iPhone 5se: realtà o solo speculazioni?

In rete sono sempre più frequenti i rumor su un presunto iPhone con schermo da 4 pollici, che dovrebbe arrivare nella seconda metà dell'anno. Si tratta di un progetto reale o di mere speculazioni?

speciale iPhone 5se: realtà o solo speculazioni?
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

iPhone 6 spiazzò molti degli appassionati della mela. Il display da 4" del precedente 5s venne infatti rimpiazzato con un pannello da 4.7" nella versione base, e addirittura con uno da 5.5" in quella Plus. Molto spesso, è stata Apple a piegare il mercato al suo volere, ma non sulla questione della dimensione del display. L'utilizzo sempre più variegato dei telefonini ha provocato un aumento della dimensione media degli schermi, un cambiamento necessario per favorire la navigazione web e soprattutto l'utilizzo di app, fonte di denaro destinata a diventare sempre più importante col passare del tempo. Il passaggio dai 4 ai 4.7" non è stato indolore comunque, visto che molti appassionati hanno vissuto la cosa come un tradimento, considerate anche le parole pronunciate da Steve Jobs nel 2010 "Nessuno comprerà un telefono grande." La previsione del compianto CEO di Apple, nonostante una carriera costellata di successi e di previsioni azzeccate, non si è rivelata veritiera, tanto da diventare oggetto di scherno in una campagna pubblicitaria di Samsung per il lancio del Note 4. Mercato e utenza sono oggi più predisposti ad utilizzare device di grandi dimensioni, ma le voci degli ultimi giorni sembrano affermare che Apple non si è dimenticata dei suoi utenti di vecchia data, visto che un modello di iPhone da 4 pollici è sempre più oggetto di speculazioni sul web.

Realtà o solo finzione?

Apple fino a questo momento è riuscita a portare avanti il proprio business mobile lanciando sul mercato un numero di modelli molto inferiore alla concorrenza. In effetti, fino all'arrivo della variante Plus, un solo iPhone all'anno è arrivato sul mercato, agevolando così l'ottimizzazione delle prestazioni di iOS, i processi produttivi e il lavoro di ricerca e sviluppo, focalizzandoli su uno o al massimo due device alla volta. Un caso a parte è rappresentato dall'iPhone 5C, primo - fallimentare - tentativo di portare l'asticella del prezzo a un livello inferiore. Il caso del 5C fa riflettere e spiega in parte il motivo per cui un modello dal 4 pollici ancora non è arrivato sul mercato. Come verrebbe accolto dall'utenza? Come un modello inferiore rispetto ai top di gamma o come una valida alternativa ad essi? Molto dipenderà dalla strada che Cupertino sceglierà di intraprendere nel caso volesse realmente produrlo. A prescindere dai rumor degli ultimi giorni, le possibili alternative sono due. Nel primo caso, Apple potrebbe realizzare un device con specifiche inferiori rispetto ai modelli più grandi, puntando anche su un prezzo più basso. Nel secondo invece Cupertino potrebbe decidere di rendere, quanto più possibile, la nuova variante simile agli attuali modelli, pur mantenendo il display da 4". A quanto pare, sembra che la nuova variante cercherà di mediare tra le due ipotesi poste poco sopra, realizzando un ibrido tra un iPhone 5s e un iPhone 6s, con caratteristiche di entrambi i modelli.
Fino a questo momento non abbiamo fatto riferimento ad alcun nome commerciale per il nuovo modello, semplicemente perché ancora non c'è certezza sulla sigla che Apple ha deciso di utilizzare per il nuovo iPhone da 4", sempre che esso sia effettivamente nei piani dell'azienda californiana. L'anno scorso il nome più in voga era "iPhone 6C", ma il marketing di Cupertino è troppo furbo per legare l'immagine del nuovo prodotto a un insuccesso commerciale, ecco perché l'ipotesi di un "iPhone 5se" ha preso sempre più piede.
Difficile dire se questa versione diventerà reale o se alla fine si utilizzerà un altro nome, ciò che conta, a questo punto, è che quest'anno potrebbe essere davvero quello buono per rivedere un iPhone di dimensioni contenute. Le caratteristiche del terminale sono ignote, ma le speculazioni in merito descrivono uno smartphone piuttosto credibile, caratterizzato da una scocca in alluminio dalle fattezze simili a quella di iPhone 5 ma con i bordi smussati e le colorazioni disponibili negli attuali modelli. Lo schermo dovrebbe presentare i bordi curvi, mentre sotto la scocca troverebbe spazio una CPU Apple A8 con co-processore di M8, anche se alcuni ipotizzano l'inserimento del chip A9, utilizzato negli iPhone 6s.

Si tratta di una scelta importante, perché delineerà sia le prestazioni che la durata futura del dispositivo. Rispetto al 5s saranno presenti un lettore di impronte digitali aggiornato e il chip NFC, per favorire l'utilizzo del telefono con i pagamenti in mobilità, sempre più diffusi a livello globale. I tagli di memoria ipotizzati partono dai 16 GB fino ad arrivare a 64 GB, passando per il modello intermedio da 32 GB, nulla si sa invece sulla RAM installata. Per quanto riguarda l'arrivo del terminale sul mercato, molti identificano nella prossima Worldwide Developer Conference, che si terrà a San Francisco, la probabile occasione per la presentazione del nuovo terminale. Anche se le date non sono ancora state confermate, alcuni utenti hanno scoperto che il Moscone Center, luogo scelto per la presentazione, sarà disponibile solo tra il 13 e il 17 giugno, visto il ricco calendario di eventi che lo vede protagonista, date molto papabili per la presentazione del nuovo dispositivo.

iPhone SE iPhone 5se o 6C sarà davvero presentato a giugno? Difficile a dirsi; di certo l’interesse mostrato nei confronti dei rumors degli ultimi giorni non lascia indifferenti, segno che un modello da 4” potrebbe ancora oggi trovare un buon riscontro nel pubblico. Se davvero arriverà sul mercato però, il suo successo dipenderà anche dalle specifiche tecniche che porterà con sé. La CPU A8 è ancora oggi ottima, ma se utilizzata su un prodotto in uscita nella seconda metà del 2016 potrebbe non attrarre l’utenza interessata ad un top di gamma di dimensioni contenute. Diverso il discorso se Apple punterà sul più recente processore A9, che darebbe un boost prestazionale e una maggiore longevità in ottica futura, anche se molto dipenderà dalla RAM installata. A prescindere dalle prestazioni, solo il tempo potrà dire se iPhone 5se arriverà effettivamente sul mercato, ampliando così la gamma di dispositivi mobile della mela. A nostro avviso, un modello da 4" potrebbe tranquillamente trovare spazio nel listino Apple, anche se la concorrenza, soprattutto interna con la variante da 4.7", potrebbe portare a contraccolpi sulle vendite dei due dispositivi. La stagnazione delle vendite dei modelli attuali tuttavia potrebbe spingere Apple a cercare strade alternative, e un ritorno al passato potrebbe essere gradito agli utenti.