iPhone 7: quanto costa con la permuta di Apple?

Dal maggio 2016 Apple offre un servizio per la permuta degli iPhone usati. Vediamo come funziona e se conviene davvero.

speciale iPhone 7: quanto costa con la permuta di Apple?
Articolo a cura di

Dal maggio 2016 è disponibile in Italia il servizio di permuta dei vecchi iPhone, gestito direttamente da Apple. Questo permette di consegnare il proprio iPhone in uno dei 16 Apple Store presenti nel nostro paese e di ricevere in cambio un iPhone 7 nuovo con pagamento rateizzato oppure un credito da spendere negli Apple Store, sia online che fisici. Ovviamente, l'ammontare dello sconto o del credito dipendono dal tipo di iPhone che si consegna, con cifre che possono cambiare anche di molto da variante in variante. Cerchiamo quindi di capire come funziona il servizio e se conviene davvero, analizzando i prezzi proposti dal portale online di Apple.

Quanto costa?

La tabella presente sulla pagine ufficiale dell'iniziativa è abbastanza esaustiva e permette di farsi subito un'idea di come funziona la permuta. Innanzitutto, non tutti gli iPhone possono essere utilizzati per accedere al pagamento rateizzato di iPhone 7. Come si può vedere, iPhone 5 consente di acquistare a rate solo iPhone SE e iPhone 6s. La tabella fa riferimento esclusivamente ai modelli più tradizionali, con tagli da 16 e 32 GB. iPhone SE può quindi essere acquistato con 24 rate da 19.79€ al mese, mentre per iPhone 6s si sale a 27.81€ mensili, sempre con 24 rate. Il totale arriva a 492.96€ per iPhone SE e 685.44€ per iPhone 6s. Nemmeno con iPhone 5s è possibile mettere le mani su un iPhone 7, per il quale bisogna passare direttamente ad iPhone 6.
Consegnando il proprio iPhone 6 è possibile ottenere un iPhone 7 a 25.81€ mensili (le rate sono 24 per tutte le offerte), per un totale di 637.44€. Per iPhone 7 Plus invece la cifra sale a 32.05€ mensili, in totale si arriva dunque a 787.20€. Leggermente più vantaggiosa la situazione con iPhone 6s, con iPhone 7 disponibile a 23.35€ mensili e il Plus a 29.59€, per un totale rispettivamente di 578.40€ e 728.16€.
Nel caso in cui si intenda semplicemente ottenere del credito da spendere negli Apple Store le cifre cambiano leggermente e le valutazioni dei dispositivi migliorano, seppur di poco, almeno per quelli più recenti. Ogni taglio di memoria ha un prezzo a sé stante, per conoscerlo potete controllare tramite il tool disponibile nella pagina dedicata. Facendo riferimento a tagli di memoria medi (16, 32 GB) troviamo iPhone 5 e 5c valutati 65€, iPhone 5s invece 100€. Passando a modelli più recenti troviamo iPhone 6 a 220€, 6 Plus a 250€, invece iPhone 6s e 6s Plus sono prezzati rispettivamente a 275€ e 300€.

Questa è la proposta di Apple, ma conviene davvero? Già dando un rapido sguardo si può notare come i prezzi proposti da Cupertino per gli iPhone, rispetto al valore sul mercato dell'usato, siano decisamente più bassi. Esempio perfetto può essere fatto con iPhone 6s Plus, valutato 300€ nella sua variante da 16 GB. Una cifra praticamente impossibile da ritrovare nel mercato dell'usato, dove questo smartphone viene normalmente venduto a un prezzo anche superiore ai 500€. Cosa succede invece con gli smartphone più vecchi? Prendiamo ad esempio iPhone 5, valutato 65€ da Apple. Online si trovano prezzi superiori ai 100€ nell'usato, per cui anche in questo caso siamo di fronte a una valutazione inferiore rispetto a quella data dal mercato.

iPhone 7 Il servizio di permuta degli iPhone di Apple sembra essere tagliato su misura per l’utente che non vuole perdere tempo con la vendita del suo vecchio device e desidera acquistare il nuovo iPhone 7 con pagamento rateizzato. In questo caso il gioco potrebbe valere la candela, almeno dal punto di vista del tempo risparmiato. In tutti gli altri casi però affidarsi al servizio di permuta realizzato da Apple significa rinunciare a una parte del valore del proprio device, una scelta poco saggia se si vuole valorizzarlo al massimo. In generale dunque, meglio vendere da sé il proprio iPhone e poi eventualmente acquistare quello nuovo, riuscendo così da abbassare anche di molto, in base al modello venduto, il costo del nuovo melafonino.