Nuova Audi A1 2018: più grande, più tecnologica e addio ai motori diesel

La nuova piccola del gruppo tedesco arriverà in Italia in autunno, portando molte novità, sia estetiche che tecnologiche.

speciale Nuova Audi A1 2018: più grande, più tecnologica e addio ai motori diesel
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Sono passati otto anni dal debutto della prima Audi A1. Da allora, la piccola della casa di Ingolstadt è cresciuta, con dotazioni sempre più sofisticate, ma anche nelle dimensioni, un destino simile a quello toccato alla Volkswagen Polo. Due vetture accomunate non solo dall'appartenenza dei rispettivi brand al gruppo Volkswagen, ma anche dall'utilizzo della stessa piattaforma modulare, la MQB A0, impiegata oggi anche da Seat Ibiza e, prossimamente, dalla nuova Skoda Fabia.
Ma la nuova A1 sembra voler puntare ancora più in alto, complice anche il posizionamento sul mercato di Audi, grazie a una serie di novità che la renderanno più matura e attenta alle esigenze dei guidatori.

Più cattiva e ora solo a benzina

La nuova A1 si differenza dall'attuale versione in modo piuttosto marcato, e lo si nota fin dal primo sguardo. Le linee sono più nette e tagliate, e in generale più aggressive, con la calandra completamente rinnovata, fari anteriori e posteriori ridisegnati e dimensioni maggiorate. La lunghezza è ora di 4.03 m, contro i 3.97 dell'attuale modello, mentre la larghezza sale a 1.74 m. L'unico elemento ad essere diminuito è l'altezza, di 1.41 m, 13 mm in meno rispetto all'odierna A1, a sottolineare una linea più filante e sportiva. L'aumento delle dimensioni porta maggiore spazio nell'abitacolo ma anche nel portabagagli, da 335 litri, 65 in più rispetto al passato.
Importanti le novità per quanto riguarda le motorizzazioni, con l'abbandono del diesel per lasciare spazio ai soli motori a benzina TFSI, quattro in tutto, tutti turbo e con filtro antiparticolato. Si va dai 95 ai 200 cavalli, con step intermedi a 115 e 151 cavalli. A disposizione su tutti i modelli troviamo cambiamo manuale o S tronic a doppia frizione e 7 rapporti, mentre la variante da 200 cavalli potrà contare su un cambio S tronic a 6 rapporti.
Completamente rinnovati gli interni, che seguono ora maggiormente lo stile dei modelli di classe superiore, ampiamente personalizzabili, con l'abbandono delle bocchette circolari in favore di una linea squadrata. La strumentazione diventa ora completamente digitale, visualizzabile grazie a un ampio display da 10.25", mentre sulla plancia è collocato, di serie, il touchscreen da 8.8 pollici della radio MMI Plus. Disponibile, con il pacchetto Connectivity, anche due prese USB e la compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto.

Vasta scelta è data anche per quanto riguarda gli assistenti alla guida, con Audi Pre Sense Front di serie su tutti i modelli: questo sistema utilizza un radar per segnalare eventuali pericoli sulla strada, utile quindi in situazioni di scarsa visibilità. Incluso nel prezzo anche l'Assistente al mantenimento della corsia dai 65 Km/h in su. Troviamo poi, tra gli altri, l'Adaptive Cruise Control da 0 a 200 Km/h, retrocamera e l'assistenza al parcheggio.
La nuova Audi A1 sarà disponibile da questo autunno a un prezzo non ancora comunicato, che però dovrebbe partire da circa 20.000€.