NVIDIA GTX 2080 e 2070: le nuove GPU per gamer solo a luglio, ma a che prezzo?

Le attese GTX 2070 e 2080 potrebbero arrivare solo a luglio, con il probabile annuncio al Computex di Taipei della nuova architettura Turing.

speciale NVIDIA GTX 2080 e 2070: le nuove GPU per gamer solo a luglio, ma a che prezzo?
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Il mercato delle GPU sta vivendo un momento d'oro. Complice la domanda proveniente dai miner e l'aumento dei prezzi delle memorie, sia NVIDIA che AMD non hanno mai fatto così tanti profitti. I risultati fiscali del 2017 hanno mostrato numeri record, numeri che sono stati però raggiunti a discapito dei giocatori. Nonostante le prese di posizione delle due aziende, che si sono schierate apertamente con i gamer, i prezzi rimangono alti e la disponibilità bassa per questa tipologia di acquirenti. Il probabile slittamento nell'arrivo delle nuove GPU di NVIDIA dedicate al mercato consumer, le GTX 2080 e 2070, non deve quindi essere visto come un fatto negativo, anzi, potrebbe portare le nuove schede sul mercato proprio in una fase di domanda calante da parte dei miner, un piccolo barlume di speranza per tutti i giocatori che vogliono aggiornare il proprio PC quest'anno, che nasconde però qualche insidia.

Ampere e Turing

Con la Titan V NVIDIA ha mostrato, a fine 2017, la più potente GPU oggi in commercio. Basata su architettura Volta, questa scheda video è indirizzata però ai professionisti, non facendo parte del brand GeForce e presentando un prezzo di 3100€. A differenza di quanto si pensava fino a poco tempo fa, la vita di Volta potrebbe essere più breve del previsto, visto che gli ultimi rumor indicano che la casa americana potrebbe presentare due nuove architetture entro l'anno, Ampere e Turing. La prima dovrebbe essere l'erede diretta di Volta, configurandosi come un prodotto per professionisti, mentre invece Turing dovrebbe essere indirizzata ai gamer, ed equipaggiare le GTX 2080 e 2070. Marzo sembrava il mese destinato alla presentazione della nuova generazione di schede video per giocatori, ma sembra proprio che non sarà così. Pare infatti che alla prossima GTC (GPU Technology Conference), che si terrà alla fine di questo mese, NVIDIA presenterà solo la nuova famiglia Ampere, in produzione già da gennaio e pensata per accelerare processi di Deep Learning e per le IA. Le informazioni sono scarse a riguardo, come lo sono su Turing, architettura consumer che potrebbe, a questo punto, fare il suo debutto durante il Computex di Taipei, che prenderà il via a inizio giugno, con l'arrivo sul mercato previsto per luglio. Date che sembrano plausibili e che per altro coincidono con un possibile ribasso nella domanda di GPU da parte dei miner.
Come indicato da Guru3D, la domanda di schede video sembra aver subito un leggero rallentamento, e l'annuncio fatto dalla società cinese Bitmain, che lancerà ad aprile un ASIC specifico per il mining di Ethereum, potrebbe essere una delle cause della flessione. Un ASIC, acronimo di Application-Specific Integrated Circuit, è un circuito elettronico espressamente sviluppato per uno scopo, in questo caso il mining, ed è estremamente più efficiente di una GPU nel fare questo lavoro.

La domanda dei miner quindi potrebbe spostarsi verso questi dispositivi, ma attenzione perché potrebbe non essere una buona notizia. La produzione di questo componente è affidata infatti a TSMC (Taiwan Semiconductor Manufacturing Co.), che produce anche le GPU di NVIDIA, e se la domanda dovesse salire rapidamente questa potrebbe insidiare quella delle schede video. In un mercato con risorse produttive limitate e in cui la domanda continua crescere, chi paga di più ha la precedenza, e vedendo l'andazzo di quest'anno, siamo davvero scettici sul fatto che sia l'hardware da gioco a prevalere, con conseguenze negative sulla disponibilità e sui prezzi delle future GPU. Non è un caso che i rumor delle scorse settimane volessero la GTX 2080 in arrivo a 1499$, cifre che speriamo davvero di non vedere tra qualche mese.