OnePlus 7 Pro: tutto quello che c'è da sapere sullo schermo a 90 Hz

OnePlus 7 Pro è l'unico smartphone tradizionale, non espressamente da gaming, ad utilizzare uno schermo a 90Hz, per di più di alta qualità.

OnePlus 7 Pro: tutto quello che c'è da sapere sullo schermo a 90 Hz
Articolo a cura di

Rendersi diversi dagli altri, nel settore degli smartphone, è diventata una necessità primaria per i produttori. Le differenze tra i vari modelli, tecniche ed estetiche, sono sempre più sottili e difficili da comprendere per il pubblico. Ecco perchè OnePlus ha fatto una scelta corretta con il suo OnePlus 7 Pro, equipaggiandolo con uno schermo unico nel suo genere.
Prima del suo arrivo sul mercato il refresh rate a 90 Hz era stato utilizzato solo negli smartphone da gaming, dispositivi potenti ma anche di nicchia.
Questa caratteristica è subito visibile non appena si avvia lo smartphone, donando una fluidità e una reattività nettamente superiore rispetto ai tradizionali display a 60 Hz.
La velocità però non è tutto, serve anche la qualità. L'azienda cinese non ha creato uno schermo semplicemente più reattivo degli altri, ma ha puntato anche a renderlo perfetto per la visione di contenuti multimediali, creando così uno dei display migliori oggi disponibili su smartphone.

Caratteristiche al top

OnePlus 7 Pro è dotato di uno schermo OLED da 6.67 pollici con aspect ratio di 19.5:9 e supporto allo standard HDR e HDR10+, caratterizzato da una risoluzione QHD+ (3120x1440 pixel) e da un refresh rate di 90 Hz. Le dimensioni generose sono pensate per favorire l'utilizzo del telefono con applicazioni come video e giochi, ma rendono anche la navigazione web più piacevole e appagante. Un piccolo pegno da pagare nella maneggievolezza c'è, ma l'ampia diagonale permette di godere al meglio dell'elevata risoluzione applicata al gaming e alla visione di filmati, grazie a una densità di pixel che raggiunge i 516 PPI, un valore decisamente superiore alla media.
La vera differenza la fa però il refresh rate a 90 Hz, visibile fin dal primo avvio del telefono. Basta scorrere le schermate di Android o una pagina web per capire la differenza, differenza che si nota anche nell'avvio delle applicazioni, il più veloce che abbiamo visto in uno smartphone, merito anche dell'hardware impiegato, con lo Snapdragon 855 e i 12 GB di RAM del nostro sample di prova a spingere al massimo le prestazioni.
Come abbiamo spiegato nella nostra recensione, l'hardware di OnePlus 7 Pro è sovradimensionato rispetto alle richieste di Android e delle sue applicazioni. Questo si nota soprattutto nel gaming, dove sono relativamente pochi i giochi che supportano refresh rate superiori a 60 Hz.

Con il passare del tempo e con la maggiore diffusione di questa tipologia di schermi crediamo però che in futuro OnePlus 7 Pro possa essere sfruttato al meglio. Da questo punto di vista la casa cinese ha creato un dispositivo pronto per le prossime generazioni di giochi mobile, che potranno così spingere verso l'alto l'asticella della qualità grafica grazie al potenziale di un processore come lo Snapdragon 855, ancora lontano dall'essere utilizzato al meglio.

Uno schermo accurato

Lo schermo di OnePlus 7 Pro non è solo il più veloce e responsivo oggi disponibile in uno smartphone tradizionale, la casa cinese ha voluto anche dotarlo di un pannello accurato sul fronte della fedeltà cromatica. Il telefono supporta lo spazio di colore sRGB, quello Rec.709 e quello DCI-P3, quest'ultimo utilizzato per i contenuti 4K HDR. Il cambio da uno spazio di colore all'altro viene gestito in autonomia dal telefono ed è invisibile per chi utilizza lo smartphone. I preset disponibili nelle impostazioni permettono di scegliere diversi aspetti della rappresentazione del colore, dando agli utilizzatori la possibilità di personalizzare la propria esperienza di visione. Per accedere alle impostazioni dello schermo bisogna entrare nelle impostazioni e successivamente nel pannello "Display", per poi tappare su "Calibrazione schermo".

La prima calibrazione disponibile si chiama "Vivida" ed è la meno accurata nella fedeltà cromatica. Perché allora creare una modalità di questo tipo? Semplicemente perché molti utenti prediligono immagini dai colori più saturi, che donano alle immagini un tocco più spettacolare da vedere.
La calibrazione "Naturale" invece nasce per offrire la massima fedeltà cromatica possibile ai contenuti originali. Gli ingegneri di OnePlus hanno fatto un ottimo lavoro, scegliendo un pannello di alta qualità e calibrandolo al meglio.


Come emerge dall'analisi di DisplayMate, lo schermo di OnePlus 7 Pro offre un'accuratezza cromatica, nella modalità "Naturale", praticamente indistinguibile dalla perfezione, tra le migliori in assoluto in campo mobile. Chi desidera invece personalizzare un pochino la calibrazione può fare affidamento sulla modalità "Avanzata", che offre anche la calibrazione manuale del bilanciamento del bianco.

Tornando invece indietro nel menù si trova un'altra funzione interessante inclusa in OnePlus 7 Pro, ovvero la Modalità Notturna, molto utile quando si utilizza il telefono al buio per affaticare meno gli occhi.
Una volta attivata, la calibrazione del display viene modificata per ridurre al minimo l'emissione di luce blu. L'attivazione della Night Mode può essere manuale o automatica in base all'ora impostata dall'utente, inoltre può essere personalizzata modificando la temperatura colore e la luce emessa dal display. Correlata, in parte, alla Modalità Notturna c'è anche la Modalità Lettura. Leggere sul display di OnePlus 7 Pro è confortevole per la vista, soprattutto attivando questa opzione che si avvia automaticamente una volta aperta un'applicazione dedicata alla lettura.
Quando è attiva lo schermo cambia la calibrazione per renderla più adatta a questo scopo, abbassando la luminosità e passando a una visualizzazione in bianco e nero, dalla resa ottima grazie alla caratteristiche tipiche dei pannelli AMOLED.
In definitiva, lo schermo di OnePlus 7 Pro si è dimostrato uno dei migliori oggi disponibili su smartphone, grazie all'elevato refresh rate, a una definizione molto alta e a un'ottima fedeltà nella rappresentazione del colore, condite con una serie di opzioni che si rivelano utili nell'utilizzo quotidiano.