Lenovo: la lineup gaming in mostra alla Parigi Games Week

Lenovo ha portato a Parigi tutta la gamma prodotti dedicata ai giocatori, con soluzioni desktop e portatili, tra cui il mini PC Y710 Cube.

speciale Lenovo: la lineup gaming in mostra alla Parigi Games Week
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Lenovo ha fatto passi da gigante nel mondo PC negli ultimi anni. L'acquisto della divisione notebook di IBM è soltanto la punta dell'iceberg, perché il brand cinese intende espandere ancora di più i suoi orizzonti. Verso dove? Il mondo del gaming ovviamente. Non è un segreto che l'hardware legato al gioco sia oggi uno dei settori in crescita maggiore nel mercato PC, con i prodotti più tradizionali che invece stentano a tornare ai fasti di un tempo. Ecco perché Lenovo punta forte su questo settore, e lo fa con la consueta grinta di sempre. Alla Parigi Games Week 2016, il brand cinese ha dimostrato definitivamente, dopo la parentesi Gamescom, che il gaming non è una componente marginale del suo business, ma un elemento centrale, soprattutto in ottica futura.

Dagli uffici al mondo dell'eSport

L'ingresso di Lenovo nel mondo del gaming su PC è avvenuto repentinamente. La casa cinese ha affrontato lo sbarco in modo diretto, esattamente come avvenuto in passato con i notebook dopo l'acquisizione del business IBM e come abbiamo visto nel settore smartphone, con Motorola. La sicurezza con cui Lenovo è entrata in settori fortemente competitivi e già ricchi di alternative colpisce, ma ancora di più lo fanno i suoi prodotti, presenti in grande quantità alla Parigi Games Week 2016. Dai PC ai notebook, passando per mouse, tastiere e monitor, Lenovo offre oggi una lineup completa e variegata per i giocatori. La partnership con Razer, storico nome del settore, è l'ennesima conferma delle intenzioni dell'azienda. Le macchine da gioco più esclusive sono vendute anche in versione "Razer Edition", con illuminazione Chroma personalizzabile.
Tutto questo senza mai dimenticare le origini del brand. Lenovo, per molti anni, è stata considerata un'azienda di ingegneri, poco incline alle dinamiche tipiche del mondo del gaming. Ora le cose sono cambiate, ma il fatto che tutti i PC desktop mostrati fossero completamente aggiornabili, senza l'utilizzo di standard proprietari, scelti spesso nei computer dal form factor esclusivo, mostra come il background della corporation cinese abbia influenzato la realizzazione dei prodotti dedicati al gaming, che godono anche di un accesso ai componenti semplificato.
Interessante notare la location scelta da Lenovo durante la manifestazione parigina, che ha piazzato i suoi prodotti a due passi dalle arene in cui i professionisti del gaming si sfidavano senza soluzione di continuità. Il discorso eSport meriterebbe una disamina a parte, perché il pubblico a seguire le sfide a Counter-Strike, League of Legends e a tutti gli altri titoli più famosi del mondo del gaming competitivo era enorme. Posti a sedere difficili da trovare e tifo da stadio hanno mostrato per l'ennesima volta l'interesse del pubblico, soprattutto quello più giovane, per un fenomeno destinato a esplodere e a confermarsi definitivamente nei prossimi anni.

