Nuova Nissan Leaf: acceleratore e freno in un solo pedale

Grazie al sistema e-Pedal la nuova Nissan Leaf potrà essere guidata usando un solo pedale per la maggior parte del tempo.

speciale Nuova Nissan Leaf: acceleratore e freno in un solo pedale
Articolo a cura di

I progressi a cui stiamo assistendo nel campo della guida autonoma sono a dir poco incredibili. Solo qualche anno fa parlare di auto che frenano da sole sarebbe stato quanto meno strano, ma se pensiamo che queste tecnologie stanno rapidamente arrivando anche nelle vetture appartenenti al segmento medio del mercato allora non possiamo che constatare come il processo di transizione verso veicoli sempre più sicuri e autonomi abbia subito una forte accelerata. Del resto, gli investimenti fatti in questo campo sono enormi e coinvolgono non solo le case automobilistiche tradizionali, ma anche i colossi della tecnologia californiani, da Google a NVIDIA, passando per Tesla, che hanno capito forse prima di tutti l'importanza del cambiamento a cui stiamo andando incontro. Insomma, gli aiuti alla guida saranno sempre più centrali nel prossimo futuro per le strategie della case automobilistiche, tra cui troviamo Nissan, che con la nuova Leaf, la cui presentazione è prevista per il 6 settembre, vuole portare sul mercato una nuova tecnologia che permetterà ai guidatori di accelerare e frenare con un solo pedale.

Tutto con solo pedale

L'attuale Leaf è una vettura molto interessante, soprattutto per l'uso in città, totalmente elettrica e in grado di percorre fino a 200 km con una sola carica, almeno nella versione con batteria da 30 kWh. Tra poche settimane, il 6 settembre, sarà presentata al pubblico la sua nuova versione, che arriverà sul mercato solo nel 2018. Rispetto all'attuale modello le differenze dovrebbero essere sostanziali, sia nel design che nelle prestazioni. Secondo quanto emerso fino a questo momento l'edizione 2018 di Leaf sarà più grande, implementerà una nuova calandra con il logo dell'azienda illuminato in blu e anche i fanali saranno completamente rivisti. Le informazioni sono ancora scarse purtroppo, ma sembra che Nissan voglia puntare su un rinnovato pacco batterie da 60 kWh, con un target di autonomia previsto di 500 km, ovviamente stiamo parlando di stime provvisorie e non ancora confermate. In arrivo però è previsto anche un modello più economico con batterie da 40 kWh, più adatto per l'uso cittadino. Cambia l'autonomia tra questi probabili due nuovi modelli, ma non le tecnologie a bordo e in questo caso la novità si chiama Nissan ProPilot Assist. Questo consentirà tutte le funzioni legate alle guida autonoma viste in altre vetture oggi sul mercato, dal mantenimento della corsia alla guida automatica in autostrada. Di questo sistema fa anche parte quello che Nissan chiama e-Pedal. Di fatto, secondo quanto dichiarato dalla casa madre, la vettura sarà gestibile utilizzando solo il pedale dell'acceleratore per il 90% del tempo grazie a questa nuova tecnologia. Ovviamente non manca il pedale del freno, ma il sistema di guida autonoma promette di pilotare la vettura in un modo talmente semplice da lasciare di stucco.

Il video diffuso da Nissan consente di capire come funziona il tutto. La vettura sfrutta ovviamente i sensori di bordo per quanto riguarda la frenata: pigiando il pedale dell'acceleratore la vettura aumenta di velocità, lasciandolo invece si attiva la frenata automatica in presenza di ostacoli. Il pedale del freno verrebbe quindi dedicato alle sole frenate di emergenza. Una tecnologia molto interessante ma che andrà verificata nella pratica per capire la sua reale efficacia.