IFA 2019

Panasonic Megacon: un doppio pannello per creare il TV LCD definitivo

All'IFA di Berlino Pansonic ha mostrato un prototipo che punta a unire il meglio della tecnologia OLED a quella LCD.

speciale Panasonic Megacon: un doppio pannello per creare il TV LCD definitivo
Articolo a cura di

Panasonic ha puntato da tempo sulla tecnologia OLED, raggiungendo vette qualitative molto elevate, basta guardare il recente GZ950 (qui la nostra recensione), ma non ha mai abbandonato quella LCD. Il feeling di un tempo non c'è più, con la progressiva scomparsa dei modelli di fascia alta Full Led, ma ora una nuova tecnologia potrebbe cambiare le carte in tavola. All'IFA di Berlino infatti Panasonic ha mostrato un prototipo di TV LCD che utilizza un secondo pannello monocromatico per la regolazione della retroilluminazione. L'obbiettivo è quello di raggiungere l'intensità dei neri disponibili sugli schermi OLED e il loro contrasto, senza però rinunciare alla luminosità e alla longevità degli schermi LCD. Possibile? A quanto pare si.

Novità, o quasi

Il progetto di Panasonic punta alla massima qualità di visione, ma non è la prima volta che un televisore con doppio schermo LCD fa la sua comparsa in pubblico. Hisense aveva presentato un prototipo simile non molto tempo fa e ora l'arrivo di Panasonic non fa altro che aumentare l'interesse verso questa tecnologia. Sulla carta si tratta del santo graal per gli schermi LCD. Questi infatti necessitano di una retroilluminazione avanzata per portare la resa qualitativa su alti livelli, tuttavia essa comporta diversi problemi. Il prezzo cresce all'aumentare del numero di led utilizzati, come cresce anche la complessità nella loro gestione. Inoltre, la dimensione dei led incide in modo diretto sulla possibilità di installarne in grande numero, per un controllo ancora più fine sulla luce, tant'è che si stanno sviluppando nuove soluzioni, come i mini LED e i micro LED, che tuttavia aumentano ancora di più i costi. Come fare allora a creare un sistema di retroilluminazione diretto di nuova generazione senza dover per forza installare migliaia di led?
La risposta a questa domanda è proprio il Panasonic Megacon, un TV che sfrutta sul frontale un normale pannello 4K, ma al suo interno ne cela un altro monocromatico, utilizzato per filtrare la luce in arrivo dalla retroilluminazione. In questo modo è possibile controllare l'illuminazione a livello del singolo pixel, esattamente come accade nei televisore OLED, ma senza i limiti visti fino ad ora: la luce dei LED è più potente di quella emessa da un TV OLED, inoltre il rischio di stampaggio del pannello scende a zero, evitando così il burn in.

Con il Megacon Panasonic punta in alto, con un contrasto di 1.000.000:1, copertura dello spazio di colore DCI-P3 del 99% e picchi luminosi di 1000 nit, ma siamo pronti a scommettere che questi possono crescere ancora con lo sviluppo del prodotto. Questa tecnologia è potenzialmente vincente, ma ci sono anche dei contro.

Il primo è il prezzo, non sappiamo infatti quanto possa costare l'utilizzo di un doppio pannello. Il secondo è lo spessore, il prototipo mostrato da Panasonic infatti aveva uno spessore di circa 10 cm lungo tutto il pannello, anche se il design è gradevole già ora. Con l'evoluzione di questa tecnologia gli aspetti negativi verranno certamente limati, almeno per quanto possibile, tuttavia con il Megacon Panasonic ha voluto affermare con forza di non voler abbandonare i pannelli LCD nella fascia alta. Quando arriverà sul mercato? Impossibile dirlo, potrebbe anche non arrivare mai, intanto però Panasonic è pronta a lanciare nel 2020 i primi TV OLED trasparenti, puntando sull'innovazione, per cui tutto può succedere.