IdeaCentre Y710 Cube: tanta potenza in un form factor ridotto

Tra i prodotti mostrati durante l'evento, quello che ha raccolto il maggior interesse era certamente il Lenovo IdeaCentre Y710 Cube, un PC destop dal form factor estremamente compatto. Le linee sono molto particolari, con un taglio spigoloso e un design decisamente stilizzato. Il Cube mostra un look molto aggressivo, sottolineato dal LED frontale, che va a formare una "Y", lettera scelta per identificare la linea di prodotti gaming dell'azienda. Specifiche a parte, l'Y710 offre due peculiarità che spesso non vanno a braccetto: dimensioni contenute ed assenza di soluzioni proprietarie per l'organizzazione della componentistica interna. Il Cube è grande solo 393,3 x 252,3 x 314,5 mm e pesa 7.4 Kg nella sua variante base. Si tratta di dimensioni che rendono il prodotto adatto anche all'uso in salotto o comunque in ambienti in cui lo spazio a disposizione è risicato. Lenovo ha pensato questa macchina anche per coloro che devono spostarla spesso, dotandola di una maniglia nella parte superiore, che ne agevola molto il trasporto. Il fatto di non aver utilizzato standard proprietari per il case permette all'Y710 di essere modificato anche dopo l'acquisto, cosa che non sempre è consentita quando si tratta di form factor particolari come questo. Le specifiche di questo computer compatto variano molto in base alla componentistica scelta, ma non ci sono praticamente limiti nella configurazione hardware. Tutti i modelli sono dotati di processore Intel Skylake di sesta generazione, fino a un i7 6700. La scelta per quanto riguarda la GPU è varia e comprende sia schede video AMD che NVIDIA, fino alla GTX 1080 Founders Edition. Le memorie possono arrivare a 32 GB per la RAM, di tipo DDR4, e 2 TB di hard disk più SSD da 256 GB. Curate le connessioni: Lenovo ha integrato un controlle Killer Double Shot Pro LAN/Wi-FI e un ricevitore per joypad di Xbox One, per utilizzare fino a 8 controller. I prezzi partono da 899€ per la versione base, mentre per quella VR Ready con GeForce GTX 1070 servono 1699€. Durante la manifestazione abbiamo avuto modo di provare anche una demo VR con Oculus Rift, gestita molto bene dal piccolo computer, del resto all'interno era installata una GTX 1080, in grado di offrire ottime performance con la realtà virtuale.

IdeaCentre AIO Y910

A proposito di soluzioni dal form factor particolare, parliamo dell'IdeadCentre AIO Y910, un computer all in one per chi ha problemi di spazio e non sa dove piazzare un PC da gioco insieme a un monitor. Fino a qualche anno fa sarebbe stato impossibile stipare componenti di questo livello in una soluzione all in one, ma grazie a Skylake e alle recenti architetture Pascal e Polaris, oggi è davvero possibile giocare ad alti livelli anche con prodotti che integrano hardware e monitor in un unico chassis. Come nel caso dell'Y710 Cube, anche qui siamo di fronte a una soluzione ampiamente configurabile e aggiornabile. Basta infatti rimuovere il pannello posteriore per cambiare la GPU, aggiungere RAM o aumentare lo Storage. A disposizione ci sono processori di sesta generazione Intel Skylake e la possibilità di installare una GTX 1080 di classe desktop all'interno, con massimo 32 GB di RAM e dischi SSD o tradizionali.

Ottima la scelta di non puntare su un pannello 4K, del resto non stiamo parlando di un PC tradizionale e il 4K avrebbe richiesto specifiche tecniche difficilmente gestibili con le configurazioni più basilari, che alla lunga avrebbero anche accorciato la vita del prodotto. Al suo posto Lenovo ha scelto un pannello da 27" IPS QHD, decisamente più adatto al gioco, con un refresh rate di 144 Hz e tempo di risposta di 5ms. Troviamo poi un impianto audio Harman Kardon da 5W e un controller Killer Double Shot Pro, per una configurazione completa e aggiornabile. Il sistema comprende anche una webcam Intel RealSense, una tecnologia che permette di interagire con il PC in modi alternativi, ad esempio con gesti ed espressioni facciali.

