OnePlus 7 Pro: tutti i segreti della modalità gaming

Alla scoperta di tutte le ottimizzazioni dedicate al gaming di OnePlus 7 Pro, un top di gamma potente e perfetto per il gioco.

speciale OnePlus 7 Pro: tutti i segreti della modalità gaming
Articolo a cura di

Se c'è una cosa che non manca a OnePlus 7 Pro è la potenza. Lo smartphone della casa cinese, come abbiamo visto nella nostra recensione, non ha compromessi in questo ambito, grazie all'utilizzo del processore Snapdragon 855 e dei suoi 12 GB di RAM. Lo schermo AMOLED da 90 Hz inoltre è una vera meraviglia e unito al resto dell'hardware va a creare un telefono non espressamente pensato per il gaming ma che non ha nulla da invidiare, anzi offre spesso di più, rispetto ai dispositivi dedicati a questo specifico utilizzo.
Ma con un hardware di questo tipo ha senso utilizzare una gaming mode? Dipende da cosa offre, all'inizio queste funzionalità servivano a liberare risorse da dedicare al gioco e a escludere le notifiche, oggi invece la loro influenza arriva a modificare anche la resa video, applicando settaggi differenti rispetto a quelli utilizzati in altri contenuti. OnePlus 7 Pro riesce bene a staccarsi dalle classiche modalità gioco grazie a una serie di opzioni che possono tornare utili in diverse occasioni.

Tante opzioni per i gamer

L'attenzione riposta da OnePlus nell'ottimizzare l'esperienza di gioco è evidente fin dal menù delle impostazioni, che presenta ben due sezioni dedicate al gaming. Anche se il focus del prodotto non è il gioco la casa cinese ha voluto spingere molto su questo fronte, del resto le specifiche permettono di far girare qualsiasi titolo senza alcun compromesso. Anzi, a ben guardare l'hardware utilizzato è sovradimensionato rispetto all'offerta disponibile su Android.
Per scoprire le opzioni dedicate al gaming bisogna entrare nelle impostazioni e successivamente tappare su "Utilità", da qui si ha accesso al menù chiamato "Modalità gioco".
Molto spazio è dedicato alle chiamate e alle notifiche, decisamente fastidiose da gestire se si è nel mezzo di una partita, a partire dalla possibilità di deviare le telefonate direttamente all'altoparlante di sistema. In questo modo non è necessario portare il telefono all'orecchio per rispondere e si può continuare a giocare portando avanti la conversazione.

La seconda voce del menù è invece dedicata alle notifiche, che possono essere bloccate, oppure possono essere visualizzate attraverso il menù a tendina superiore di Android, in due modalità: una prevede la visualizzazione del solo testo in trasparenza, l'altra invece mostra le notifiche nella classica modalità prevista da Android.
Una delle impostazioni è dedicata invece alle chiamate da applicazioni VOIP, come ad esempio Skype, WhasApp e Messenger, la cui notifica può essere mostrata o disabilitata.

Da questo punto in poi si passa ad opzioni che incidono maggiormente sull'esperienza di gioco, a partire dalla disabilitazione della luminosità automatica quando si avvia una partita. La variazione della luce emessa dal pannello è utile quando si utilizza il telefono normalmente ma durante il gioco può portare qualche problema, ad esempio abbassando troppo la luminosità nel momento sbagliato: attivando questa opzione il problema scompare del tutto.
Le ultime due voci del menù sono dedicate invece al miglioramento nella riproduzione a video dei giochi, opzione che va ad aumentare il contrasto nelle aree più chiare e più scure dello scenario di gioco, una sorta di HDR artificiale, e al feedback aptico, che nei titoin cui è previsto il suo supporto genera una vibrazione contestuale a quanto avviene sullo schermo.

Fnatic Mode

Per aumentare ancora di più le possibilità offerte ai giocatori OnePlus ha sviluppato, in collaborazione con il famoso team Fnatic, un'ulteriore modalità che va a completare quella standard. La Fnatic Mode deve essere abilitata manualmente per ogni singolo gioco nelle opzioni della Gaming Mode e ne riprende in parte le opzioni, estremizzandone le caratteristiche. Tutta la parte relativa alla gestione delle notifiche non cambia, tuttavia l'allocazione delle risorse disponibili nella CPU e nella GPU viene indirizzata maggiormente verso il gioco in uso, massimizzando così il frame rate e riducendone i cali.

Visto che il multiplayer è sempre più utilizzato anche su mobile la banda di rete viene ottimizzata per dare la priorità al gioco, evitando così che le applicazioni in background influiscano sulla latenza.

Come si può vedere le opzioni dedicate al gaming sono numerose in questo OnePlus 7 Pro e sono disponibili anche nella variante standard OnePlus 7. Non rivoluzionano l'esperienza, l'hardware a disposizione è nettamente superiore alle richieste dei giochi Android, ma offrono comunque una maggiore possibilità di personalizzare il modo in cui si gioca su telefono, trasformando uno dispositivo all'apparenza tradizionale in un vero smartphone da gaming.