LG TV 2020: tra OLED e NanoCell, l'8K che guarda al gaming

LG ha presentato la nuova gamma TV per il 2020: OLED, NanoCell, 8K, pannelli arrotolabili e lo sguardo rivolto al gaming. Scopriamola insieme.

speciale LG TV 2020: tra OLED e NanoCell, l'8K che guarda al gaming
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

LG si è presentata al CES 2020 di Las Vegas con una ricca gamma di TV OLED e NanoCell capace di soddisfare ogni tipo di esigenza. Stiamo parlando di pannelli OLED con le serie ZX, RX, WX, GX, CX e BX e i NanoCell con le serie Nano99, Nano97, Nano95 (8K) e Nano85, Nano80 (4K). Il nuovo anno del produttore coreano si apre quindi all'insegna del Real 8K e di una ridefinizione del design che privilegia l'eleganza, con una particolare attenzione alle dimensioni dei propri TV: oltre alle cornici ridotte ai minimi termini della nuova serie Gallery e alla magia del TV Rollable, LG ha svelato il primo TV OLED da 48 pollici, pronto a sfidare le convenzioni del mercato.
La società guidata da Koo Kwang-mo si è poi dimostrata sensibile alle necessità dei videogiocatori e grazie alla partnership con NVIDIA ha implementato il supporto al G-Sync sui nuovi prodotti.

OLED 8K e 4K: tra design e prestazioni

Tutta la nuova produzione di LG per il 2020, ad eccezione della serie ZX, sarà equipaggiata con pannelli WRGB con risoluzione Ultra HD. La gamma ZX avrà invece una risoluzione 8K con display ottimizzati. Il cuore dei nuovi LG TV sarà basato sul processore di immagine Alpha 7 Gen AI Processor di terza generazione per la serie BX, mentre tutte le altre monteranno il più performante Alpha 9 Gen AI Processor, con alcuni particolari boost previsti per la gestione dell'8K nella serie ZX. Anche il colosso coreano, come altri concorrenti, ha scelto di intraprendere la strada del deep learning per il miglioramento della qualità delle immagini: AI Picture migliorerà la riproduzione dei colori e la nitidezza grazie ai processori in grado di distinguere ed analizzare gli oggetti su schermo, elaborando ogni frame e gestendo i vari settaggi in base alla tipologia di contenuto che si sta guardando.
Allo stesso modo, il comparto sonoro verrà gestito dall'AI Sound Enhancement, tecnologia in grado di gestire l'audio riconoscendo la fonte sonora e intervenendo sui parametri in base al contesto.

Tutti i modelli saranno provvisti di HDMI 2.1 e forniranno il supporto ai formati HDR10, HLG e Dolby Vision. Un'interessante novità è l'aggiunta del nuovo Dolby Vision IQ, algoritmo sviluppato da Dolby che è in grado di utilizzare i metadati dinamici e di confrontarli con quelli provenienti dal sensore di luminosità integrato nei TV, così da ottimizzare le immagini in base alle condizioni di luminosità ambientale.
Tutti gli OLED saranno poi compatibili con i codec HEVC, VP9 e AV1 tramite HDMI, via streaming e USB, nonché con la nuova Filmmaker Mode che nasce grazie dalla collaborazione con i registi di hollywood e che promette di regalare un'esperienza visiva il più fedele possibile alle intenzioni originali.

Andando nello specifico, la serie OLED BX sarà composta da un 55'', un 65'' e un 77'' tutti con processore Apha 7 Gen 3 AI Processor e rappresenterà la proposta "entry level" con un design semplificato. OLED CX sarà disponibile con dimensioni da 48'', 55'', 65'' e 77'' e processore Alpha 9 Gen 3 AI Processor. OLED GX sarà la vera novità della gamma 2020 grazie al design chiamato "Gallery" e ad uno spessore di soli 20 millimetri che consentirà l'installazione a filo della parete, nei tagli da 55'', 65'' e 77'' tutti Ultra HD. Gli OLED WX della serie Wallpaper, accompagnati da soundbar esterna, saranno disponibili con dimensioni di 65 e 75 pollici.
OLED RX introdurrà finalmente sul mercato il display arrotolabile (rimandato nel 2019) con risoluzione Ultra HD e l'unico taglio da 65 pollici. Per finire l'ammiraglia di casa LG, OLED ZX, la nuova serie 8K disponibile in due tagli da 88 e 77 pollici con Gallery Design, Alpha 9 Gen AI Processor e supporto al Dolby Vision IQ.

Sguardo rivolto al gaming

LG si è dimostrato il produttore più attento alle esigenze dei videogiocatori: grazie alla collaborazione con NVIDIA, le serie BX, CX, GX e ZX offriranno il pieno supporto a NVIDIA G-Sync, permettendo ai giocatori di sincronizzare il framerate delle proprie fonti con la frequenza di aggiornamento del TV. Ovviamente sarà possibile sfruttare anche AMD FreeSync (già presente nelle precedenti versioni) e il più generico Variable Refresh Rate. LG ha inoltre implementato la modalità HGiG, acronimo di HDR Gaming Interest Group, uno standard sviluppato per garantire la corretta visualizzazione dei titoli HDR nato per risolvere le problematiche emerse nelle passate generazioni.

Non solo OLED

LG rinnova la proposta di televisori LCD con la serie NanoCell 2020. La nuova gamma disporrà di ingressi HDMI 2.1 con supporto ai formati HDR10, HLG e Dolby Vision, nonché la compatibilità con Dolby Atmos per il comparto audio. I pannelli utilizzati saranno LCD di tipo IPS con risoluzioni 4K Ultra HD e 8K. Nano 80 e Nano85 saranno equipaggiati con Alpha 7 Gen 3 AI Processor mentre Nano90, Nano95, Nano97 e Nano99 potranno contare sulla potenza dell'Alpha 9 Gen 3 AI Processor.
Anche in questo caso i TV forniranno il supporto al FreeSync, alla Filmmaker Mode, al formato HGiG e nel caso dei prodotti di punta, ovvero Nano97 e Nano99, anche di Dolby Vision IQ. Questi ultimi modelli offriranno anche display Full LED Local Dimming (che nel caso del Nano99 diventerà Local Dimming Pro). Maggiori informazioni sui prezzi, sulle date di uscita europee e sulle specifiche arriveranno nelle prossime settimane.