Nuova Ford Focus 2018: tutta la tecnologia a bordo, dal Co-Pilot 360 al FordPass

Saliamo a bordo della nuova Ford Focus 2018 per scoprire tutta la tecnologia che il colosso americano ha riservato ai suoi clienti.

speciale Nuova Ford Focus 2018: tutta la tecnologia a bordo, dal Co-Pilot 360 al FordPass
Articolo a cura di

Se fino a qualche anno fa il settore automotive e quello hi-tech si sfioravano appena, oggi i due mondi procedono pressoché in simbiosi, fra infotainment, sicurezza e nuovi propulsori elettrici. Lo dimostra anche la nuova Ford Focus 2018, quarta generazione di un'auto che ha alle spalle già vent'anni di storia e milioni di unità vendute - 7 in Europa, 16 in tutto il mondo.
Questa nuova Focus, costruita in Germania presso gli stabilimenti di Saarlouis, è nata con l'idea di migliorare l'efficienza in termini di consumi e ottimizzare all'estremo lo spazio all'interno dell'abitacolo. Quattro gli allestimenti disponibili al lancio, Plus, Titanium, St-Line e Vignale, con la versione Active che non arriverà prima di dicembre.
Ogni scelta si può abbinare alle classiche cinque porte oppure alla Station Wagon, con 13 tonalità di colore disponibili all'esterno. Come dicevamo in apertura però, automotive e hi-tech procedono ormai a braccetto, vediamo dunque cosa propone di tecnologico questa nuova Ford Focus 2018.

Un assistente a 360 gradi

Il colosso americano ha messo sotto i riflettori il nuovo Co-Pilot 360, utile a migliorare il comfort di guida e la sicurezza. Come si intuisce dal nome, parliamo di un sistema che opera tutt'attorno al veicolo, dall'inizio alla fine del viaggio. Immaginiamo di entrare in auto e mettere in moto, per uscire subito in retromarcia da un parcheggio: la Rear View Camera ci aiuta a evitare eventuali ostacoli alle nostre spalle.
Procedendo lungo il percorso, il Pre-Collision Assist ci aiuta a evitare impatti frontali monitorando costantemente la strada e rallentando la macchina all'occorrenza; il sistema è anche in grado di rilevare eventuali pedoni che potrebbero sbucare all'improvviso sulla corsia di marcia. Se poi un veicolo che ci precede fa una frenata inaspettata, l'Automatic Emergency Braking ci aiuta a frenare in tempo e a evitare l'impatto.
Di grandissima utilità è anche il Blind Spot Information System, che ci avverte della presenza di altri veicoli in zone non coperte dagli specchietti; se ci troviamo in autostrada, ad esempio, e stiamo per sorpassare entrando nella corsia accanto, il sistema ci avverte se un altro veicolo sta sopraggiungendo, anche se questo è fuori dal nostro campo visivo.
Con l'Adaptive Cruise Control con Stop & Go, la Focus è invece in grado di adattare la velocità di crociera rispetto al traffico, dunque di frenare e di ri-accelerare in autonomia (il sistema smette di funzionare se il veicolo che ci precede rimane fermo per più di 3 secondi, dunque non funziona nel traffico congestionato). Grazie al Lane Centering, invece, il sistema ci aiuta a rimanere stabili al centro della corsia; corsia da cui possiamo fuoriuscire se entra in funzione l'Evasive Steering Assist, che può aiutarci a sterzare in caso di eventuali pericoli davanti a noi.

Le potenzialità del nuovo Co-Pilot 360 non finiscono qui, con il Post-Collision Braking ad esempio si evita che l'auto, in seguito a un incidente, continui pericolosamente la marcia; al contrario si attiva un freno che limita eventuali invasioni di corsia e ulteriori collisioni. Alla fine del nostro viaggio, abbiamo ovviamente necessità di parcheggiare la nostra Focus, ecco che l'Active Park Assist è pronto ad aiutarci anche in questa fase con i suoi sensori di serie.
Parliamo dunque di un assistente di guida completo e funzionale, con il quale Ford spera di ridurre gli incidenti o quantomeno di limitare eventuali danni.

