NVIDIA Ampere: su GeekBench compare una potentissima GPU con 7552 Cuda Core

La nuova generazione di schede video NVIDIA è ancora in sviluppo, nel frattempo sono comparsi online due modelli molto potenti.

speciale NVIDIA Ampere: su GeekBench compare una potentissima GPU con 7552 Cuda Core
Articolo a cura di

Lo sviluppo della nuova generazione di schede video prosegue senza sosta, tra rumor e leak di ogni tipo. La scorsa settimana le voci su una possibile GPU di fascia alta di AMD hanno fatto il giro del mondo ma si sono poi rivelate infondate. Questa volta però il discorso è diverso, non siamo di fronte a un'immagine rubata in chissà quale fiera asiatica, bensì a un vero e proprio benchmark, con tanto di immagini a testimonianza della bontà di questo leak.
Le due schede video di NVIDIA trapelate sono caratterizzate da un numero di CUDA Core nettamente superiore a quello dei modelli attuali, non si sa però se appartengono alla prossima lineup consumer o se invece si tratta di GPU professionali, la cosa certa è che questi test dimostrano l'esistenza di questi chip grafici. Il tanto vociferato aumento netto delle prestazioni delle RTX 3000 potrebbe quindi non essere solo un miraggio.

La potenza dei 7 nm

NVIDIA produce le sue schede video con un processo produttivo a 12 nm, contro i 7 nm di AMD. La prossima generazione di GPU sarà invece realizzata a 7 nm. Tra i benefici dell'affinamento al processo produttivo troviamo una maggiore quantità di spazio in cui inserire le unità di calcolo. NVIDIA quindi ha a disposizione quasi il doppio della superficie utilizzabile rispetto alle attuali schede video Turing per cui, almeno a livello teorico, i benchmark e le caratteristiche trapelate di recente sono più che plausibili.
Si tratta di due prodotti di fascia alta, di cui il più potente ha fatto segnare un punteggio di ben 184.096 su GeekBench. Per avere un confronto, una RTX 2080 Ti arriva a circa 130.000 punti in questo test, per un distacco che si assesta intorno al 30%. Attenzione però, questo numero potrebbe anche salire, perché il clock della GPU usata nel test è di 1.1 GHz, inferiore rispetto a quello della RTX 2080 Ti. Le frequenze potrebbero però essere più basse per compensare i consumi e il calore generato da un così alto numero di Cuda Core, ben 7552 in tutto (118 Compute Unit), contro i 4352 della RTX 2080 Ti.

La seconda GPU trapelata online invece sfrutta 6912 Cuda Core (108 Compute Unit) e ha raggiunto un punteggio di 141.654, che rimane comunque superiore a quello dalla RTX 2080 Ti. Interessante anche il dato relativo alla memoria. La GPU più potente monta infatti 48 GB di RAM, la seconda invece ne ha 24, particolare che lascia intendere che si tratti di schede video della gamma Quadro, appartenenti alla serie professionale di NVIDIA.
Nonostante questo, l'interesse verso questo leak rimane elevato anche in ambito consumer, perché a livello di Cuda Core le differenze tra la gamma Quadro e quella RTX sono minime, basti pensare che l'attuale top di gamma Quadro 8000 ha sol256 Cuda Core in più rispetto alla RTX 2080 Ti. Questo lascia presupporre che la prossima generazione di schede video NVIDIA per il gaming potrebbe puntare su un numero nettamente superiore di Cuda Core a fronte di un clock più basso, una scelta che sembra plausibile anche se tutta confermare nei prossimi mesi.