LG: la gamma TV OLED 2018 arriva in Italia, caratteristiche e prezzi

LG ha portato in Italia la sua nuova gamma TV OLED, composta da diversi modelli, tra cui l'incredibile W8 Signature.

speciale LG: la gamma TV OLED 2018 arriva in Italia, caratteristiche e prezzi
Articolo a cura di

Quando si parla di televisori OLED, non citare LG sarebbe impossibile. Da Sony a Panasonic, tutti i pannelli utilizzati oggi nei TV OLED sono prodotti dalla casa coreana, che detiene in pratica il monopolio produttivo per questi schermi. Schermi che sono pronti ad arrivare in Italia nella rinnovata versione 2018, che porta con sé novità piuttosto importanti, come l'HFR, introdotto però solo marginalmente come vedremo. Molta attenzione è stata rivolta al design dei nuovi modelli, che soprattutto nell'esclusivo top di gamma W8 raggiunge vette ingegneristiche davvero elevate, come dimostra il suo schermo spesso solo 2.57mm.

Nuovo processore di immagine e tanta tecnologia

Se si esclude l'entry level B8, tutti gli altri modelli della gamma TV 2018 sono dotati del nuovo processore di immagine alfa 9, una delle novità più importanti introdotte. Si tratta di un processore di immagine sviluppato espressamente per funzionare con televisori OLED, le cui peculiarità vengono sfruttate soprattutto per l'upscaling e per la pulizia delle immagini non in 4K.
Rispetto al processore di immagine dello scorso anno, il nuovo alfa 9 offre una potenza di calcolo superiore, utilizzata per rendere le immagini non 4K adatte ad essere riprodotte su pannelli di alta qualità come quelli impiegati nei nuovi TV. Questo è possibile grazie alla riduzione del rumore video, che passa anche dall'eliminazione del del color banding, artefatto che crea delle sfumature di colore non uniformi visibili ad esempio osservando sullo schermo un cielo azzurro, o delle fiamme. Grande lavoro è stato fatto sul fronte della riproduzione del colore, grazie all'utilizzo di una tabella colori espansa rispetto al passato. A proposito del colore, altra novità, utilizzabile da pochi purtroppo, è la possibilità di calibrare il pannello a puntino, grazie alla calibrazione assistita Calman, che abbiamo visto già in altri TV ma che nel caso dei nuovi LG raggiunge un livello di precisione ancora più elevato. Purtroppo, per eseguirla servono strumenti professionali e competenze specifiche, per cui in pochi potranno sfruttarla.

Interessante il supporto allo standard HFR, implementato per la prima volto su tutta la nuova gamma di televisori LG. Si tratta di un primo passo verso l'affermazione di questo standard, che consente la riproduzione di flussi video fino a 120 fps, per sfruttare al meglio il pannello a 120 Hz impiegato. Purtroppo, questa caratteristica verrà sfruttata davvero poco, visto che l'utilizzo della modalità a 120 Hz è consentito solo via USB, in pratica solo file video demo. Tutti gli ingressi sono bloccati a 60 Hz, il motivo è lo sviluppo ancora acerbo dello standard HFR, non ancora definito al meglio, tanto che allo stato attuale mancano del tutto i contenuti video sul mercato. Molto meglio invece per quanto riguarda l'HDR, supportato in ben quattro varianti, Dolby Vision, HDR10, HDR10 Pro e Advanced HDR by Technicolor.

La nuova gamma TV

In tutto arriveranno quattro nuovi TV OLED in Italia, a partire dal top di gamma LG W8 Signature, un vero e proprio prodotto di lusso che fa dello spessore ridotto il suo punto di forza. Tutto il pannello è spesso solo 2.57 mm, visto dal vivo è semplicemente incredibile. L'elettronica è installata all'interno della soundbar fornita in dotazione, compatibile con lo standard Dolby Atmos e decisamente potente nella resa. Un semplice cavo piatto collega i due elementi, consentendo un setup video in grado di fondersi perfettamente con l'ambiente domestico. Questo modello arriva nella varianti da 65 e 77 pollici, con prezzi rispettivamente di 7.499 e di 14.999 euro.
Decisamente meno costosa la variante E8, anche questa molto sottile e con cornice in vetro, che parte dai 2.999 euro del 55" per finire ai 4.499 euro per il 65". Le varianti C8 offrono invece un design più semplice ma sono disponibili in più dimensioni (55, 65 e 75 pollici), con prezzi da 2.499€ a 9.999€, confermando ancora una volta la crescita esponenziale del costo dei TV OLED al crescere delle dimensioni. Infine c'è il B8, unico modello a non includere il processore di immagine alfa 9 (utilizza l'alfa 7) proposto invece nei tagli da 55 e 65 con prezzi ancora da definire, in arrivo a giugno.