvero iPhone 12 Pro, il prezzo dovrebbe attestarsi su 999 dollari (128GB), 1099 dollari (256GB) e 1299 dollari (512GB). Infine, i costi della variante Pro Max da 6,7 pollici dovrebbero essere di 1099 dollari (128GB), 1199 dollari (256GB) e 1399 dollari (512GB). Chiaramente, stiamo parlando di prezzi riferiti al mercato USA, che potrebbero variare di Paese in Paese.

I costi potrebbero cambiare poco rispetto agli attuali: ad esempio, il successore diretto di iPhone 11 partirebbe da 749 dollari al posto 699 dollari. Ma come farebbe l'azienda di Cupertino a mantenere bassi i prezzi nonostante il 5G? Ebbene, secondo gli ultimi rumor, Apple starebbe cercando di utilizzare varie "tecniche" per non andare troppo in alto con i prezzi. Tra queste, ci sarebbe l'assenza della connettività mmWawe 5G nei modelli da 5,4 pollici e 6,1 pollici.
Questo significa che tutte le varianti di iPhone 12 dovrebbero supportare il 5G, ma quelle meno costose potrebbero non avere la stessa velocità di connessione (pur rimanendo su valori più che buoni per la maggior parte dell'utenza). Tuttavia, è ancora troppo presto per sbilanciarsi e sicuramente l'argomento andrà approfondito con il passare dei mesi. Vi ricordiamo che tutte le informazioni riportate in questo articolo provengono da rumor e leak. Vi invitiamo, dunque, a prenderle con la dovuta cautela.