NVIDIA GTX 1650 non ha più segreti: 896 CUDA Core e variante Ti in arrivo?

NVIDIA è sempre più vicina a presentare una nuova GPU di fascia bassa, molto importante anche per il mercato dei notebook.

speciale NVIDIA GTX 1650 non ha più segreti: 896 CUDA Core e variante Ti in arrivo?
Articolo a cura di

I più importanti produttori di notebook da gaming stanno lanciando in questo periodo i modelli del 2019. Con il Computex di Taipei, previsto a fine maggio, arriveranno tanti nuovi prodotti, alcuni dei quali di fascia bassa. Ma come mai molti dei laptop da gioco più economici appena presentati e in arrivo nei prossimo mesi, almeno da specifiche, utilizzano ancora la GTX 1050? Questa GPU è ormai alla fine del suo ciclo vitale ed è strano vederla associata a portatili in uscita nel 2019.
La risposta a questa domanda si chiama GTX 1650, la prossima GPU in arrivo da NVIDIA. Non essendo ancora stata annunciata, i produttori non possono inserirla tra le specifiche dei loro portatili, ma il suo arrivo a breve è ormai certo. Ovviamente non sarà disponibile solo sui notebook ma anche nella classica versione per PC desktop, con specifiche molto interessanti e un sempre più probabile modello Ti, leggermente più potente di quello base.

L'entry level della gamma Turing

Le specifiche della nuova GTX 1650 non sono ancora ufficiali, ma come sempre i leak hanno svelato molte parti della sua scheda tecnica. Alla base troviamo il chip TU117, con 896 CUDA Core, 56 Texture Unit e 32 ROPs, mentre il clock base e boost dovrebbe raggiungere, rispettivamente, i 1486 MHz e i 1665 MHz.
In tutto dovrebbero esserci 4 GB di RAM GDDR5, con bus a 128 bit e un clock per la memoria di 8 Gbps. NVIDIA potrebbe quindi abbandonare definitivamente i tagli da 2 e da 3 GB visti nella GTX 1050, realizzando così una scheda con un quantitativo di memoria adatto al gioco in Full HD senza troppe pretese.
Questo non dovrebbe essere l'unico modello in arrivo, perché nei giorni scorsi altri leak hanno mostrato la variante Ti, che potrebbe utilizzare un chip TU117 completamente sbloccato, con ben 1024 CUDA Core.

L'aumento della potenza complessiva dovrebbe essere discreto rispetto alla GTX 1050 Ti, dotata di 768 CUDA Core, un numero inferiore rispetto alla 1650, che per di più utilizza l'architettura Turing, più recente di quella Pascal. Come nel caso delle GTX 1660 non dovrebbero arrivare modelli reference, NVIDIA potrebbe dunque lasciare ai partner la produzione di queste GPU.

In rete sono già stati avvistati modelli di Asus, Zotac e Palit, ma siamo certi che altri nomi si uniranno al coro. Per quanto riguarda il prezzo, la nuova GTX 1650 dovrebbe costare circa 149$ negli Stati Uniti, mentre la variante Ti potrebbe raggiungere i 179$. Cifre che dovrebbero collocare queste schede al di sotto dei 200€ una volta che la disponibilità sul mercato sarà elevata.