La Champions League su Amazon: è questo il futuro del calcio?

Amazon si è assicurata i diritti televisivi per la trasmissione della Champions League in Italia: è l'inizio di una nuova era?

speciale La Champions League su Amazon: è questo il futuro del calcio?
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Dopo mesi di indiscrezioni e voci di corridoio non confermate, è finalmente arrivata l'ufficialità: Amazon ha acquistato i diritti televisivi per la trasmissione della Champions League per il triennio 2021-2024. L'annuncio è a tutti gli effetti storico e potrebbe avere delle ripercussioni importanti sul mercato calcistico italiano, dal momento che arriva in un periodo cruciale per i diritti televisivi. Una riflessione sull'operazione portata avanti dal colosso di Jeff Bezos però è doverosa, soprattutto se si tiene conto degli altri rumor che vogliono l'e-commerce pronto a rilevare anche un pacchetto della Serie A.

Le migliori partite della Champions League su Prime Video

L'ammontare dell'investimento di Amazon non è noto, ma alla società di Seattle è andato il pacchetto che le permetterà di trasmettere le sedici migliori partite del mercoledì di Champions League: si partirà con la fase a gironi, per terminare con le semifinali, a cui si aggiungerà anche la finale di Supercoppa Europa.
Amazon, inoltre, si è anche impegnata a trasmettere almeno una partita delle squadre italiane, ed è questa un'altra notizia importante per gli appassionati, che potrebbero avere due partite per turno in chiaro, gratuitamente.In ballo infatti ci sono altri due pacchetti: quello più grosso, comprensivo della maggior parte dei match che secondo gli ultimi spifferi dovrebbe andare a Sky, e quello del martedì sera. Mediaset ha già manifestato l'interesse nei confronti di quest'ultimo, e qualora l'operazione dovesse concretizzarsi il quadro è presto che fatto: una partita in chiaro il martedì, un'altra il mercoledì, e la restante parte su Sky, che proprio di recente ha visto l'arrivo di Prime Video su Sky Q.
Di fatto, con un decoder Sky e due abbonamenti (Prime e Sky) sarà possibile vedere tutta la Coppa dalle Grandi Orecchie. A quale prezzo, però?
Inutile dire che la notizia è stata seguita da una serie di interrogativi, soprattutto sul prezzo del Prime. In molti si dicono certi del fatto che questa operazione porterà ad un incremento del prezzo dell'abbonamento, ma gli esperti non sono concordi. Ad ogni modo, al momento da Amazon non sono arrivate conferme ufficiali.

La Serie A nel futuro di Amazon?

Con l'ingresso di Amazon nel mercato dei diritti TV in Italia si aprono varie porte sul futuro. In molti sono pronti a scommettere su un'offerta del colosso di Jeff Bezos anche per qualche pacchetto della Serie A. Nei prossimi mesi infatti si dovranno assegnare anche i diritti televisivi per la trasmissione dei prossimi tre campionati di calcio, e con Sky che ha già sottolineato come l'esclusiva non rappresenti una priorità assoluta, e Mediaset che si è tagliata fuori, le uniche compagni che possono partecipare all'asta sono Netflix, Amazon e DAZN.
Netflix non ha ancora manifestato un interesse diretto nei confronti delle dirette sportive, Amazon invece si: in Inghilterra ha rilevato i pacchetti per la trasmissione di alcune partite di Premier League. DAZN, invece, avrebbe tutti gli interessi del mondo a rafforzare e confermare la sua posizione di primo player OTT del nostro paese, nonostante un inizio a singhiozzo costellato da problemi scaturiti nell'approdo di DAZN1 su digitale terrestre.

Qualora Amazon dovesse acquistare anche i diritti televisivi per la Serie A, però, è improbabile ipotizzare una diretta gratuita. Le ragioni sono puramente economiche: l'investimento sarebbe ben più elevato rispetto al pacchetto "minore" della Champions League, ma anche per numero di match: le partite di Serie A sono di più rispetto a quelle della Coppa dalle Grandi Orecchie. Non è da escludere un rincaro del Prime, ma è più probabile che Amazon si affidi ai nuovi Prime Channels, con un pacchetto ad hoc per gli appassionati da pagare a parte.