OPPO RX17 Pro e RX17 Neo: quali sono le differenze tra i due smartphone?

Con un evento in grande stile tenutosi in quel di Milano, OPPO ha annunciato l'arrivo in Italia dei nuovi smartphone RX17 Pro e RX17 Neo.

speciale OPPO RX17 Pro e RX17 Neo: quali sono le differenze tra i due smartphone?
Articolo a cura di

Arrivata da pochi mesi in Italia, OPPO ha deciso di fare le cose in grande. Dopo aver lanciato sul mercato R15 Pro e Find X, l'azienda cinese ha organizzato un evento internazionale a Milano per presentare i nuovi smartphone RX17 Pro e RX17 Neo, sottolineando ancora una volta quanto è importante il mercato italiano nel mondo. Ebbene, i due dispositivi dispongono di caratteristiche piuttosto interessanti, a partire dal sensore di impronte digitali posto sotto al display.

OPPO RX17 Pro

Lo smartphone su cui l'azienda cinese punta di più è l'RX17 Pro, che dispone di un comparto hardware e software piuttosto completo. Il dispositivo monta un processore octa-core Qualcomm Snapdragon 710 operante alla frequenza massima di 2,2 GHz, affiancato da una GPU Adreno 616, 6/8GB di RAM e 128GB di memoria interna UFS 2.1. Una configurazione che sulla carta garantisce ottime prestazioni sia per quanto riguarda l'ambito quotidiano che per il gaming. Uno degli aspetti peculiari del dispositivo è però da ricercarsi nel comparto fotografico, che dispone di una tripla fotocamera posteriore da 12MP + 20MP + sensore TOF 3D, con apertura smart variabile f/1.5-f/2.4, stabilizzazione OIS, autofocus e flash LED Dual Tone. Il sensore TOF consente di stimare in tempo reale la distanza tra la telecamera e gli oggetti o la scena inquadrati. Quest'ultimo funziona anche di notte, grazie all'emissione di fasci intermittenti di luce infrarossa, ed è una tecnologia simile a quella utilizzata qualche tempo fa negli smartphone compatibili con Google Project Tango.
Per quanto riguarda l'apertura variabile, il diaframma si apre in condizioni di scarsa illuminazione al fine di garantire scene notturne più chiare, nitide e luminose. In caso invece di luce intensa, il diaframma si richiude, evitando la sovraesposizione e mantenendo nitida l'immagine. La fotocamera frontale è una Sony IMX576 da 25MP (f/2.0). Troviamo poi una batteria da 3700 mAh con supporto alla ricarica SuperVOOC (che promette il 40% di ricarica in soli 10 minuti). Le dimensioni dello smartphone sono di 157,6 x 74,6 x 7,9 mm, per un peso di 183 grammi.

Molto interessante anche il display AMOLED da 6,4 pollici con risoluzione Full HD+ (2340 x 1080 pixel), notch "a goccia" e screen-to-body ratio del 91.5%, che OPPO ha ribattezzato "Schermo Waterdrop". Si tratta del primo pannello con protezione Gorilla Glass 6, che stando ai primi test dovrebbe raddoppiare la resistenza alle cadute. Il sistema operativo è invece il classico Android 8.1 Oreo con ColorOS 5.2. Non mancano però funzionalità che sfruttano l'intelligenza artificiale, come il riconoscimento delle scene e AI Ultra-clear Engine. Quest'ultimo si attiva in contesti bui per ripristinare quelle sfumature realistiche che l'hardware da solo non riesce a catturare.
OPPO RX17 Pro è in grado di applicare decine di ottimizzazioni pensate per offrire una buona fedeltà dei colori, mostrando le scene nel loro aspetto originale. E quando l'oscurità si fa quasi totale, l'Ultra Night Mode è pronta a sfruttare la stessa tecnologia intelligente per mantenere gli scatti nitidi e luminosi anche in condizioni di scarsa illuminazione. Non mancano tutte le connettività del caso, dal 4G LTE al Wi-Fi ac Dual Band passando per il Bluetooth 5.0 e per la porta USB Type-C. Presenti anche il sensore di impronte digitali posto sotto al display e lo sblocco facciale. Le colorazioni disponibili sono Radiant Mist e Emerald Green. Parlando di prezzo e disponibilità, OPPO RX17 Pro arriverà dal 16 novembre a un costo di partenza di 599 euro. Per ulteriori dettagli in merito, vi rimandiamo alla pagina ufficiale.

OPPO RX17 Neo

Alla fine dell'evento di presentazione è stata annunciata anche una variante minore denominata RX17 Neo, che dispone di un prezzo più conveniente ma rinuncia a qualcosa in ambito di funzionalità e prestazioni. Infatti, lo smartphone monta un processore octa-core Qualcomm Snapdragon 660 AIE operante alla frequenza di 2,2 GHz, una GPU Adreno 512, 4GB di RAM e 128GB di memoria interna UFS 2.1. Una configurazione inferiore allo smartphone di punta di OPPO, ma che dovrebbe comunque garantire buone prestazioni nell'ambito della fascia media. Il display è lo stesso AMOLED da 6,4 pollici con risoluzione Full HD+ (2340 x 1080 pixel), notch "a goccia" e screen-to-body ratio del 91.5% che abbiamo visto su RX17 Pro. Non mancano anche il sensore di impronte digitali posto sotto al display e la fotocamera anteriore da 25MP (f/2.0).

OPPO RX17 Neo scende però a compromessi per quanto riguarda la fotocamera posteriore. La dual camera è infatti da 16MP (f/1.75) + 2MP (f/2.4). Niente sensore TOF e apertura variabile. La batteria è da 3600 mAh e dispone solamente della ricarica VOOC (non SuperVOOC). Le dimensioni dello smartphone sono di 158,3 x 75,5 x 7,4 mm, per un peso di 156 grammi. Le colorazioni disponibili sono Mocha Red e Astral Blue. OPPO RX17 Neo arriverà dal 16 novembre a un costo di partenza di 349 euro. Per ulteriori dettagli in merito, vi rimandiamo alla pagina ufficiale.