Outriders

Outriders: come gira in 4K su RTX 3080 con DLSS attivo

Lo sparatutto di People Can Fly alla prova con la RTX 3080 di NVIDIA e DLSS, una tecnologia che, ancora una volta, offre un balzo prestazionale notevole.

Outriders: come gira in 4K su RTX 3080 con DLSS attivo
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Il DLSS è l'arma vincente di NVIDIA. Quella che sembrava una tecnologia complementare al Ray Tracing si sta rivelando sempre più utile anche in sua assenza, Outriders ne è l'ennesima testimonianza. Lo sparatutto di People Can Fly non può infatti contare sul Ray Tracing per incrementare la sua qualità visiva, che raggiunge buoni livelli ma senza eccellere, mentre il DLSS è pienamente supportato e da una mano importante nell'aumento delle prestazioni.
    Per capire l'impatto di questa tecnologia sul frame rate abbiamo passato qualche ora sul pianeta Enoch, osservandolo sia con DLSS attivo che spento e scoprendo che i possessori di schede video RTX dovrebbero attivarlo senza alcuna remora, visto che aumenta il frame rate senza impattare sulla qualità grafica. In questo articolo ci concentreremo proprio sul DLSS, le considerazioni sul gioco le trovate tutte nella nostra recensione di Outriders.

    Requisiti di sistema e PC di prova

    Outriders è stato creato con l'Unreal Engine 4, un motore grafico ampiamente collaudato e molto versatile. Non stupisce quindi che i requisiti siano piuttosto livellati verso il basso. People Can Fly ha diffuso una lista completa dell'hardware necessario a far funzionare il gioco, partendo addirittura dalla configurazione per il 720p, una risoluzione che non consideriamo nemmeno essendo ormai nel 2021. Partiamo quindi dal PC necessario a gestire il 1080p, che richiede un processore Intel i7-7700 o Ryzen 5 2600X, insieme a 16 GB di RAM, una GPU a scelta tra la GTX 1070 e la Radeon Vega 56, entrambe con 8 GB di memoria, e infine 16 GB di RAM. Chi vuole invece puntare al 4K deve avere un processore Intel i7-10700K o Ryzen 7 3700X, insieme a una GPU RTX 3080 - Radeon RX 6800 XT e 16 GB di RAM. Per la prova abbiamo scelto proprio alla RTX 3080, in coppia con un processore Ryzen 9 5950X e 16 GB di RAM.
    Il menù delle impostazioni non è particolarmente ricco di alternative, oltre alla qualità degli effetti, delle texture, delle ombre e dell'antialiasing non ci sono molte altre opzioni. Qualcosina in più poteva essere fatta ma il gioco rimane comunque sufficientemente configurabile.

    Gira bene, ma attenzione allo stuttering

    Di norma i titoli realizzati con l'Unreal Engine 4 non sono particolarmente complessi da gestire con una configurazione di fascia alta. Gears 5 è un esempio perfetto, il titolo di The Coalition offre una resa grafica dal sicuro impatto visivo e, con la configurazione di prova, raggiunge i 78 fps nel benchmark interno nei nostri test. Purtroppo Outriders non ne offre uno, difficile quindi fare considerazioni sulle prestazioni che si incontrano nel corso dell'intera avventura, per il test ci siamo rivolti a uno scenario di prova nella parte iniziale del gioco. Scenario che ci ha restituito 68 fps medi, ovviamente con tutte le impostazioni al massimo e DLSS disattivato. Già con questi settaggi quindi abbiamo raggiunto il target ideale per giocare, tuttavia rispetto a Gears mancano una decina di fps all'appello. L'ottimizzazione poteva essere fatta meglio, non siamo di fronte a un gioco dal comparto grafico strabordante, tuttavia le prestazioni rimangono buone.
    Attivando il DLSS la situazione migliora ulteriormente, si passa infatti a una media di 83 fps, un bel balzo in avanti, sfruttabile da chi possiede un monitor adeguato a gestire un refresh rate elevato in 4K. Altra buona notizia arriva dalla qualità visiva, per niente penalizzata dalla tecnologia NVIDIA. Del resto People Can Fly ha puntato direttamente alla versione 2.0 del DLSS, quella che in questi mesi ha raccolto impressioni molto positive in tutto il mondo. Non ci sono differenze tra la versione nativa e quella con DLSS, anzi attivando il DLSS l'impressione è quella di ottenere un'immagine più pulita. Il merito va a un antialiasing più efficace, come potete osservare nelle immagini comparative.

    DLSS On

    DLSS OFF

    DLSS On

    DLSS OFF

    Al di là del balzo prestazionale con la RTX 3080, palpabile ma non fondamentale per godersi appieno il gioco, saranno i possessori di RTX di precedente generazione ad apprezzarlo di più, soprattutto nel caso dei modelli entry level, come la RTX 2060. Consigliamo quindi di attivare il DLSS fin da subito, perché la tecnologia NVIDIA aumenta le prestazioni e migliora leggermente la qualità visiva, il tutto senza glitch di sorta.
    Nota dolente arriva invece sul fronte dello stuttering, che abbiamo sperimentato anche noi durante la prova, un difetto che non vorremo mai vedere con nessuna configurazione, ma che diventa ancora più fastidioso se presente nonostante un hardware di prima fascia. Speriamo quindi che People Can Fly riesca a risolvere questo problema al più presto, perché sul fronte delle prestazioni Outriders si è comportato piuttosto bene, soprattutto con DLSS attivo, che riesce davvero a dare una marcia in più in termini di frame rate.