Dentro l'abitacolo

Sino ad ora abbiamo visto cosa può avvenire all'esterno dell'abitacolo, ora è arrivato il momento di salire a bordo. Grazie al nuovo modulo FordPass Connect, la nuova Focus offre ai passeggeri un hotspot WiFi 4G LTE in grado di supportare fino a 10 dispositivi connessi contemporaneamente.
Il sistema fornisce anche informazioni in tempo reale sul traffico e, in caso di incidente, può chiamare in autonomia i servizi di emergenza grazie al sistema eCall integrato, che fornisce anche la posizione GPS del veicolo.
La connettività della nuova Focus si può ulteriormente ampliare scaricando sullo smartphone l'app FordPass, con la quale localizzare il veicolo a distanza, aprirlo o chiuderlo da remoto.
L'interfaccia dell'applicazione mostra inoltre il livello di carburante, la pressione delle gomme, il chilometraggio e permette di inviare una destinazione al navigatore, così da avere subito l'itinerario pronto una volta a bordo.
Chiaramente nessun viaggio sarebbe davvero confortevole senza una colonna sonora all'altezza: Ford ha pensato di installare sulla sua Focus 2018 il sistema B&O Play, un impianto audio premium da 675 watt che diffonde il suono tramite 10 elementi (fra cui un subwoofer da 140 mm installato sul retro). Questo ci spinge a parlare del sistema Sync 3 con comandi vocali, utile a gestire l'infotainemt tramite un pannello touch da 8 pollici, chiaramente compatibile con Android Auto e Apple CarPlay.

A proposito di smartphone, se siete amanti della ricarica wireless, la Focus 2018 vi offre anche questa possibilità, basta appoggiare il dispositivo sul portaoggetti posizionato di fronte alla leva del cambio. Persino il portellone posteriore risulta quantomai smart: basta avere la chiave con telecomando KeyFree in tasca e muovere il piede sotto il paraurti per aprirlo o chiuderlo.

Animo sportivo

Dal posteriore all'anteriore: parliamo infatti dell'illuminazione adattiva con fari a LED Ford Dynamic, con luci diurne che proiettano un fascio di luce preciso e intenso.
Un fascio che comunque non disturba i veicoli che procedono in senso contrario al nostro, grazie al sistema antiabbagliamento che regola in automatico la profondità dei fari, in curva come agli incroci.
Tramite le modalità Normal, Eco e Sport è poi possibile personalizzare l'esperienza di guida modificando la risposta dello sterzo, del cambio e dell'acceleratore.
Ford ha anche detto addio alla classica e ingombrante leva del freno a mano tradizionale, sostituendola con un semplice pulsante che ottimizza gli spazi e facilita l'utilizzo: basta un semplice movimento del dito per inserire e disinserire il freno di stazionamento elettrico.
Se poi controllare il quadro strumenti vi risulta scomodo e noioso, meglio affidarsi al display superiore che - direttamente all'interno del nostro campo visivo - mostra alcune informazioni essenziali in tutta comodità. Fra le diverse funzionalità spicca il riconoscimento dei segnali stradali: siano essi posizionati a lato della strada o in alto, il sistema li rileva e li visualizza comodamente sul display, avvisando in caso di cartelli importanti.
La tecnologia fa capolino anche quando si parla del cambio: Ford ha installato sulla nuova Focus una sofisticata trasmissione automatica a 8 marce con selettore rotativo E-shifter, che migliora la velocità e la fluidità del cambio.

Chiudiamo parlando dei motori a disposizione. Per gli amanti del benzina troviamo due Ford EcoBoost da 1.0 e 1.5 litri, ottimizzati per risparmiare carburante; questi possiedono, ad esempio, una tecnologia che disattiva un cilindro quando la richiesta di coppia è bassa, magari quando si è in autostrada e la velocità è costante. Passando al diesel invece troviamo due motori Ford EcoBlue da 1.5 e 2.0 litri turbo, reattivi e silenziosi come non mai.
Con Idea Ford +Facile, la nuova Focus 2018 si può avere a 159 euro al mese, basta un anticipo di 3.850 euro (36 mesi Tan 4,95%, Taeg 6,47%. Offerta valida fino al 31/07/2018). Inoltre inclusi nel pacchetto ci sono 3 anni di assicurazione furto e incendio, 2 tagliandi di manutenzione straordinaria, 7 anni (o 105.000 km) di garanzia FordProtect.