iPhone 12, facciamo il punto: quello che non è stato detto in conferenza

Apple ha annunciato ufficialmente la gamma di smartphone iPhone 12: ecco un recap dell'evento con tanto di informazioni emerse nelle ore successive.

speciale iPhone 12, facciamo il punto: quello che non è stato detto in conferenza
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Durante l'atteso evento "Hi, Speed" Apple ha presentato la nuova gamma di smartphone iPhone 12. La casa americana ha estratto dal cilindro un'altra delle sue conferenze preregistrate dai cambi di scena spettacolari, puntando molto sull'impatto visivo.
I prodotti annunciati sono cinque: HomePod Mini, iPhone 12, iPhone 12 Mini, iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max. In ogni caso, in un evento di questo tipo è sempre difficile fornire tutti i dettagli, motivo per cui, dopo la conferenza, gli utenti potrebbero ancora avere qualche dubbio in merito a caratteristiche e prezzi dei dispositivi. Facciamo quindi un riassunto di quanto presentato dalla società di Cupertino, portando alla luce anche gli aspetti che non sono stati approfonditi durante l'evento.

iPhone 12

La "variante base" del top di gamma 2020 di Apple dispone di uno schermo Super Retina XDR OLED da 6,1 pollici, con risoluzione di 2532 x 1170 pixel (460 ppi) e viene definito dalla stessa azienda di Tim Cook come "all-screen". Tuttavia, là in alto il notch è ancora presente. Il pannello ha un contrasto di 2.000.000:1 e una luminosità massima di 625 nit (1200 nit in HDR). Inoltre, non manca il supporto a HDR10, HLG e Dolby Vision. Le dimensioni dello smartphone sono di 146,7 x 71,5 x 7,4 mm, per un peso di 162 grammi.
Non manca una certificazione IP68, mentre i materiali utilizzati per la costruzione sono Ceramic Shield (frontale), vetro (posteriore) e alluminio. Sotto la scocca troviamo il processore six-core Apple A14 Bionic con processo produttivo a 5nm, GPU con quattro core e Neural Engine di nuova generazione.

Sul retro è presente una doppia fotocamera posteriore da 12MP, con una lente ultra-wide (f/2.4, 120 gradi) e un sensore wide (f/1.6). Si arriva fino a uno zoom digitale 5x, mentre quello "ottico" è 2x. La fotocamera anteriore è da 12MP (f/2.2). Apple afferma che la batteria può durare fino a 15 ore in ambito di riproduzione video. C'è il supporto alla ricarica wireless fino a 15W mediante MagSafe, nonché alla ricarica wireless Qi fino a 7,5W.
C'è il Dual SIM (nanoSIM + eSIM). Chiaramente, il sistema operativo è iOS 14. I tagli di memoria di iPhone 12 sono 64GB, 128GB e 256GB: i prezzi sono rispettivamente pari a 939 euro, 989 euro e 1109 euro. Sarà possibile preordinare iPhone 12 dal 16 ottobre 2020. Le colorazioni disponibili sono Nero, Bianco, (PRODUCT)RED, Verde e Blu.

iPhone 12 Mini

Subito dopo aver presentato il "modello base" iPhone 12, Apple è passata all'attesa variante Mini. Quest'ultima condivide molte delle caratteristiche del suo "fratello maggiore", tanto che Apple ha realizzato una pagina univoca sul sito ufficiale, ma mira chiaramente a ridurre le dimensioni, che in questo caso sono pari a 131,5 x 64,2 x 7,4 mm, per un peso di 133 grammi. Lo schermo è sempre un Super Retina XDR OLED, ma in questo caso il pannello ha una diagonale pari a 5,4 pollici e una risoluzione di 2340 x 1080 pixel (476 ppi).
Per il resto, i due smartphone sono molto simili, dal reparto fotografico a quello connettività, passando per la costruzione. In questo caso i prezzi sono pari a 839 euro per la variante con 64GB di storage interno, 889 euro per il modello da 128GB e 1009 euro per quello da 256GB. I preordini partiranno dal 6 novembre 2020.

iPhone 12 Pro

Addentrandoci nel mondo degli utenti più esigenti, invece, troviamo iPhone 12 Pro. In questo caso l'azienda di Cupertino ha deciso di realizzare un prodotto ulteriormente "premium", puntando a costruzione e comparto fotografico. iPhone 12 Pro è realizzato in Ceramic Shield (frontale), vetro opaco (posteriore) e acciaio inossidabile, mentre le colorazioni disponibili sono Argento, Grafite, Oro e Blu Pacifico. Presente la certificazione IP68. Le dimensioni sono pari a 146,7 x 71,5 x 7,4 mm, per un peso di 187 grammi.

Il pannello Super Retina XDR OLED dispone di una diagonale di 6,1 pollici, nonché di una risoluzione pari a 2532 x 1170 pixel (460 ppi). La luminosità massima in questo caso è di 800 nit (1200 nit in HDR) e in alto troviamo sempre il notch. Immancabile il nuovo processore A14 Bionic, ma le principali novità rispetto al "modello base" sono a livello di reparto fotografico.

