Lenovo

Lenovo Legion Phone Duel 2: perché è uno smartphone da gaming unico

Lenovo Legion Phone Duel 2 è uno smartphone che innova in diversi contesti, dal sistema di raffreddamento a quello di ricarica.

Lenovo Legion Phone Duel 2: perché è uno smartphone da gaming unico
Articolo a cura di

Dopo aver analizzato nel suo complesso lo smartphone nella recensione di Legion Phone Duel 2, torniamo ad approfondire il dispositivo da gaming di Lenovo. Si tratta infatti di un prodotto che si fa sicuramente notare, dato che dispone di svariate caratteristiche peculiari.
Siamo inoltre dinanzi a uno smartphone che innova per certi versi il mercato, visto che implementa delle soluzioni particolarmente interessanti, dal sistema di raffreddamento a quello di ricarica, passando per le prestazioni di elevata caratura. Cerchiamo, dunque, di comprendere perché Legion Phone Duel 2 rappresenta un prodotto importante per il mondo dei dispositivi da gaming.

Sistema di raffreddamento, ricarica e prestazioni

Una novità che qualcuno potrebbe essersi perso, ma che poi in realtà si fa notare quando si utilizza lo smartphone per lunghe sessioni di gioco, è il design ATA 2.0 (Advanced Technology Architecture), relativo al sistema di raffreddamento. Quest'ultimo implementa infatti due ventole, che si possono anche vedere dalla backcover del dispositivo, nonché vapor chamber, strati di grafite e heatpipe in rame. Si tratta dunque di un design particolarmente ben studiato, che ricorda per certi versi alcune soluzioni viste in ambito PC, seppur con ovvie differenze. In ogni caso, le ventole possono arrivare rispettivamente a 12.500 RPM e 15.000 RPM, questo senza mai generare troppo rumore di fondo (si arriva al massimo a 27dB). Il sistema di raffreddamento è in grado di tenere sempre sotto controllo le temperature, senza però mai "disturbare" l'utente (cosa che invece avviene con altri dispositivi che fanno uso di ventole).
Tra l'altro, Lenovo ha pensato veramente a tutto: le ventole sono certificate IP58, quindi sono resistenti all'acqua, mentre le temperature vengono monitorate mediante 14 sensori, in questo modo la velocità viene gestita finemente in base alle necessità.

La conformazione della backcover in vetro, che ha di fatto tre parti, ovvero destra, sinistra e centrale, non è casuale. Lo smartphone dispone infatti di due batterie collocate ai lati, mentre al centro ci sono tutti quei componenti che potrebbero generare calore sulla scocca. La parte centrale è rialzata, mentre quelle laterali sono un po' più "basse". Questo consente all'utente di avere un'ottima impugnatura, che per certi versi ricorda quella di un controller e ben si sposa con la presenza dei trigger dorsali.

I componenti che scaldano sono posizionati al centro, lontano dalle zone che di solito si toccano per utilizzare il dispositivo. Insomma, Lenovo Legion Phone Duel 2 attua una sorta di "rivoluzione silenziosa", che si fa poi notare particolarmente quando si usa a lungo il dispositivo. Non è tuttavia finita qui: la presenza di due batterie separate permette infatti una doppia ricarica, che sfrutta entrambe le porte USB Type-C del dispositivo, fino a 90W, in grado di portare lo smartphone dallo 0% al 50% in circa 13 minuti.
Non manca inoltre il Phalanx Battery Protection System, ovvero un sistema a tre step che verifica che la ricarica avvenga nel modo corretto e che non ci siano problemi in termini di salute della batteria.

A tutto questo si aggiungono poi le prestazioni da vero e proprio top di gamma dello smartphone, che ricordiamo monta un processore Qualcomm Snapdragon 888, affiancato da una GPU Adreno 660 e fino a 16GB di RAM LPDDR5. Specifiche di questo tipo consentono di non avere alcun tipo di problema durante il contesto quotidiano, così come nel corso delle immancabili sessioni di gaming.
Insomma, Lenovo ha realizzato un dispositivo che non tralascia nulla per quel che riguarda i videogiocatori, offrendo elevate prestazioni, un sistema di raffreddamento avanzato e una ricarica particolarmente rapida.