Lenovo Ideapad Y900

In ogni lineup gaming che si rispetti non può mancare un notebook da gioco e Lenovo per questo settore ha mostrato l'IdeaPad Y900, prodotto indicato per l'utilizzo domestico, viste le dimensioni. Il laptop appare fin da subito massiccio, con uno schermo da ben 17.3" IPS con risoluzione Full HD. A bordo troviamo una CPU Intel i7 6820K, l'unica nel segmento notebook ad essere overcloccabile. Lato GPU Lenovo ha scelto una NVIDIA GTX 980M. La GPU è decisamente potente e permette un gaming di alto livello, peccato che il recente arrivo dei modelli Pascal renda questa soluzione meno attraente agli occhi degli appassionati. La dotazione rimane comunque molto completa, con 64 GB di RAM DDR 4 massima, divisa in 4 slot, possibilità di installare due SSD M.2 in configurazione RAID 0 (fino a 512 GB) e anche disco tradizionale da 1 TB. La sezione audio comprende due speaker più un subwoofer ed è sviluppata da JBL. Componente che non passa di certo in secondo piano è la tastiera meccanica con illuminazione RGB, che include anche un tasto "Turbo" per l'overclock della macchina.

Lenovo IdeaCentre Y700, Y900 e il monitor Y27G Curved

A completare una gamma prodotti già di per sé molto ricca non potevano mancare i PC desktop e un monitor dedicati ai gamer. Lenovo IdeaCentre Y700 e Y900 offrono specifiche simili, che nel caso dell'Y900 possono contare anche su configurazioni SLI. Qui gli ingegneri Lenovo hanno puntato su un design total black dal look meno aggressivo rispetto all'Y710, mantenendo la semplicità di aggiornamento e l'accessibilità alla componentistica interna. Lenovo Y700 offre processori Skylake di sesta generazione (con assorbimento massimo di 65 W) e un comparto grafico di primordine, che può contare su diverse GPU, compresa la GTX 1080 di NVIDIA. Troviamo poi fino a 32 GB di RAM e quattro vani per dischi meccanici/SSD, con capacità rispettivamente fino a 2 TB per i dischi tradizionali e fino a 256 GB per quelli allo stato solido. L'alimentatore eroga un massimo di 450 W mentre le connessioni comprendono 6 USB 2.0, 8 USB 3.0, un lettore di schede 7 in 1, Wi-Fi dual band e Bluetooth. L'Y900 spinge il tutto al livello superiore, con il supporto a CPU Skylake i7 della serie K, fino a 64 GB di RAM DDR4, storage M.2 e alimentatore da 625W.
Il monitor Y27G Curved si configura invece come una soluzione molto interessante, disponibile sia con tecnologia FreeSync che G-Sync. Offre un pannello curvo di tipo VA da 27" con risoluzione Full HD, con tempi di risposta di 4ms e un refresh di 144 Hz. La prova fatta durante la manifestazione è stata molto positiva, con la curvatura che avvolge bene l'utilizzatore. Abbiamo espresso spesso pareri negativi su questa tipologia di pannelli in campo TV in passato, ma per quanto riguarda i monitor da gioco la resa finale è molto migliore, complice la distanza ridotta dell'osservatore. Il prodotto, non ancora disponibile in Italia, è venduto attualmente a 399$ nella versione FreeSync, decisamente la più conveniente, passando poi a 599$ per quella G-Sync e 649$ per quella dotata di tecnologia NVIDIA e illuminazione Chroma di Razer.

Lenovo Dopo la Gamescom 2016 era chiaro che Lenovo intendesse puntare forte sul mondo del gaming, e la Parigi Games Week in svolgimento in questi giorni nella capitale francese conferma appieno le ambizioni dell’azienda cinese. Non è semplice creare una lineup completa e convincente per i giocatori, soprattutto per un’azienda con un forte background business to business come Lenovo, ma i prodotti visti durante l’evento offrono ottime caratteristiche e un desing originale. Certo, quando si tratta di device dedicati al gaming i prezzi sono più alti del normale, ma Lenovo offre oggi una gamma davvero variegata, che parte dai mouse da gioco per finire all’ottimo Y710 Cube. Proprio il piccolo PC desktop, insieme all’AIO Y910, sono il simbolo di un’azienda che ha deciso di entrare nel mondo del gaming dalla porta principale, con prodotti di nicchia ma molto convincenti e soprattutto espandibili e facili da aggiornare, particolare che non passerà inosservato agli appassionati.