Infatti, qui troviamo una tripla fotocamera posteriore da 12MP, composta da un sensore ultra-wide (f/2.4, 120 gradi), una lente wide (f/1.6) e un teleobiettivo (f/2.0, zoom digitale fino a 10x). Molto interessante la possibilità di registrare video a 10-bit con standard Dolby Vision fino alla risoluzione 4K/60fps. Da non sottovalutare, inoltre, la presenza dello scanner LiDAR, che viene usato, ad esempio, per rilevare gli oggetti e per effettuare la scansione degli ambienti.
La fotocamera frontale è da 12MP (f/2.2). Per quanto riguarda la batteria, l'azienda di Cupertino afferma che iPhone 12 Pro ha una durata fino a 17 ore per quanto riguarda la riproduzione video. Sono supportate la ricarica wireless fino a 15W tramite MagSafe e la ricarica wireless Qi fino a 7,5W. Il sistema operativo è iOS 14. C'è ovviamente il supporto al 5G, nonché quello al Dual SIM (nanoSIM + eSIM). I tagli di memoria sono 128GB, 256GB e 512GB, per dei prezzi rispettivamente di 1189 euro, 1209 euro e 1539 euro. I preordini inizieranno dal 16 ottobre 2020.

iPhone 12 Pro Max

Come accaduto per iPhone 12 e iPhone 12 Mini, Apple ha deciso di trattare iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max come dei prodotti simili sotto molteplici aspetti, come potete vedere nella pagina univoca presente sul portale ufficiale. Le principali differenze con iPhone 12 Pro consistono nello schermo, che qui diventa un 6,7 pollici con risoluzione 2778 x 1284 pixel (458 ppi), e nel comparto fotografico. Infatti, il teleobiettivo di iPhone 12 Pro Max ha un'apertura f/2.2 e dispone di un'estensione totale dello zoom ottico pari a 5x, nonché di uno zoom digitale che arriva al 12x.
C'è inoltre una stabilizzazione ottica dell'immagine nella cam grandangolare. Le dimensioni del dispositivo sono di 160,8 x 78,1 x 7,4 mm, per un peso di 226 grammi. I prezzi di iPhone 12 Pro Max sono fissati a 1289 euro per la variante da 128GB, 1409 euro per il modello da 256GB e 1639 euro per quello da 512GB. I preordini partiranno dal 6 novembre 2020.

MagSafe

Analizzati i quattro dispositivi della gamma iPhone 12, è bene effettuare un rapido focus relativo a MagSafe, il nuovo sistema magnetico per l'utilizzo degli accessori. In parole povere, Apple ha inserito un magnete sul retro dei suoi nuovi smartphone, consentendo all'utente di "appiccicarci" vari prodotti, dal caricabatterie fino ad alcune cover. La parentesi dedicata a MagSafe durante l'evento non è stata molto ampia, ma in seguito è stata pubblicata un'apposita pagina sul portale ufficiale di Apple.
Da quest'ultima apprendiamo che gli accessori in vendita in Italia sono l'alimentatore MagSafe, che costa 45 euro, e varie custodie, da quella in silicone a quella in pelle, che arrivano a costare fino a 65 euro. Sarà possibile preordinare questi prodotti dal 16 ottobre 2020, mentre l'effettiva disponibilità partirà dal 23 ottobre 2020.

La confezione di vendita degli iPhone 12

Una delle questioni più dibattute nelle ultime ore, in seguito alla presentazione dei nuovi smartphone, è quella relativa alla confezione di vendita. Infatti, nel corso dell'evento "Hi, Speed", Apple ha annunciato ufficialmente la rimozione di cuffie e caricabatterie: in confezione ci saranno solamente la documentazione, l'iPhone e il cavo da USB Type-C a Lightning. Questa scelta si applica anche ad iPhone 11, iPhone XR e iPhone SE. L'azienda di Cupertino ha affermato che questa decisione consentirà, tra le altre cose, di ridurre la dimensione del packaging.

RAM, porta di ricarica e batterie degli iPhone 12

Come di consueto, Apple non ha ancora svelato i dettagli precisi relativi alla RAM e alla capienza della batteria. Bisognerà, dunque, attendere l'analisi delle prime persone che metteranno le mani sui dispositivi per saperne di più. Sono invece stati completamente smentiti i rumor che volevano l'adozione di una porta USB Type-C da parte di Apple: tutti i dispositivi dispongono di un classico connettore Lightning.

HomePod Mini

Come era stato "caldeggiato" da alcuni rumor, l'evento del 13 ottobre 2020 non si è in realtà aperto con iPhone 12, bensì con HomePod Mini. L'Italia è ancora esclusa, perlomeno inizialmente, ma potrebbe interessarvi sapere che si tratta di uno smart speaker con assistente vocale che negli USA costa 99 dollari. Tra le funzionalità più interessanti, c'è quella che consente di "chiamare" rapidamente un altro HomePod Mini, presente, ad esempio, nella stanza del proprio figlio, per comunicare con la propria famiglia. Se volete approfondire il dispositivo, potete dare un'occhiata alla notizia di presentazione di HomePod Mini.